City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

(CIS) - Perugia giu . - Sarà l'imprenditore Alessandro Tomassini a guidare Umbria Digital Innovation Hub (UDIH) nel prossimo triennio. Tomassini, Consigliere Delegato all'Innovazione di Confindustria Umbria, è stato eletto martedì 30 giugno in occasione dell'Assemblea di UDIH che si è riunita a Perugia nella sede dell'Associazione. L'Assemblea ha inoltre confermato Giuseppe Liotta alla Vicepresidenza ed eletto il Consiglio Direttivo, composto dagli uscenti Elio Catania, (Confindustria Digitale), Gianluigi Viscardi, (Cluster Tecnologico Fabbrica Intelligente), Fulvio Puzone, (Istituto Italiano di Tecnologia) e dal neo componente Giuseppe Cioffi (Presidente ITS Umbria Academy). Il neo eletto Tomassini ha espresso un vivo ringraziamento al Presidente uscente di UDIH, Antonio Alunni, giunto al termine del proprio mandato, e sottolineato la volontà di dare continuità all'impegno da lui portato avanti per supportare le aziende umbre nell'avvio dei processi di digitalizzazione, con l'obiettivo di accrescerne la competitività."L'esperienza del lockdown – ha evidenziato Alessandro Tomassini – ci ha fatto capire come sia disponibile tanta tecnologia per migliorare le nostre aziende e renderle più fruibili dai nostri clienti, oltre che subito intercettabili dai potenziali. Questo non basta, noi imprenditori abbiamo il compito di interpretare quanto il mondo digitale ci può offrire per immaginare la nostra azienda del futuro e per realizzarla, già oggi.""Sono stato orgoglioso - ha sottolineato Antonio Alunni, Presidente di Confindustria Umbria come  silegge in una nota - di aver potuto presiedere questo Consiglio Direttivo composto da persone straordinarie. Sono stati raggiunti tanti obiettivi e realizzate numerose attività. Ancora molto c'è da fare, ma sono sicuro che il neo presidente Alessandro Tomassini, che nella sua attività industriale e associativa ha sempre dimostrato attenzione e sensibilità, saprà fare un ottimo lavoro. La sfida delle nostre aziende è quella di crescere, innovare e cambiare per competere sui mercati globali. Il compito nel nostro Digital è proprio quello di continuare l'azione di sensibilizzazione su questi temi". segue

Pubblicato in Economia

(CIS) – Perugia lug. - – La Regione dell'Umbria ha predisposto un nuovo strumento per favorire i percorsi di internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese umbre. Il bando prevede l'erogazione di contributi a fondo perduto per le imprese che si avvalgano di servizi di consulenza specialistica volti ad assicurare all'impresa un affiancamento durante le fasi del processo di internazionalizzazione.Ammissibili a contributo sono i servizi di affiancamento specialistico all'internazionalizzazione, servizi specialistici per l'internazionalizzazione, servizi di promozione digitale in mercati esteri e servizi per l'adeguamento tecnico in mercati internazionali. E' quanto annunciato in una nota regionale. La misura si compone di importanti elementi di novità rispetto al passato. Le imprese, infatti, si potranno avvalere della consulenza non solo di Temporary Export Manager, ma anche di Digital Export Manager, figure professionali specializzate nella promozione digitale dell'impresa nei mercati esteri. Ulteriore elemento di novità riguarda la possibilità di avvalersi di servizi di consulenza per implementare soluzioni digitali quali show room virtuali, piattaforme VR/AR, siti web, e-commerce e sostegno nel posizionamento dell'offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati esteri selezionati. Il contributo inoltre varierà in funzione del grado di internazionalizzazione dell'impresa, al fine specifico di favorire il posizionamento degli operatori economici umbri nei mercati esteri. Le imprese con un fatturato derivante dall'esportazione nel 2019 al di sotto del 10% riceveranno un contributo fino al 70% della spesa, le imprese con un fatturato realizzato in mercati esteri tra il 10% e il 40% un contributo pari al 60% e le rimanenti pari al 50%. Il bando prevede inoltre una nuova procedura di valutazione delle domande finalizzata a valorizzare la qualità dei progetti presentati. segue

Pubblicato in Economia

(CIS) – Perugia giu. – - L'Assemblea dei soci di Gepafin Spa che aveva all'ordine del giorno, tra l'altro, la nomina del nuovo Consiglio di amministrazione della societa' ha eletto il nuovo presidente. Nel rispetto dello Statuto e dei Patti parasociali che regolano i rapporti con i soci bancari della società, ha nominato i seguenti componenti: Carmelo Campagna (Presidente), Adolfo Cardarelli e Patrizia Angeli per la componente del Consiglio riferita alle nomine di spettanza della Regione Umbria, mentre sono Iacopo Olivi, che assumerà la carica di Vicepresidente, e Ida Calzini i componenti del Consiglio di nomina del sistema bancario. La Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha ringraziato i soci della componete bancaria ed il Consiglio uscente per il lavoro svolto ed ha augurato un buon lavoro al nuovo Cda. La stessa Presidente ha sottolineato l'importanza di intraprendere, così come già accaduto dallo scorso novembre, un percorso che faciliti interventi sempre più dinamici ed una innovazione dell'operatività allo scopo di raggiungere una crescita dei volumi intermediati. La Tesei ha inoltre rimarcato la necessità di una ricognizione delle posizioni di portafoglio e l'impostazione di una attenta spending review così come voluto dalla Regione, e già accaduto, anche nella altre partecipate. Spending che vedrà calare l'attuale costo della governance da 210 mila euro annui ai 169 previsti, con una diminuzione del 20%. "La nomina del nuovo Consiglio con mandato pieno triennale – ha affermato Campagna - consentirà una riscrittura del Piano industriale finalizzato a riposizionare la società: la nuova missione ipotizzata infatti prevede che oltre al rilascio delle garanzie, anche interventi sul patrimonio, bond, minibond e "capitale paziente" in genere possano far parte dei servizi offerti alle imprese umbre"."Le possibilità rappresentate poi dalla digitalizzazione e dal "fintech" – ha proseguito - sono al centro di un innovativo progetto di supporto alle filiere e in particolari di quelle agricole, progetto che la società sta sviluppando e ha intenzione di implementare a breve". Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Gepafin; nominato CDA, Carmelo Campagna e' il nuovo Presidente
What do you want to do ?
New mail
Gepafin; nominato CDA, Carmelo Campagna e' il nuovo Presidente
Pubblicato in Economia

(CIS) – Roma, giu. - Oggi è un grande giorno per gli oltre cinquecento creditori - fra aziende sub-fornitrici e subappaltatrici e professionisti – che, a seguito del fallimento dei rispettivi general contractor, non hanno più ricevuto i pagamenti dovuti per i lavori eseguiti. È stato firmato infatti il decreto che attiva il primo piano di riparto (45,5 milioni di euro) del Fondo salva-imprese. I 250 creditori siciliani, tra cui quelli del gruppo Cmc, le imprese e i professionisti creditori del Quadrilatero Umbria-Marche, di Glf, Cmc, Coci e Astaldi e i creditori della Sardegna di Glf, Oberloser e Astaldi, possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Con una dotazione iniziale di 45,5 milioni di euro, portata successivamente a circa 90 milioni (che probabilmente diventeranno complessivamente 120 se verrà approvato dal Parlamento l'emendamento presentato dal vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri), il Fondo salva-imprese andrà a ristorare i crediti di queste aziende, che sono state interessate da crisi iniziate dopo il primo gennaio 2018. "Oggi – e' detto in una nota - , tra le gru e la polvere del cantiere del viadotto Himera, sull'autostrada A19 Palermo-Catania, dove mi trovo per seguire personalmente l'andamento dei lavori per il varo in quota dei conci che costituiranno l'impalcato del nuovo viadotto – ha commentato il vice ministro Cancelleri – mi è arrivata la tanto attesa telefonata. Finalmente è stato firmato il decreto attuativo che permetterà a questi 525 creditori, fra aziende e professionisti, di ottenere, subito e cash, il pagamento di buona parte dei propri crediti". segue

Pubblicato in Economia

(CIS) – Perugia mag. - In Umbria da parte delle imprese sono state presentate 475 domande per la richiesta di finanziamento fino a 800 mila euro (372 nella provincia di Perugia e 103 in quella di Terni) per un importo richiesto di 157.750.856 euro. È quanto emerge dallo studio della FABI (Federazione autonoma bancari italiani) che ha analizzato i dati relativi ai prestiti contemplati dal Decreto Liquidità, dati aggiornati al 25 maggio. Complessivamente le domande presentate per accedere ai contributi sono 6322, di cui 5847 per richieste di prestito fino a 25 mila euro e appunto 475 per i finanziamenti fino a 800mila euro. Nella provincia di Perugia le domande totali sono state 4.772 mentre nel territorio ternano 1.550. Lo si legge in un anota della Fabi federazione bancari. La richiesta complessiva vede l'Umbria al sesto posto della classifica nazionale con un importo medio di 43.941 euro, pari all'1,6 per cento. Ricordiamo che la richiesta totale dei due tipi di finanziamenti è di quasi 278mila euro. Sono dati questi che fotografano la situazione economica derivante dall'emergenza sanitaria Covid-19 nella nostra regione e testimoniano la duplice velocità su cui si muovono le due province. Come FABI e quindi sindacato maggiormente rappresentativo dei bancari in Umbria – continua la nota - abbiamo rivolto qualche giorno fa un appello alle istituzioni perché vediamo all'orizzonte il rischio usura a causa della mancanza di liquidità e delle difficoltà legate all'accesso al credito. segue

Pubblicato in Economia

(CIS) – Perugia mag. - Giovedì 28 maggio alle ore 17 Its Umbria Academy, l'Academy di alta formazione post diploma dell'Umbria, presenterà in streaming l'offerta formativa per il nuovo biennio accademico che prenderà il via in autunno. Its Umbria Academy è un'academy tecnica promossa dal Ministero dell'Istruzione, dalla Regione Umbria e partecipata dalle principali aziende del territorio, che al termine del percorso formativo offre elevatissime opportunità di occupazione. La partecipazione all'Open Day, aperta agli studenti delle scuole superiori e alle famiglie, permetterà di conoscere nel dettaglio l'offerta formativa di Its Umbria Academy. Per partecipare è necessario iscriversi al seguente linkhttp://iscrizioni.itsumbria.it/open-day-28-maggio-2020/ o visitare il sito internet http://www.itsumbria.it/. All'Open Day interverranno: Giuseppe Cioffi, Presidente ITS Umbria Academy, Nicola Modugno, Direttore ITS Umbria Academy, Antonietta Zancan, Dirigente Ufficio V Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, Miur, Michele Fioroni, Assessore allo Sviluppo economico, innovazione, digitale e semplificazione, Regione Umbria, Antonella Iunti, Dirigente Ufficio scolastico Regionale, Oscar Proietti, Responsabile tecnico-scientifico ITS Umbria Academy, Cesare Ceraso, Managing Director De Walt Industries Tools segue

Pubblicato in Economia

(CIS) – Perugia mag. - – Pubblicato sul B.U.R. del 25 maggio il bando di Bridge to Digital. Una misura, quella deliberata dalla Giunta della Regione Umbria, volta a favorire la transizione digitale delle micro e piccole imprese e dei liberi professionisti. Stanziati 3 milioni di euro allo scopo di sostenere gli operatori economici del territorio e favorire un processo di transizione digitale che permetta ai beneficiari di proporsi sui mercati nazionali ed internazionali e di meglio resistere agli shock strutturali, quali appunto la pandemia Covid-19. Oggetto della misura sono diverse tipologie di innovazione digitale: piattaforme B2B, B2C, e-commerce e delivery, showroom e vetrine virtuali, piattaforme virtuali per l'export, sistemi di smart working e di lavoro in condivisione, smart place, sistemi di archiviazione dei dati nel cloud (data warehouse/data lake) e relativi strumenti di business intelligence/analytics, cyber security, piattaforme virtuali per l'export, sistemi di digital payment e digital finance. La valutazione delle domande sarà effettuata in base all'ordine cronologico di presentazione secondo una procedura di selezione di tipo valutativo a sportello. Per garantire la massima trasparenza la compilazione della domanda di ammissione alle agevolazioni potrà essere effettuata mediante accesso all'indirizzo https://serviziinrete.regione.umbria.it già a decorrere dalle ore 10:00:00 del 15 giugno 2020 e fino alle ore 12:00:00 del 29 giugno 2020, l'invio della domanda di ammissione alle agevolazioni invece all'indirizzo http://trasmisione.bandi.regione.umbria.it a decorrere dalle ore 10:00:00 del 22 giugno 2020 e fino alle ore 12.00:00 del 29 giugno 2020. L'Assessore Michele Fioroni, soddisfatto dello strumento, ha dichiarato che "la Regione Umbria mette a disposizione 3 milioni di euro per sostenere il sistema imprenditoriale e il tessuto economico umbro e favorirne la competitività. L'emergenza sanitaria ci ha dimostrato che le aziende più strutturate da un punto di vista digitale hanno saputo meglio rispondere alla crisi, vogliamo dunque che il nostro tessuto economico sappia reagire alle difficoltà ed al contempo supportarlo nell'affrontare le sfide dei mercati nazionali ed internazionali". Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Bando bridge to digital pubblicato sul b.u.r. del 25 maggio. 3 milioni di euro per sostenere gli operatori economici e favorire processo di transizione digitale
What do you want to do ?
New mail
Bando bridge to digital pubblicato sul b.u.r. del 25 maggio. 3 milioni di euro per sostenere gli operatori economici e favorire processo di transizione digitale
Pubblicato in Economia

(CIS) – Terni/Perugia mag. - "Il Ministero dello sviluppo economico si appresta ad aprire un tavolo di confronto sulla questione AST". Lo ha dichiarato il Presidente del gruppo regionale del M5S Thomas De Luca. "Stamani mi sono confrontato con il Sottosegretario di Stato al Ministero dello sviluppo economico Alessandra Todde, ricevendo l'ennesima conferma di come l'attenzione del Governo Conte sia massima rispetto agli sviluppi che riguardano il futuro del polo siderurgico di Terni. L'apertura di un tavolo di confronto – e' detto in una nota - è il primo passo per conoscere le reali intenzioni di Thyssenkrupp ed avere conferme ufficiali rispetto ad eventuali trattative con soggetti interessati all'acquisizione del polo produttivo ternano, considerando che le priorità rimangono quelle del mantenimento dei livelli occupazionali e le prospettive legate all'articolata questione ambientale. Una situazione che in queste ore sta destando preoccupazione per migliaia di famiglie e su un'intera comunità e per la quale unitariamente Comune di Terni, Regione Umbria e Governo nazionale sono chiamati a fare la propria parte". Sulla situazione Acciaierie erano gia' intervenuti la Presidente della Regione Tesei e il Sindacato di base, dopo l'allarme venuto dalla dichiarazioni dei vertici di TK che sogliono riorganizzare le produzione (anche dopo la crisi economicamondiale, dovuta alla pandemia Covid-19 - ndr-)  negli impianti del gruppo, cercare un partener e anche la possibilita' di vendita del polo dell'acciaio ternano. Fonte com

What do you want to do ?
New mail
AST TERNI: al MISE confermata apertura di un Tavolo: Massima attenzione su livelli occupazionali e questione ambientale
What do you want to do ?
New mail
AST TERNI: al MISE confermata apertura di un Tavolo: Massima attenzione su livelli occupazionali e questione ambientale
Pubblicato in Economia

(CIS) – Terni mag. - Le decisioni di Thyssenkrupp, col tentativo di sfilarsi da Terni, rischiano di minacciare seriamente il futuro dell'occupazione del territorio e le prospettive industriali del sito produttivo ternano. USB (Unita' sindacale di base) delle Acciaierie "si chiede che fine abbiano gli impegni presi nell'ambito del piano industriale presentato nel 2019 che avrebbe dovuto garantire piena occupazione e lavoro attraverso investimenti ingenti a conferma della strategicità del sito produttivo dell'AST di Terni. Thyssenkrupp faccia sparire dal tavolo la minaccia di vendita e concretizzi un impegno basato su un quadro industriale vero, capace di rilanciare il territorio e garantire prospettive che si vedono oggi adombrate dal cosidetto "Piano per l'acciaio" del colosso tedesco che ha già dichiarato 3000 esuberi in ambito globale per garantirsi profitto e competitività anche alla luce del fallimento della fusione con l'Indiana Tata del comparto dell'acciaio di Thyssenkrupp. Il sindacato dei lavoratori delle Acciaierie in una nota rigetta le Minacce di vendita e chiede subito in incontro a livello Ministeriale. Anche la Regione con una dichiarazione della presidente Tesei aveva sollecitato incontri con l'azienda per verificare le decisioni del gruppo TK, che alla luce della situazione di crisi del comparto acciaio, vuole riprogrammare la sua presenza in Umbria, alla ricerca o di un parteners o la vendita. segue

Pubblicato in Economia

(CIS) – Roma, mag. – dalla news letters Informazione fiscale - Sospensione versamenti e adempimenti, nuove date di scadenza: si riscrive ancora il calendario fiscale 2020 con l'approvazione (ma  non la bollinatura da parte del Mef e dei suoi tecnici) del Decreto Rilancio, che ha ottenuto per ora solo l'ok nel Consiglio dei Ministri del 13 maggio 2020. La pubblicazione del testo Ufficiale dara' date certe, quando sara' in Gazzetta; ora qualche delle novità contenute nella bozza aggiornata,  sottolinea la newsletters. Oltre al rinvio al 16 settembre di quanto dovuto fino al 31 maggio per avvisi bonari ad adesioni, le modifiche si sostanziano nelle seguenti disposizioni: un rinvio generalizzato al 16 settembre di quanto ordinariamente dovuto per Iva e ritenute anche previdenziali ed assistenziali al 31 maggio, già sospeso con i precedenti decreti; una sospensione fino al 31 agosto di quanto dovuto per i carichi AdER, Agenzia delle Entrate Riscossione; un rinvio al 10 dicembre per quanto dovuto nel 2020 per "Rottamazione Ter" e "Saldo e Stralcio", come prevede l'art. 165 della norma. Questo quanto si legge su una Newsletter di Informazione fiscale. Fonte com abstract

What do you want to do ?
New mail
Scadenze fiscali: calendario del decreto Rilancio ancora al MEF; rottamazione Ter e saldo-stralcio al 10 dicembre.
What do you want to do ?
New mail
Scadenze fiscali: calendario del decreto Rilancio ancora al MEF; rottamazione Ter e saldo-stralcio al 10 dicembre.
What do you want to do ?
New mail
Scadenze fiscali: calendario del decreto Rilancio ancora al MEF; rottamazione Ter e saldo-stralcio al 10 dicembre.
What do you want to do ?
New mail
Scadenze fiscali: calendario del decreto Rilancio ancora al MEF; rottamazione Ter e saldo-stralcio al 10 dicembre.
Pubblicato in Economia
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 502

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information