City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

(CIS) - Perugia ago. - I passeggeri in arrivo domani Venerdì da Malta con volo Ryanair FR8298 in partenza alle 14.45 (arrivo al San Francesco alle 16.20), verranno sottoposti a controlli con tampone. Infatti persone sanitario (infermieri e medici) effettueranno tamponi ai passeggeri in arrivo con il volo da Malta, come ha reso noto l'assessore regionale alla sanita' Luca Coletto, anche in considerazione delle disposizioni ministeriali. "Dopo aver informato la Prefettura e la Questura di Perugia - ha detto l'assessore - abbiamo deciso di effettuare i tamponi direttamente in aeroporto anche perche' l'ordinanza e' entrata invigore da poche ore e molti di loro potevano none ssere informati nel modo opportuno. Domani quindi al San Francesco di Perugia, con l'aiuto di volontari della protezione civile, il personale sanitario effettuera' i tamponi ai passeggeri che comunque dovranno rimanere in isolamento fiduciario fino al momento dell'esito dell'esame. In pratica dopo il tampone, il soggetto potra' rientrare nella propria abitazione, rimanendovi fino ad informazione sull'esito del tampone. abrastra fonte com
Tamponi per passeggeri provenienti da Malta: da domani al "San Francesco"
Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Roma, ago. - Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato ieri 12 agosto 2020 un'ordinanza che prevede l'obbligo di presentare un test molecolare o antigenico, con risultato negativo, effettuato per mezzo di tampone nelle 72 ore antecedenti l'ingresso in Italia, oppure l'obbligo di sottoporsi al tampone al momento dell'arrivo (con test rapidi che saranno sperimentalmente adottati nei principali aeroporti) o nelle 48 ore dal rientro in Italia per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna. Lo prevede l'ordinanza ministeriale. "Dobbiamo continuare sulla linea della prudenza per difendere i risultati raggiunti negli ultimi mesi con il sacrificio di tutti" ha dichiarato Speranza. fonte com

What do you want to do ?
New mail
Covid-19: ordinanza ministro Speranza. Obbligo test/tampone per chi rientra da Grecia, Croazia, Malta e Spagna
What do you want to do ?
New mail
Covid-19: ordinanza ministro Speranza. Obbligo test/tampone per chi rientra da Grecia, Croazia, Malta e Spagna
Pubblicato in Cronaca


(CIS) - Ancona, ago. - Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta anche nelle Marche. Questa mattina così come si stava già facendo in Emilia Romagna e in Campania, il presidente della Regione Marche aveva dato disposizione di predisporre un'ordinanza per i turisti marchigiani in rientro dalle vacanze. L'iniziativa si è però fermata, in seguito alla notizia che il governo, in accordo con la Conferenza delle Regioni, sta preparando un'ordinanza nazionale in grado di dare un quadro unitario di regole e criteri in tutta Italia. Il provvedimento prevede che chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta dovrà sottoporsi al tampone negli aeroporti, porti, luoghi di confine o, entro 48 ore dall'ingresso nel territorio nazionale, presso l'azienda sanitaria di riferimento. fonte com

What do you want to do ?
New mail
Coronavirus/Marche: per i marchigiani che rientrano da Spagna, Grecia, Croazia e Malta, tampone obbligatorio
Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Perugia ago. - E' rientrato dopo pochi minuti l'allarme per un aereo privato sopra il cielo dello scalo internazionale San Francesco di Assisi. Tutto tornato nella norma quindi, ma l'allarme scattato aveva allertato il sistema di sicurezza dello scalo e quello sanitario. Dopo pochi minuti, l'aeromobile ha comunicato il cessato allarme confermato dalla Torre e dai sistemi di sicurezza dello scalo. In relazione alle nuove disposizioni sui rientri da alcuni paesi Ue, (Grecia, Spagna, Croazia e Malta) per l'aumento dei contagi da Coronavirus, (ieri in Italia 481 ndr-) la Regione e il ministero della sanita' hanno inviato note alle quali si devono attenee i soggetti che rientrano da Malta (per lo scalo umbro - ndr-), ossia contattare dalla propria abitazione i servizi USl dai quali avranno indicazioni circa l'eventuale tampone a cui sottoporsi. Nei giorni scorsi sia il volo per Bruxelles che quello per Malta sono decollati in ritardo per problemi tecnici agli aeromobili, poi risoltisi. PP

What do you want to do ?
New mail
Allarme da aereo privato: rientrato dopo pochi minuti. Tutto regolare. Norme sanitarie  per chi rientra da Malta
What do you want to do ?
New mail
Allarme da aereo privato: rientrato dopo pochi minuti. Tutto regolare. Norme sanitarie  per chi rientra da Malta
What do you want to do ?
New mail
Allarme da aereo privato: rientrato dopo pochi minuti. Tutto regolare. Norme sanitarie  per chi rientra da Malta
What do you want to do ?
New mail
Allarme da aereo privato: rientrato dopo pochi minuti. Tutto regolare. Norme sanitarie  per chi rientra da Malta
What do you want to do ?
New mail
Allarme da aereo privato: rientrato dopo pochi minuti. Tutto regolare. Norme sanitarie  per chi rientra da Malta
Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Perugia ago. - E' rientrato dopo pochi minuti l'allarme per un aereo privato sopra il cielo dello scalo internazionale San Francesco di Assisi. Tutto tornato nella norma quindi, ma l'allarme scattato aveva allertato il sistema di sicurezza dello scalo e quello sanitario. Dopo pochi minuti, l'aeromobile ha comunicato il cessato allarme confermato dalla Torre e dai sistemi di sicurezza dello scalo. In relazione alle nuove disposizioni sui rientri da alcuni paesi Ue, (Grecia, Spagna, Croazia e Malta) per l'aumento dei contagi da Coronavirus, (ieri in Italia 481 ndr-) la Regione e il ministero della sanita' hanno inviato note alle quali si devono attenee i soggetti che rientrano da Malta (per lo scalo umbro - ndr-), ossia contattare dalla propria abitazione i servizi USl dai quali avranno indicazioni circa l'eventuale tampone a cui sottoporsi. Nei giorni scorsi sia il volo per Bruxelles che quello per Malta sono decollati in ritardo per problemi tecnici agli aeromobili, poi risoltisi. PP

What do you want to do ?
New mail
Allarme da aereo privato: rintrato dopo chi minuti. Tutto regolare. Norme sanitarie  per chi rientra da Malta
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia ago. - "Nell' attesa di una direttiva nazionale che, si spera arrivi a breve, la Regione Umbria ha già predisposto una propria ordinanza finalizzata a monitorare gli arrivi in Umbria di soggetti provenienti dalle nazioni più interessate dal covid-19 e che comunque, pur non limitando gli ingressi, li renda tracciabili, così da circoscrivere eventuali cluster con interventi rapidi e mirati": la notizia arriva dall'assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, con la precisazione che i tempi per l'emanazione dell'ordinanza regionale sono slittati visto che il ministro della Salute, Roberto Speranza, in sede di Conferenza Stato-Regioni ha proposto – come si legge in una nota - l'emanazione di un'ordinanza nazionale, condivisa a stretto giro dalle Regioni stesse."Per privilegiare una questione di omogeneità sul territorio nazionale la Regione Umbria ha deciso di condividere la proposta del Governo con l'auspicio che si concretizzi in tempi rapidi". "A livello regionale, vista la crescita del numero delle persone positive al Covid – ha spiegato l'assessore – riteniamo che sia necessario rafforzare l'attenzione sugli arrivi dai paesi che in questo momento sono a rischio, imponendo delle regole ferme. I nuovi casi di positività riscontrati infatti, hanno avuto origine fuori dall'Italia, quindi diventa indispensabile mettere in campo interventi mirati per isolare tempestivamente i soggetti positivi che arrivano in Umbria". segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Assisi ago. – Una frode milionaria: due milioni e mezzo di ricavi non dichiarati e più di un milione e trecentomila euro di imposte evase: questo è quanto appurato dalla Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Perugia al termine di una complessa attività d'indagine, coordinata dalla Procura di Perugia, durata tre anni. Sono state complessivamente denunciate 11 persone per diversi reati fiscali, tra cui l'emissione di fatture false e l'occultamento di documenti contabili. L'operazione, svolta dai militari della Tenenza di Assisi, ha permesso di svelare – e' detto in una nota - un sistema fraudolento messo in atto da tre diverse aziende, operanti principalmente nel commercio dei "pallet" (ossia i cosiddetti "bancali"), i cui responsabili erano dei meri prestanome sostanzialmente nullatenenti, uno dei quali addirittura residente nei locali della Caritas. Il reale amministratore delle imprese tesseva le fila della frode, che consisteva nell'acquistare, completamente "in nero", diversi pallet usati (se non addirittura rubati), per poi richiedere, a delle società esistenti solo sulla carta, delle fatture false attestanti l'acquisto, così da potere irregolarmente dedurre i costi sostenuti. La frode ha permesso ai responsabili di vendere i bancali a prezzi notevolmente inferiori a quelli di mercato. Nel complesso, le diverse imprese facenti parte del sistema hanno evaso I.V.A. per valori superiori al milione di euro. L'attività della Tenenza di Assisi ha permesso di smantellare un sodalizio criminoso operante all'interno della Regione, a conferma del ruolo svolto dal Corpo della Guardia di Finanza nella lotta all'evasione fiscale e a tutela degli interessi finanziari di Stato e cittadini. Fonte com abstract

What do you want to do ?
New mail
Nullatenenti usati come scudo: l'operazione "black pallets" Gdf Assisi pone fine a una frode fiscale
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Roma, ago. – Chi e' iscritto ad un ordine professionale e quindi svolge le attivita' previste dalla sua formazione deve obbligatoriamente comunicare la propria e-mail PEC all'ordine di riferimento. Lo ribadisce una nota dell'Ordine regionale dei Giornalisti, dopo l'entrata in vigore della disposizione del 17 luglio con il Decreto legge n. 76/2020, recante Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale, con il quale viene introdotta un'importante misura finalizzata a favorire l'utilizzo della posta elettronica certificata da parte degli iscritti all'Albo ed elenchi annessi. Come è noto il Decreto Legge n. 185/2008, convertito con modificazioni della Legge n. 2/2009, ha stabilito l'obbligo a carico di ogni iscritto di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata e di comunicarlo all'Ordine di appartenenza. Il nuovo Decreto ha introdotto una nuova disciplina che prevede, nell'ipotesi che l'iscritto non comunichi il proprio indirizzo PEC, l'invio da parte del Consiglio dell'Ordine di una diffida ad adempiere entro 30 giorni e, in caso di mancata ottemperanza alla diffida, la sospensione dal relativo Albo o elenco, fino alla comunicazione dello stesso domicilio. L'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria avvierà a breve le verifiche e interverrà per quanto di competenza, secondo il dettato del nuovo comma 7-bis (D.L. n. 76/2020, art 37, lettera e)). Ti invitiamo, pertanto, a comunicare alla segreteria dell'Ordine l'indirizzo PEC e ti ricordiamo che all'indirizzo https://www.odg.it/convenzioni potrai trovare indicazioni per l'attivazione della Pec in convenzione. Com fonte abstract

What do you want to do ?
New mail
Obbligatorio inviare propria e-mail PEC a ordine professionale di riferimento
What do you want to do ?
New mail
Obbligatorio inviare propria e-mail PEC a ordine professionale di riferimento
What do you want to do ?
New mail
Obbligatorio inviare propria e-mail PEC a ordine professionale di riferimento
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Corciano (Pg) ago. - "WiFi4EU è un progetto che ha lo scopo di fornire la connettività Wi-Fi pubblica gratuita in tutta l'Unione Europea e Corciano, avendo partecipato e vinto il II Bando EU ha ottenuto un voucher del valore di 15mila euro". A dirlo, l'assessore comunale all'innovazione tecnologica Andrea Braconi che ufficializza il nuovo servizio già attivo negli spazi pubblici individuati dall'amministrazione come i più adatti ad essere utilizzati da residenti e visitatori. "Lo scopo della rete WiFi4EU – spiega ancora Braconi, come in una nota – il cui nome è stato stabilito dalla Commissione europea proprio per renderlo riconoscibile in tutta Europa, è fornire un servizio di pubblica utilità grazie all'installazione di hotspot in piazze, biblioteche, parchi ed edifici pubblici, così da consentire agli utenti, siano cittadini ma anche turisti, di navigare su internet gratuitamente. Da tempo – aggiunge l'assessore – il nostro Comune aveva installato hotspot comunali nella sede municipale e nella Biblioteca 'G.Rodari', ma ora il servizio è stato esteso e potenziato". I beneficiari di WiFi4EU, in pratica, potranno collegarsi – cercando tra le connessioni WiFi del proprio dispositivo mobile quella denominata "WIFI4EU" - e con lo stesso login accedere a tutti gli hotspot d'Europa, senza bisogno di registrazioni o password. "Partendo dalla considerazione che internet è fondamentale nello sviluppo culturale, sociale, turistico ed economico delle comunità – dice ancora Braconi – l'intento dell'amministrazione è continuare a incrementare questo servizio raggiungendo anche le zone più periferiche, soprattutto laddove il collegamento è con la fibra".  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia/Grosseto ago. – Le due citta', Perugia e Grosseto vicine e unite, nelle celebrazioni del martire San Lorenzo, patrono delle due citta'. A Grosseto (Duomo del 1294) il vescovo Rodolfo ha ricordato le popolazioni matoriate dal Covid e dalle guerre, chiedendo preghiere per il Libano. Presente il sindaco Vivarelli Colonna. Quest'anno non e' stata celebrata la tradizionale processione per le vie della citta', perche' viviamo nel momento della "prudenza e nella carita' che impegna tutti a rispettare le regole". A Perugia nella cattedrale di San Lorenzo il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della CEI, ha ordinato tre diaconi permanenti. Nell'omelia il presule ha detto «diaconi e credenti in Cristo, in questo tempo di povertà e miseria, fissate il vostro sguardo sul martire Lorenzo che arde di amore per gli altri». Valerio Agostini, della parrocchia di Santa Petronilla, Fabio Costantini, della parrocchia della concattedrale dei Ss. Gervasio e Protasio di Città della Pieve, e Sergio Lucaroni, della parrocchia di Santa Petronilla i tre ordinandi e ai diaconi presenti, il presule, nell'omelia ha rivolto parole di incoraggiamento: «col vostro carisma e l'esercizio del vostro ministero, aiutate la nostra Chiesa ad essere più famiglia, e lasciatemelo dire, più umana, possiate imitare l'ardore di carità, che il Diacono Lorenzo sicuramente attingeva dalla Santa Eucarestia». A tutti i fedeli, il cardinale Bassetti ha detto: «Proprio in questo nostro tempo, in cui povertà e miseria di ogni tipo, stanno emergendo e venendo alla luce, voi Diaconi, e voi tutti credenti in Cristo, non potete non fissare lo sguardo su Lorenzo che arde di amore per gli altri. E particolarmente voi, carissimi ordinandi, seguite i suoi insegnamenti, imitatelo nell'ardore della sua carità e nell'amore ai poveri, ai piccoli, agli ultimi, a coloro che, come dice con una forte espressione il nostro Papa Francesco, sono considerati "scarti" da gran parte della nostra società. Imitando Lorenzo non sbaglierete mai strada, perché egli continuerà sempre ad indicarvi quelli che sono il vero tesoro della Chiesa. Non c'è dubbio che questo tempo di "pandemia" ci abbia aiutati a relativizzare tante cose, tanti pseudo valori su cui ci eravamo tranquillamente adagiati; l'esperienza vissuta, i sacrifici che abbiamo dovuto affrontare, siano per noi l'occasione di una maggiore attenzione al nostro prossimo e di una condivisione più generosa». Fonte com abstract a cura di R.L.

What do you want to do ?
New mail
Perugia/Grosseto: Solennità di San Lorenzo, diacono e martire, titolare delle cattedrali perugina e grossetana
What do you want to do ?
New mail
Perugia/Grosseto: Solennità di San Lorenzo, diacono e martire, titolare delle cattedrali perugina e grossetana
Pubblicato in Cronaca
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 956

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information