City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Rubriche

(CIS) – Foligno dic. - "Oggi è una giornata importante per l'Umbria e straordinaria per Foligno - ha detto il sindaco di Foligno Nando Mismetti -.  La capacità di fare squadra e mettersi in rete è stata, ed è, la ricetta vincente. L'altro aspetto determinante per il successo di questo progetto è stata la capacità di aver ascoltato i territori e essere stati capaci di recepirne le istanze". LaboMec è quindi una vera e propria azienda didattica a disposizione del territorio: per formazione tecnico-specialistica di processo e di prodotto degli studenti di Its Umbria Academy, per l' orientamento e l'Alternanza Scuola Lavoro degli studenti delle scuole secondare superiori e per l'aggiornamento tecnico professionale dei lavoratori, la prototipazione di nuovi prodotti e i service tecnici. Questo progetto ha riscosso il consenso delle Fondazioni di origine bancaria umbre che, intercettando tali istanze e credendo nelle potenzialità della nuova metodologia laboratoriale, hanno creduto nell'iniziativa finanziandola con il decisivo contributo iniziale e garantendone quindi la sostenibilità. "Il Laboratorio Meccatronico – ha sostenuto Sergio Zinni, Presidente della Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre - è un progetto nel quale la Consulta ha creduto subito, finanziandola con un consistente investimento, pur in un momento di profonda crisi economica. segue

(CIS) – Perugia dic. - – "L'Umbria mostra una serie di fattori abilitanti che favoriscono il passaggio alla bioeconomia secondo un modello di economia circolare. È la sfida da cogliere per il futuro e la nostra regione, con le sue industrie, i suoi centri di ricerca, può assumere un ruolo chiave in questo comparto insieme ad altri territori ugualmente vocati". Lo ha sottolineato il vicepresidente della Giunta regionale e assessore allo Sviluppo economico Fabio Paparelli, intervenendo al convegno "Agrifood e Chimica verde. Sinergie, connessioni e networking delle governance regionali" che si svolge per l'intera giornata a Palazzo Donini, organizzato su iniziativa di 3A – Parco tecnologico Agroalimentare dell'Umbria e Sviluppumbria, in collaborazione con i Cluster nazionali Agrifood e Chimica Verde- come ha ricordato aprendo i lavori l'amministratore unico del Parco Tecnologico Agroalimentare Massimiliano Brilli, nell'ambito del programma del programma pilota della Regione Umbria "Innetwork", il cui scopo prioritario è quello di creare un ambiente favorevole all'innovazione del sistema regionale umbro attraverso la partecipazione a piattaforme e a reti di specializzazione tecnologica. "Il sistema produttivo – ha rilevato Paparelli – sta radicalmente cambiando e noi dobbiamo e possiamo essere protagonisti del cambiamento, cogliendo le opportunità che abbiamo di fronte in un contesto in cui le competenze territoriali hanno un ruolo chiave e di motore dello sviluppo economico". segue

(CIS) - Perugia dic. - Tra gli intervenuti al convegno di Perugia, l'assessore regionale all'istruzione ed all'Agenda digitale, Antonio Bartolini, Edi Cicchi, che ha portato i saluti del Comune di Perugia e per la Regione Umbria il direttore Lucio Caporizzi e la dirigente Ambra Ciarapica, l'amministratore unico della SUAP Alberto Naticchioni, la Fondazione Mondo Digitale con il direttore generale Marta Michilli e il direttore scientifico Alfonso Molina, ma soprattutto le testimonianze dei tanti protagonisti del tour#interconnessioni17. "Attraverso format innovativi quali hackathon, popup makers, sportelli digitali - ha dichiarato l'assessore Bartolini - e un tour nelle principali città della regione, giovani e over 65 hanno lavorato insieme con l'obiettivo di mappare attivamente i fabbisogni dell'anziano umbro ed elaborare proposte innovative e condivise per l'inclusione digitale della terza età. Un'esperienza pilota - ha proseguito l'assessore - che ha portato diverse generazioni a riflettere sul ruolo che il digitale può assumere nei servizi sanitari, nella vita degli anziani, nel tempo libero, nella cultura e nella partecipazione, nella vita sociale. Dall'iniziativa intrapresa emerge che gli over 65 umbri riconoscono l'utilità delle nuove tecnologie per migliorare la vita dell'anziano nel rispetto delle sue abitudini ed esigenze. Gli over 65 esprimono la necessità di servizi online semplici e di formazione dedicata; "difendono" il valore del rapporto umano che non può essere sostituito da interazioni solo virtuali e ammettono l'efficacia del modello intergenerazionale, giovani e anziani, per l'apprendimento delle competenze digitali.  Segue

(CIS) – Perugia dic. - - "La cooperazione è una delle armi che abbiamo per contare nel mondo, insieme alla politica culturale, alla politica diplomatica e alle imprese. La cooperazione, in senso generale, è una grande opportunità di lavoro per i giovani umbri, gli universitari e non solo, perché c'è tanta richiesta di eccellenza italiana nel mondo e quindi dobbiamo avere uno sguardo più aggiornato su cosa rappresenta la cooperazione internazionale. È importante il ruolo dell'Università perché è uno dei luoghi dove gli stessi stranieri vengono a studiare per formarsi. Il lavoro dell'Università, in congiunzione con il sistema universitario, per esempio africano o latino-americano, è essenziale. Il modello italiano è un buon modello che viene richiesto nel mondo di cui si ha stima". Lo ha affermato Mario Giro, vice ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale in occasione del seminario di orientamento "Lavorare nella cooperazione internazionale", tenutosi nella Sala Goldoni di Palazzo Gallenga dell'Università per Stranieri di Perugia. Insieme al Viceministro Giro erano presenti il professor Emidio Diodato, docente di Relazioni Internazionali e Geopolitica, e il rettore, professor Giovanni Paciullo che ha definito l'iniziativa "Un'opportunità perché consente soprattutto d'individuare i possibili sbocchi occupazionali dei percorsi di formazione che si preparano in questa università. segue

(CIS) – Perugia dic. - - "La Giunta regionale ha ratificato oggi la decisione con cui la Commissione Europea ha approvato le modifiche al Piano di sviluppo rurale dell'Umbria (Psr) 2014-2020 a seguito del contributo di solidarietà di Regioni e Ministero per le aree del cratere colpite dal sisma. Si tratta di quasi 52 milioni di euro di risorse aggiuntive che verranno utilizzate per il mantenimento e lo sviluppo economico delle attività agricole ed agroambientali dell'area": lo ha annunciato l'assessore regionale all'agricoltura Fernanda Cecchini ricordando che a seguito degli eventi sismici la Conferenza Stato-Regioni aveva sancito l'intesa per uno storno parziale delle risorse finanziarie assegnate ai diciotto Psr italiani per le annualità 2018-2020 a favore dei Psr delle Regioni colpite dal terremoto: Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio. "Le misure che abbiamo individuato e su cui convergeranno le risorse aggiuntive – ha detto Cecchini - serviranno per rafforzare il contesto competitivo delle aree maggiormente colpite. segue

(CIS) - Perugia dic. - Il bando per le attivita' culturali  prevede la partenza dal Sud Ovest Orvietano, che è già operativa; successivamente metteremo a bando 200mila euro per ciascuna delle altre due Aree interne, la Nord Est Umbria e la Valnerina; 1 milione di euro è destinato invece alle imprese culturali e creative che sorgeranno nel Monteluce Digital Hub, nell'area dell'ex ospedale di Perugia e lo valorizzeranno con le loro attività". "Con la programmazione del Fesr la Regione ha investito, inoltre, 12 milioni per gli 'attrattori culturali' di otto Comuni finanziando i progetti per la riqualificazione e la valorizzazione di complessi monumentali e del sistema museale. Con il bando per le imprese creative e culturali allarghiamo il raggio d'azione agli 'attrattori' di tutta la regione". "Da come saprete cogliere le opportunità di questo bando – ha detto ancora l'assessore Cecchini, rivolgendosi all'attenta platea – e dall'efficacia dei progetti dipenderà la possibilità di incrementare le risorse". Il segretario generale di Symbola, Fabio Renzi, ha illustrato gli elementi salienti del settimo Rapporto della Fondazione. Al sistema produttivo culturale e creativo "si deve il 6% della ricchezza prodotta in Italia: 89,9 miliardi di euro, un dato in crescita dell'1,8% rispetto all'anno precedente. E la cultura – ha rilevato - ha sul resto dell'economia un effetto moltiplicatore pari a 1,8: in altri termini, per ogni euro prodotto dalla cultura se ne attivano 1,8 in altri settori. Gli 89,9 miliardi, quindi, ne 'stimolano' altri 160 per arrivare a quei 250 miliardi prodotti dall'intera filiera culturale, il 16,7% del valore aggiunto nazionale, con il turismo come primo beneficiario di questo effetto volano". segue

In proposito, Renzi ha sottolineato che "in Umbria c'è un'alta incidenza della spesa turistica culturale che ha pesato nel 2016 per oltre 305 milioni di euro, oltre il 37 per cento del totale della spesa turistica, grazie in particolare ai suoi grandi Festival". Dal Rapporto "Io sono Cultura" risulta che il sistema produttivo culturale e creativo dell'Umbria nel 2016 ha generato valore aggiunto per oltre 997 milioni di euro (1,1% sul totale nazionale e 5,1% sul totale dell'economia), garantendo occupazione a più di 21mila persone (1,4% sul totale nazionale e 5,6% sul totale dell'economia). Entrando nei dettagli del bando regionale (pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria n. 49 del 15 novembre 2017-supplemento ordinario n.2, con un'integrazione che verrà pubblicata mercoledì 6 dicembre), Mauro Pianesi e Rita Passerini hanno sottolineato che "beneficiari del bando sono le micro, piccole e medie imprese e i soggetti che agiscono in regime d'impresa (anche in forma associata) e che operano nei settori del web, produzioni editoriali, attività nel campo del cinema e delle produzioni artistiche, con sede legale o unità locale operativa in Umbria. Devono essere in possesso dei codici Ateco indicati nel bando. Saranno finanziati progetti "che propongano prodotti e servizi complementari alla valorizzazione degli attrattori culturali, localizzati nel territorio umbro, con particolare attenzione a modalità innovative di valorizzazione degli attrattori culturali". È "auspicabile che i progetti ricerchino il coinvolgimento dei soggetti proprietari degli attrattori di riferimento, anche in una logica di rete, sia nella fase di progettazione che di realizzazione degli interventi". fonte com

(CIS) - Perugia nov. -"Agriconnect" si è aperto stamattina mettendo a confronto i rappresentanti degli Assessorati regionali all'Agricoltura, Ministero delle politiche agricole, Agenzia per la coesione, Infratel Italia (società in-house del Ministero dello Sviluppo economico e soggetto attuatore dei Piani banda larga e ultra larga) e del Crea. La sessione mattutina si è conclusa con l'intervento del direttore alla Programmazione e all'Agenda digitale della Regione Umbria, Lucio Caporizzi. Nel pomeriggio, attenzione e' stata dedicata agli scenari applicativi basati sulla connettività ad alta velocità, in particolare sull'agricoltura digitale quale "sfida per l'industria meccanica" e la comunicazione "dal campo al web, fra social e Qr Code", sulle applicazioni dei droni Flytop, i servizi per l'irrigazione, la zootecnia digitale, i "big data a supporto del digital farming". Domani, giovedì 30 novembre, i lavori riprenderanno alle 9.30 (sempre all'Hotel Giò Wine e Jazz Area, a Perugia) per un confronto sulla evoluzione della banda ultra larga. Tra gli interventi previsti, anche quello di Paolo Gerli, che dopo la laurea sta facendo il dottorato di ricerca alla Northumbria University, che illustrerà alcune esperienze in aree rurali di Paesi europei, che hanno visto anche agricoltori contribuire direttamente con finanziamenti per dotarsi delle infrastrutture necessarie per accedere alla rete. segue

(CIS) - Ancona, nov. - "E' un ulteriore dimostrazione che il percorso di valorizzazione dei territori intrapreso da due anni sta funzionando." Così l'assessore regionale al Turismo-Cultura della regione Marche, Moreno Pieroni ha commentato la prossima uscita, lunedì 20 novembre in prima serata, della fiction di Rai 1 "Scomparsa", con Vanessa Incontrada e Giuseppe Zeno e girata tra San Benedetto del Tronto e Grottamare. "E' il segno che il lavoro di squadra – ha proseguito Pieroni – tra Marche Film Commission della Fondazione Marche Cultura, la Regione , i territori sta ripagando dell'impegno. Le bellezze delle Marche sono ancora una volta sotto i riflettori, attrattive, accoglienti come il litorale della Riviera delle Palme ed ora sempre più riconoscibili come luoghi adatti ad ospitare la realizzazione di prodotti cinematografici e televisivi. Contiamo quindi di proseguire, anche attraverso l'impiego di Fondi Europei, su questa direttrice della valorizzazione con diversi strumenti promozionali e il mezzo audiovisivo rappresenta una validissima e preziosa sorgente di rilancio della nostra regione anche sotto il profilo turistico." fonte com

(CIS) – Perugia nov. - Nella sala che sarà intitolata il 13 dicembre al primo direttore della Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve, mons. Giacomo Rossi (1930-2017), del "Villaggio della Carità" del capoluogo umbro dove trovano momentaneamente ospitalità quindici persone (adulti e minori) di famiglie senza più un lavoro, è stato presentato alla stampa, il progetto "Sosteniamo il lavoro". Si tratta di una iniziativa della Caritas diocesana in collaborazione con gli Uffici pastorali giovanile e problemi sociali e il lavoro, co-finanziata dalla Cei attraverso l'8xMille e dalla campagna "Sosteniamo il lavoro" di donazioni liberali. Questo progetto, che si concretizza con 20 borse lavoro assegnate a 14 giovani e a 6 adulti dopo una accurata fase di selezione svolta dalla stessa Caritas con la collaborazione della Gi Group Spa, «vuole essere un aiuto a quanti sono in difficoltà nella ricerca di un lavoro dignitoso, nella consapevolezza che questo sostegno non potrà essere risolutivo di un fenomeno ampio come quello della disoccupazione». A dirlo, in sintesi, è stato il direttore della Caritas diocesana, il diacono Giancarlo Pecetti, che ha anche evidenziato quanto la Chiesa sta facendo da anni attraverso le sue componenti impegnate nel sociale. «Al Centro di Ascolto diocesano arrivano in media al giorno una quindicina di persone in difficoltà, spesso per mancanza di lavoro – ha sottolineato Pecetti –. Noi cerchiamo di dare loro speranza anche con il progetto "Sosteniamo il lavoro" e, nel contempo, sensibilizzare la comunità e le realtà produttive a fare la loro parte per individuare sinergicamente nuove metodologie di approccio al problema so­ciale legato al tema del lavoro. segue

(CIS) - Terni nov. - Più che rassicuranti sono incoraggianti e in alcuni casi sorprendenti i dati che emergono da una analisi fatta sul programma contro l'uso inappropriato dell'antibiotico avviato all'ospedale di Terni a febbraio del 2016 per contrastare le infezioni ospedaliere e le infezioni da germi multi resistenti, che anticipa gli obiettivi fissati dal Ministero per il 2020. Lo hanno reso noto, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta oggi, in occasione della settimana mondiale della consapevolezza antibiotica (13-19 novembre), il direttore generale dell'Azienda ospedaliere di Terni Maurizio Dal Maso e il direttore sanitario Sandro Fratini, insieme al direttore della Clinica universitaria di Malattie Infettive, prof.ssa Daniela Francisci, e al responsabile del progetto, dottor Stefano Cappanera, dirigente medico della struttura semplice di Infezioni nosocomiali. Il programma di Antimicrobial Stewardship messo in campo oltre un anno e mezzo fa presso l'Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni – ha spiegato il direttore generale Maurizio Dal Maso - ha praticamente anticipato gli obiettivi e le misure di sorveglianza e di prevenzione dell'antibiotico-resistenza che il Ministero della Salute ha definito lo scorso ottobre nel Piano nazionale di contrasto all'Antimicrobico-resistenza 2017-2020. Nelle strutture dove il programma è a regime siamo già in linea con gli obiettivi ministeriali, ora sarà progressivamente esteso a tutti i reparti, ma già possiamo ragionevolmente considerare il nostro ospedale più sicuro". segue

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 20

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information