City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Mercoledì 22 Dicembre 2021 21:29

Fano-Grosseto: obiettivo riduzione tempi percorrenza da costa a costa

(CI)S - Ancona/Perugia/Firenze dic. - "La riduzione dei tempi di percorrenza da costa a costa porterebbe ad un abbattimento dell'emissione di Co2 nell'aria. Un notevole beneficio ambientale, quindi, che indico per ultimo ma che ultimo non considero affatto. Tutte le misure che la Giunta Acquaroli ha adottato in campo infrastrutturale in questo primo anno e mezzo di legislatura procedono, infatti, verso lo sviluppo di una mobilità sostenibile e in sicurezza, dalla promozione dell'anello ferroviario all'incremento delle piste ciclabili, proprio perché rappresenta l'unico futuro possibile". Lo ha detto l'assessore regionale delle Marche Baldelli. Nell'ambito degli spostamenti delle persone e delle merci, la Fano-Grosseto assume un rilievo strategico non solo interregionale, ma anche nazionale ed europeo. L'Unione Europea l'ha infatti inserita nella rete europea Ten-T, che ha lo specifico obiettivo di consentire una mobilità senza ostacoli, sicura e sostenibile di persone e merci, nonché di favorire l'accesibilità e la connettività per tutte le Regioni dell'Unione, contribuendo all'ulteriore crescita economica, alla competitività in una prospettiva globale e ad una migliore coesione territoriale. "In quest'ottica – conclude Baldelli -, è evidente come non sia perseguibile la realizzazione della E78 a due sole corsie. Dimezzata non sarebbe funzionale all'obiettivo che le ha attribuito la stessa Unione Europea". Ecco perché le Regioni Marche, Umbria e Toscana, su iniziativa del presidente Acquaroli e dell'assessore Baldelli, hanno deciso di fare fronte comune per raggiungere il risultato. Non solo promuovendo nei confronti di Mims e Anas la realizzazione a quattro corsie lungo i 270 km complessivi di tracciato. Ma anche affiancando il commissario straordinario Massimo Simonini nell'elaborazione del cronoprogramma e nel reperimento di finanziamenti. Il Protocollo, infatti, prevede anche la costituzione di un Comitato di Coordinamento Istituzionale, ovvero una cabina di regia a supporto del commissario straordinario, composto dagli assessori regionali competenti in materia. fonte com abstract


camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information