City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Mercoledì 19 Giugno 2024 16:33

Innovazione e tutela brevetti: convegno alla Camera di Commercio


(CIS) – Perugia giu. - 'Umbria è in ritardo sull'innovazione, che viene concepita solo come informatica quando invece è fatta di tanti altri elementi tra cui le forme, come il design dei prodotti industriali. In Umbria, infatti, nel 2022 sono stati registrati 53 brevetti, che non sono certo molti. Alla luce di ciò Camera di Commercio dell'Umbria – si legge in una nota - proprio in qualità del suo ruolo di rappresentanza e sintesi delle categorie economiche e sociali, si è fatta promotrice di un convegno molto importante, dal titolo "Forma oltre la forma – Innovazione e tutela nel mondo della proprietà industriale", con l'obiettivo di creare un dialogo e favorire la coesione sul tema dell'innovazione e della sua tutela, coscienti che si tratta di una partita decisiva per lo sviluppo della regione. Un evento a cui hanno partecipato una varietà di professionisti: giuristi, urbanisti, architetti, ragionando sul problema a 360 gradi e offrendo spunti di grande interesse. Il Presidente dell'Ente Camerale, Giorgio Mencaroni, ha messo in evidenza che "molte imprese umbre non registrano marchi pensando che le procedure burocratiche siano farraginose e che i costi siano elevati. In realtà, sullo snellimento delle procedure si sono fatti importanti progressi e il costo non è affatto proibitivo visto che in media, per registrare un marchio, il costo è di 800 euro".  segue

 

Quanto alla tutela, Mencaroni ha ribadito che "la Camera di Commercio dell'Umbria è sensibilissima a queste problematiche e lo è a tutto tondo, impegnata com'è nel favorire tra le imprese la cybersicurezza e mettendo a disposizione delle aziende le informazioni su come tutelare un marchio e a quali sono i finanziamenti a disposizione delle imprese per proteggere la proprietà intellettuale". Numerosi gli interventi: l'Avv. Prof. Mario Franzosi, uno dei primi Professori e avvocati italiani a occuparsi di tutela della proprietà intellettuale, ha introdotto il convegno soffermandosi sulle origini delle privative industriali, sulla loro ratio e sui requisiti per ottenere la protezione. Philipp Fabbio, Professore Ordinario di Diritto commerciale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Perugia, si è soffermato sui rapporti tra tutela delle forme attraverso la registrazione dei disegni o modelli, ovvero come opere del diritto di autore illustrando i principi enunciati dalla Corte di Giustizia Europea in alcuni noti recenti casi. Abstract fonte com ALTRA NOTIZIA vedi FB cis24ore.it


camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information