City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani


(CIS) – Perugia feb. -– "È finalizzata al finanziamento di nuovi interventi per la ricerca e l'innovazione, a favore di progetti di imprese agroalimentari operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione, la somma di 830mila euro che la Giunta ha iscritto nel bilancio regionale, in attuazione dell'Accordo Stato-Regioni dell'ottobre 2018 per il rilancio degli investimenti pubblici". Lo ha comunicato il vicepresidente della Regione Umbria e assessore all'Agricoltura, Roberto Morroni, evidenziando che "la Regione ha voluto cogliere l'opportunità preziosa offerta dall'intesa per aiutare la crescita e lo sviluppo del territorio, indirizzando le risorse al potenziamento e alla valorizzazione delle filiere produttive agroalimentari, punto di forza dell'agricoltura e dell'economia del territorio". "Sono risorse importanti, con cui possono essere finanziati nuovi investimenti – ha spiegato Morroni - che le imprese devono realizzare necessariamente nel 2022, nel rispetto dei vincoli fissati nell'accordo"."Le imprese agroalimentari umbre verranno chiamate a partecipare a una manifestazione di interesse con gli stessi obiettivi e condizioni di ammissibilità stabiliti per l'intervento 4.2.3 del Programma di sviluppo rurale, finanziato con le risorse aggiuntive Euri, che incentiva l'introduzione di investimenti innovativi volti a migliorare e ottimizzare la sostenibilità di processo o di prodotto, a stimolare il riutilizzo e il riciclo di materiali e dei prodotti esistenti, orientando l'intero comparto verso l'economia circolare".  segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Ancona/Dubai feb. - Tra le eccellenze delle Marche a Dubai c'è anche una scuola: l'IIS Galilei di Jesi si trova infatti all'Expo science Asia (Esa), evento scientifico considerato il maggiore degli Eau, presso il "The cultural & scientific association" di Dubai, a cui partecipano 800 giovani scienziati da più di 30 Paesi provenienti da tutto il mondo. Questa mattina la delegazione istituzionale della Regione Marche guidata dal vicepresidente Mirco Carloni alla quale si sono uniti anche l'assessore al Bilancio Guido Castelli ed il consigliere regionale Carlo Ciccioli, ha fatto visita agli studenti per vedere le 4 progettualità nei settori chimico e ambientale selezionate nell'ambito di un concorso nazionale, accreditato dal Miur, "I giovani e le scienze", in cui l'istituto scolastico da anni si distingue con brillanti risultati. Il Galilei è presente con 12 studenti accompagnati da 3 supervisor, il dirigente professor Luigi Frati, la professoressa Milva Antonelli e il professor Massimiliano Loroni e costituisce gran parte dell'intera delegazione italiana partecipante all'evento, composta in tutto da 18 studenti, 7 supervisor e un capodelegazione, il dottor Albero Pieri segretario generale della Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche (Fast) di Milano. "Questi ragazzi – ha detto Carloni – rappresentano nel mondo l'ingegno e la creatività dei marchigiani e la speranza di un futuro più sostenibile.  segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Ancona-Dubai feb. - La magia della pasta marchigiana pettinata sul dorso del coltello incanta Dubai con la manualità, l'artigianalità, la tradizione e la storia del primo laboratorio artigianale nato a Campofilone. Anche se la settimana della Regione Marche comincerà ufficialmente domani, si è svolto in anteprima, il primo evento legato alle eccellenze del nostro territorio organizzato dall'azienda Spinosi di Campofilone. In una sala del prestigioso Hotel Shangri-LA si è svolto uno showcooking "Dal seme agli Spinosini" per promuovere appunto gli "Spinosini", un prodotto d'eccellenza del pastificio marchigiano che ha fatto conoscere al mondo anche i famosi maccheroncini, la prima ed unica pasta all'uovo italiana ad ottenere il riconoscimento IGP. "Portiamo esempi di successo – ha detto il vicepresidente Mirco Carloni - sugli scenari internazionali per farli crescere ancora". All'iniziativa è voluto intervenire anche il Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, anche lui in missione a Dubai, accolto dal vicepresidente e assessore alle Attività produttive Carloni a capo della delegazione della Regione. "Un ringraziamento all'assessore Carloni – ha detto il Ministro – per l'ottima collaborazione instaurata all'insegna della correttezza. Da parte sua c'è sempre stato un grande interesse nella tutela delle produzioni della sua bellissima regione. Il nostro è un Paese che quando si apre al mondo e mostra quello che fa non ha rivali su molti fronti, ma in particolare sull'agroalimentare". segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Perugia feb. - La presidente ha aggiunto che "Con le associazioni di categoria e i sindacati, dopo aver condiviso l'impostazione del Piano regionale, condividerò la messa a terra di questi progetti che avranno una ricaduta positiva forte sul lavoro e le imprese del territorio". Particolare ringraziamento al CNA "per l'analisi effettuata sul Pnrr e l'aver riconosciuto alla Regione di aver svolto un lavoro eccellente". Il lavoro ora procederà su un "doppio binario. Da una parte per l'attuazione degli interventi finanziati, sostenuta dal rafforzamento della macchina regionale e delle partecipate, con apposite task force, il contributo di 22 professionisti esperti e l'utilizzo delle opportunità di rafforzamento del personale che offre il Pnrr Sanità. A sostegno degli altri Enti attuatori, Comuni e Province, è già stata sottoscritta una convenzione con Anci ed è già stato aperto un confronto concreto con la neo presidente dell'Upi, Laura Pernazza". Secondo binario quello della prosecuzione "del lavoro negoziale e di partecipazione ai bandi su progettualità coerenti con il Pnrr regionale". "Ritengo concreta – ha detto la presidente Tesei, come si legge in una nota – la possibilità di realizzare una grande centrale a idrogeno a Terni, al servizio di Ast, rendendo più competitive le Acciaierie, e dell'Hydrogen Valley progettata dal sindaco di Terni Latini, a beneficio di tutto il territorio regionale. segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Perugia feb. - – "Sono già 39 i progetti dell'Umbria finanziati con le risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza, per un valore di 1,57 miliardi di euro: un totale già molto rilevante e sicuramente destinato a crescere, frutto di un lavoro straordinario che la Regione ha portato avanti e che continua per intercettare ogni risorsa utile in modo da invertire la rotta, dopo anni di incredibile declino, e costruire l'Umbria che mancava, in termini di mobilità, sviluppo, lavoro, occupazione per i giovani e le donne". Lo ha affermato la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, facendo il punto sullo stato di attuazione del piano regionale di ripresa e resilienza, a dieci mesi esatti – ha ricordato – dalla sua presentazione al presidente del Consiglio dei Ministri Draghi. "Il Pnrr Umbria – ha rilevato la Presidente – è stato disegnato con la chiara visione di attraverso risorse, secondo le linee nazionali ed europee, con la logica di fungere da acceleratore della nostra economia e superare alcune carenze storiche della nostra regione, che ne hanno impedito lo sviluppo, al punto da essere decretata come la peggiore d'Italia per perdita di Pil dal 2000 al 2019". "Il nostro lavoro si è caratterizzato per una intensa attività di rappresentazione dei nostri progetti ai Ministeri interessati – ha proseguito – conseguendo intanto già finanziamenti per 39 progetti, dall'edilizia scolastica, alla sanità, al sociale, rigenerazione urbana, mobilità, aree interne, impianti sportivi, all'idrogeno, ai borghi, allo sviluppo socioeconomico nell'area del sisma.  segue

Pubblicato in Economia


(CIS) : Ancona, feb. - Le manifestazioni di interesse al bando delle Marche hanno fatto registrare 68 progetti, di cui 39 di ATS singoli e 29 di ATS associati, 17 in più rispetto alle Previsioni del Piano Operativo. Si è ritenuto comunque di trasmettere al Ministero tutte le proposte nei giorni scorsi. Dei 32 milioni complessivi, 12,8 fanno parte dell'investimento 1.1 che comprende: 2,7 milioni per 13 progetti di "Sostegno alle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini", 7,4 milioni per 3 progetti finalizzati all' "Autonomia degli anziani non autosufficienti",1,7 milioni per 5 progetti di "Rafforzamento dei servizi sociali domiciliari per garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l'ospedalizzazione", 1 milione per 5 progetti di "Rafforzamento dei servizi sociali e prevenzione del fenomeno del burn out tra gli operatori". Altri 12 milioni, infine - spiega la nota - , comprendono 17 progetti di percorsi di autonomia per persone con disabilità, 8 milioni per 4 progetti di housing first (inserimento diretto in appartamenti indipendenti di persone senza dimora) e 4 progetti di centri servizi per la presa in carico di cittadini in situazione di povertà e marginalità estrema. "La Regione Marche continuerà ad affiancare gli Ambiti- ha concluso Saltamartini - fornendo il supporto necessario ad ottimizzare il più possibile le opportunità offerte dalle risorse del PNRR e garantendo l'interfaccia nella fase di redazione e presentazione dei progetti con le strutture ministeriali competenti". fonte com abstract 

Pubblicato in Economia


(CIS) Ancona, feb. - Dopo l'approvazione dell'atto programmatorio sul PNRR Sanità, anche per l'ambito sociale sono previste importanti opportunità: è stato emanato un bando di 32 milioni di euro per finanziare 51 progetti destinati ai 23 Ambiti territoriali sociali delle Marche. La somma è stata assegnata alle Marche in favore delle Proposte di intervento da parte degli Ambiti Sociali Territoriali da finanziare con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)."E' un ulteriore mole di risorse che si spalmerà sui territori – ha affermato l'assessore alla Sanità e Servizi sociali, Filippo Saltamartini - in un'ottica di reale integrazione socio-sanitaria e di riequilibrio delle prestazioni dei servizi nelle diverse aree. Si tratta di un altro cambio di passo che la Regione ha invitato a cogliere da parte degli Ambiti sociali come preziosa opportunità, attivando negli ultimi due mesi un'azione di sensibilizzazione degli ATS finalizzata alla presentazione di progetti dove possibile coordinati ."In particolare si tratta della Missione 5 "Inclusione e coesione" in tema di "Infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore" e "Servizi sociali, disabilità e marginalità sociale" che vede una dotazione finanziaria nazionale di 1 miliardo e 450 milioni per la quale il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali aveva approvato a dicembre 2021 l'apposito Piano Operativo. Fonte com ALTRA NOTIZIA

Pubblicato in Economia


(CIS) – Ancona, feb. - Altri 36 progetti finanziati nell'ambito della graduatoria dell'Avviso Creazione d'impresa per l'Area di crisi complessa Piceno-Val Vibrata e cio' determina un incremento delle risorse messe in campo dalla Regione Marche per un totale di 732.500 euro, che si aggiungono ai 1,5 milioni con cui erano state finanziate le prime 80 imprese, lo scorso ottobre, attraverso l'utilizzo dei fondi comunitari della Programmazione regionale del Por FSE 2014/2021. Lo si legge in una nota regionale. Un provvedimento che si è reso necessario dato l'enorme afflusso di richieste pervenute, di gran lunga superiore alle risorse stanziate nella prima e unica finestra temporale aperta il 15 giugno e chiusa il 31 luglio. 36 nuovi progetti erano risultati idonei ma non finanziabili per esaurimento delle risorse. "Si tratta – ha spiegato l'assessore alle Aree di crisi industriali, Guido Castelli - di un altro ulteriore segno tangibile di sostegno a un territorio che ha già subito gli effetti della crisi economica e del sisma, aggravati oggi dall'emergenza Covid. L'obiettivo resta quello di fare emergere le virtù e l'ingegno dei marchigiani, da sempre fonte inesauribile di idee. Dare lo slancio alla creazione di nuove imprese o studi professionali significa molto in termini fattuali e rappresenta un segnale anche per i giovani, spesso costretti ad andarsene dal proprio luogo d'origine per realizzarsi professionalmente. Come già ricordato, una particolare premialità è stata riconosciuta alle nuove aziende che nasceranno nella zona del cratere sismico, al fine di favorire rilancio e rivitalizzazione". segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Perugia feb. - "Alcune organizzazioni sindacali invece di tutelare gli interessi dei lavoratori preferiscono fare da cinghia di trasmissione del partito politico di riferimento, defenestrato in Umbria da vicende non proprio commendevoli e spargono veleno continuando nel disfattismo a buon mercato. La CGIL di settore che sosteneva le precedenti amministrazioni quando demolivano la FCU, indebitavano le vecchie aziende trasporti ed Umbria Mobilità ben oltre il limite che in aziende private porta diritti alla bancarotta, ne privatizzavano i rami d'azienda, chiudendo la ferrovia storica dell'Umbria fra vicende romanzesche che meriterebbero approfondimenti con circostanziate tesi di laurea, oggi ci accusa di non averla riaperta da Sansepolcro a Terni con un colpo di bacchetta magica, ignorando totalmente quali sono le procedure del PNRR, quali sono i meccanismi molto complessi nella realizzazione di strutture ferroviarie, quali sono gli attori che intervengono, i finanziamenti, le progettazioni, le autorizzazioni, le convenzioni, le gare di appalto." Lo si legge in una nota dell'assessore regionale ai trasporti Enrico Melasecche, inviat a alla stampa. "Prima di parlare di certi argomenti consiglio di studiare bene la materia, informandosi bene, per poi addentrarsi nei giudizi relativi con un minimo di cognizione di causa.  segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Perugia feb. - Sostenibilità, gestione del rischio e gestione dei finanziamenti pubblici: sono questi i temi al centro della nuova offerta formativa messa a punto dall'Università degli Studi di Perugia e da Sistemi Formativi Confindustria Umbria, a valere sul bando "Skills" della Regione Umbria. Tre i percorsi, dedicati rispettivamente alla formazione di Industrial sustainability specialist, Risk and business continuity manager e Industrial fundraiser, articolati in 450 ore di lezione teorica in aula e 6 mesi di tirocinio in aziende primarie del territorio. Si tratta di corsi di alta specializzazione, che – spiega una nota - hanno l'obiettivo di formare nuovi profili professionali adeguati alle trasformazioni della manifattura in chiave Industria 4.0 e rispondenti ai bisogni del mutato scenario competitivo globale. In particolare, il corso Risk and business continuity manager è volto all'analisi dei processi gestionali per identificare e valutare in anticipo il potenziale di rischio per l'organizzazione, al fine di evitare o mitigare i rischi che potrebbero compromettere l'attività aziendale. segue

Pubblicato in Economia
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 10 di 547

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information