City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Sabato 07 Maggio 2022 14:34

Opportunità imprese umbre grazie allo sviluppo rapporti tra Europa e Vietnam. A Passignano delegazione in visita


(CIS) – Passignano sul Trasimeno (Pg) mag. - Un delegazione vietnamita guidata dall'ambasciatore del Vietnam in italia, Duong Hai Hung e' in visita a Passignano sul Trasimeno. Infatti per le imprese umbre si aprono interessanti opportunità grazie proprio allo sviluppo dei rapporti fra Europa e Vietnam. È quanto e' emerso dalla visita compiuta a Passignano dalla delegazione vietnamita guidata dall'Ambasciatore della Repubblica Socialista del Vietnam in Italia, Duong Hai Hung. "Nel 2021 – ha affermato S.E. Duong Hai Hung - le esportazioni dal Vietnam verso l'Italia sono aumentate del 24% con un valore pari a 3,8 miliardi di dollari statunitensi ed il Vietnam ha importato prodotti dall'Italia per 1,7 miliardi, registrando una crescita del 14 per cento". Il Vietnam, nel 2021, ha attirato quasi 408 miliardi di dollari di investimenti esteri (IDE) di cui investimenti italiani per 403 milioni di dollari, posizionando l'Italia – sottolinea una nota - al 35esimo posto. Corea del Sud, Giappone, Singapore e Taiwan sono tra i principali Paesi che investono maggiormente. Il Vietnam rappresenta, quindi, una piattaforma ideale per investimenti di sviluppo e l'espansione commerciale delle imprese umbre in tutto il mercato dell'ASEAN (organizzazione di 10 Paesi), l'area geografica ed economica che continua ad avere i più alti tassi di crescita del PIL, divenendo così non solo destinazione finale, ma anche punto di partenza.Le opportunità che si sono aperte per effetto dell'EVFTA, l'Accordo di Libero Scambio sono quindi notevoli. Si tratta del secondo accordo dell'Unione Europea con un Paese membro dell'Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico (ASEAN) dopo Singapore. Per l'Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Innovazione, Digitale e Semplificazione, "il Vietnam è un Paese che sta dimostrando grande vitalità e voglia di progredire, come attesta lo scarso impatto della crisi globale sulla sua economia. segue

 

"C'è grande volontà di collaborazione soprattutto dopo la firma dell'accordo tra Vietnam e Unione Europea che porta il Vietnam a sviluppare diverse filiere inclusa l'agroindustria ed il settore automotive. In questa cornice, sicuramente – ha detto - le eccellenze umbre troveranno opportunità di business e cooperazione in una logica win-win anche per presidiare l'area del Sud Est Asiatico che è rappresentata da 630 milioni di consumatori". "Il momento è particolarmente favorevole - ha rilevato Maily Anna Maria Nguyen, esperta di internazionalizzazione di impresa e Direttore del Desk Vietnam - perché l'Accordo Libero Scambio tra Unione Europea e Vietnam, entrato in vigore il 1 agosto 2020, prevede che sia eliminato da subito il 65% dei dazi sulle esportazioni UE verso il Vietnam, mentre il restante 35% gradualmente entro 10 anni. Allo stesso modo, circa il 70% dei dazi sull'export vietnamita verso la UE decade all'entrata in vigore dell'accordo, mentre la percentuale rimanente si azzererà entro sette anni. Questa intesa – ha aggiunto - permetterà alle imprese europee ed italiane di potersi affacciare, attraverso il Vietnam, vera 'porta d'oro' all'area Asia Pacifico (Australia, Cina, Giappone, Nuova Zelanda, Corea del Sud e tutti i Paesi dell'ASEAN) per effetto del recente accordo RCEP che ha fatto nascere l'area di libero scambio più grande al mondo e che pesa il 30% del PIL mondiale e rappresenta 1/3 della popolazione mondiale". Abstract font com


camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information