City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

(CIS) – Perugia apr.. - "L'organizzazione del sistema del trasporto pubblico in Umbria ha retto senza nessun problema l'impatto con la riapertura delle scuole e questo rappresenta una vittoria per tutti". E' molto soddisfatto l'assessore regionale ai trasporti, Enrico Melasecche per il dato incontestabile che nessun problema si è creato con il riavvio della didattica in presenza nelle scuole dell'Umbria. "Grazie anche all'impegno di moltissimi operatori, lavoratori, volontari e cittadini che nel corso di questi mesi si sono adoperati per cercare di superare la pandemia con sacrifici, impegno e senso di responsabilità – ha sottolineato -. Nel settore dei trasporti l'Umbria si è confermata regione in prima linea nel cercare di prevenire le situazioni di pericolo di contagio, grazie alle misure prese dalle autorità, dalle aziende e dai dipendenti del settore. I controlli dei NAS che hanno riscontrato in Italia irregolarità nella sanificazione dei mezzi, che comunque non hanno mai riguardato ad esempio i treni, come precisa una nota Trenitalia, non hanno mai toccato l'Umbria. Il richiamo costante da parte della Regione nei confronti degli operatori al rispetto rigoroso delle regole stabilite nel corso di questi mesi – ha affermato Melasecche - ha fin qui portato a risultati lusinghieri anche sotto questo aspetto. segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Perugia apr. - Interverranno dalla terra dei santi Benedetto da Norcia e Francesco d'Assisi, il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, e Francesca Di Maolo, presidente dell'Istituto Serafico e coordinatrice della Commissione regionale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace della Ceu, al convegno nazionale "Custodire le nostre terre" promosso dalla Cei sabato 17 aprile, dalle ore 9 alle 13, trasmesso online sul canale YouTube dell'Ufficio Cei per la pastorale della salute (https://tinyurl.com/y378efpp). Un contributo umbro significativo, ma anche della personale esperienza dei due relatori, a un tema di grande attualità come quello della salvaguardia del Creato. Invito a seguire. «Custodire il Creato è un atto di conversione e di amore nei confronti di Dio e del genere umano. A ricordarcelo è il primo racconto biblico della creazione che narra l'amore di Dio per la vita. Nel suo agire, la Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve pone molta attenzione alla sostenibilità ambientale, della salute e del lavoro, in vista dello sviluppo integrale dell'uomo, – commenta il direttore don Marco Briziarelli –, e invito operatori e volontari a seguire questo convegno, promosso anche da Caritas italiana, come proficua occasione di formazione e di crescita umana e cristiana». Finalità del convegno è quella di offrire una riflessione su «salute, ambiente e lavoro» con «sguardo più attento e profetico alla custodia del Creato a sei anni dalla lettera enciclica Laudato si' di papa Francesco sulla cura della Casa comune», si legge nella nota di presentazione redatta dai promotori dell'evento.  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia apr. - Alta formazione per il personale pubblico, investimenti in nuove tecnologie, proiezione sempre più europea, razionalizzazione della gestione amministrativa sono le quattro azioni strategiche che segneranno da quest'anno al 2023 il percorso della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, presieduta dalla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, e guidata dall'amministratore unico, Marco Magarini Montenero. Il nuovo piano formativo, gli investimenti tecnologici e il futuro posizionamento della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica (è, già, in fase di studio un progetto editoriale di webtv), sono stati illustrati oggi nel corso di una video conferenza stampa. In collegamento dalla nuova aula virtuale di cui si è dotata la Scuola, la presidente Tesei e l'amministratore Magarini hanno sottolineato la condivisione di un obiettivo strategico fondamentale: rafforzare il capitale umano della pubblica amministrazione umbra e al contempo perseguire economie di scala per erogare servizi sempre più adeguati ai mutati bisogni dei cittadini e contribuire allo sviluppo economico regionale. "La formazione, soprattutto quella rivolta ai dipendenti pubblici – ha sottolineato la presidente Tesei – rappresenta, strategicamente, un'importante leva di cambiamento. Scuola Umbra ha proposto e sta proponendo, nonostante l'emergenza pandemica, attività formative di primario interesse, confermandosi eccellenza regionale e ponendosi sempre più quale punto di riferimento nazionale, pronto a stringere anche collaborazioni europee. In questa direzione la nuova aula virtuale rappresenta un mezzo straordinario per migliorare ancor più l'offerta didattica in termini sia qualitativi che quantitativi. segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia apr. - "La nostra innovazione sono i giovani. Investimenti, ammodernamento e internazionalizzazione i punti di forza dell'Ateneo" .Quello che poteva rivelarsi un anno difficilissimo per le università italiane a causa del Covid-19 si è trasformato, contrariamente alle aspettative, in uno straordinario boom: i dati a marzo 2021, infatti, recentemente pubblicati dall'Osservatorio Talents Venture nel rapporto "Come sono cambiate le scelte degli immatricolati nell'anno della pandemia?", mostrano che le immatricolazioni in Italia sono passate da 313.194 nell'anno accademico 2019/2020 a ben 327.071 nel 2020/2021, con una variazione positiva media di +13.877." Lo ha detto il rettore dell'Universita' delgi studi di Perugia Maurizio Olivero. "Aumentano anche gli immatricolati fuori sede, sottolinea il rapporto, con un +7% rispetto al 4,5% dello scorso anno e crescono in maniera significativa, nonostante le restrizioni in atto, persino – ha sottolineato - gli studenti provenienti dall'estero (+15%)". Ed è l'Umbria, secondo l'Osservatorio, con un +39%, la regione che ha registrato il maggiore incremento delle immatricolazioni rispetto ai dati dell'anno precedente, davanti a Liguria (+25%) e Sicilia (+13 per cento). L'Università degli Studi di Perugia, in particolare, è l'Ateneo che ha ottenuto, in Italia, l'aumento percentuale maggiore del numero dei suoi immatricolati. Seguono, nell'analisi, Camerino e Foggia (+32%), Genova (+25%), Novedrate e-Campus e Messina (+22%). segue

Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Ancona, apr. - Il Commissario Legnini ha firmato il Decreto per la presentazione delle domande di agevolazione destinate alle attività già presenti nei comuni terremotati."È un'ulteriore linfa per il rilancio socio-economico del cratere che conferma, ancora una volta, l'attenzione del Commissario Legnini a dare pronte risposte alle imprese terremotate". È stato questo il commento con cui Guido Castelli, Assessore con delega alla Ricostruzione della Regione Marche, ha accoto la firma del Commissario Straordinario Giovanni Legnini sul Decreto 159 del 13 aprile che va ad approvare la modulistica relativa alla presentazione di nuove domande per agevolazioni destinate alle imprese colpite dal sisma del 2016. In particolare, si tratta di finanziamenti a tasso zero per investimenti di micro, piccole e medie imprese già presenti nei comuni terremotati sulla base delle misure previste dall'articolo 24 del Dl 189/2016. I finanziamenti, rimborsabili in dieci anni con un periodo di 3 anni di preammortamento, saranno a copertura del 100% degli investimenti fino ad un massimo di 30mila Euro e attingeranno all'incremento di 300 milioni di Euro previsto per il 2021 dall'articolo 57 del Decreto Agosto (Dl 104/2020) per il Fondo per le emergenze nazionali. A gestire i fondi sarà Invitalia, in base alla convenzione dello scorso gennaio con il Mise e lo stesso Commissario. "Una misura importante per sostenere il ripristino e il riavvio di quelle attività economiche che hanno contribuito a creare negli anni – ha detto Castelli - il tessuto produttivo delle zone oggi terremotate e per le quali il sisma si è abbattuto come un 'cigno nero', dopo la crisi del 2009, mettendo a repentaglio intere filiere". segue

Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Perugia apr. - – La presidente del Centro per le Pari Opportunità (Cpo) della Regione Umbria, Caterina Grechi, ha inviato una lettera ad Alessandra Galloni, nominata alla direzione dell'agenzia di stampa Reuters, e alla presidente del Cnr, il Consiglio nazionale delle Ricerche, Maria Chiara Carrozza, esprimendo loro le più sentite congratulazioni per le loro recenti nomine, che rappresentano – ha rilevato - per tutte le donne di questo Paese un tangibile esempio di "rottura di soffitti di cristallo" e, per le future generazioni, un modello di crescita personale e professionale. Con l'occasione – si legge in una nota - , la presidente del Cpo ha chiesto sin da ora la loro disponibilità ad intervenire ai prossimi eventi che il Centro Pari Opportunità ha intenzione di realizzare sulle tematiche legate alla sostenibilità e alle politiche di genere contenute nell'Agenda 2030, per mettere a disposizione di un pubblico più vasto possibile la preziosa esperienza delle due professioniste. Fonte com abstract

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia apr. - "Qualche giorno fa avete letto (giornali e Social) che il Presidente dell'Ordine Nazionale, Carlo Verna, e anche l'Fnsi, si sono rivolti al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al Ministro della Giustizia Marta Cartabia, per sollecitare interventi sulle violazioni del Segreto delle fonti giornalistiche attuate da magistrati di Trapani, Locri e Ancona a danno di cronisti non indiziati di alcun reato, ma soltanto impegnati in inchieste di sicuro rilievo. Cronisti intercettati e sottoposti a controlli dei computer e dei cassetti redazionali e domestici. Il Ministro Cartabia ha avviato rapidi accertamenti. Gli esiti sono attesi da un momento all'altro." Gianfranco Ricci collega umbro al Consiglio Nazionale dell'Ordine ha informato della storica sentenza noi tutti. "Per un coincidente incastro di eventi proprio nei giorni dei fatti segnalati ai vertici dello Stato, la Corte Europea per i Diritti dell' uomo (CEDU, Strasburgo) ha pubblicato una storica Pronuncia. Eccola: ''L'accesso ai dati telefonici di un giornalista, deciso dalle autorità giudiziarie nazionali per individuare l'autore di un reato, è una sicura violazione – punibile - dell'articolo 10 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo che assicura il diritto alla libertà di espressione, con particolare riguardo alla libertà di stampa''. La professoressa Marina Castellaneta, Docente di Diritto Internazionale all'Università di Bari, commenta: 'Strasburgo ha blindato le fonti giornalistiche da ingerenze delle autorità nazionali, compiendo un ulteriore rafforzamento della della libertà di stampa, essenziale non solo per permettere al giornalista l'esercizio della libera espressione, ma anche per consentire alla collettività di ottenere informazioni di interesse generale, fondamentali per la democrazia nel suo insieme." segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Roma, apr.- 806 nuovi casi in piu' su ieri; oggi i contagi sono stati 16.974 contro i 16.168 di ieri. Tamponi effettuati, 319.633 (ieri 334.766) tasso di positività al 5,3%, in risalita dal 4,8%. I decessi sono 380 in flessione su ieri (469). Ricoveri in calo, cosi' nelle T.I. Crescono i guariti; in isolamento sono 481.019, in calo. La Lombardia, come da nota del Ministero della Salute, registra oggi 2.722 casi, e 65 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -42, ricoveri -202. In Campania 2.224, 40 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +9, ricoveri -28; guariti 2.168. In Puglia 1.867 nuovi casi; 39 i decessi. Saldo ospedalizzati: -36. La Sicilia fa registrare oggi 1.450 nuovi casi e 6 decessi. Sono oltre 30 mila i tamponi effettuati. Palermo provincia con 315 contagiati. Il Lazio su oltre 16 mila tamponi (-1.958) e oltre 17 mila antigenici per un totale di oltre 33 mila test, registra 1.330 casi positivi (+100), 46 i decessi (-3) e +1.885 i guariti. Stazionari i contagi a Roma; 600 oggi. Il Piemonte registra 1.264 nuovi casi; 26 i decessi. I ricoverati in terapia intensiva sono 311. Nei reparti, 3.312; in isolamento sono 20.718. L'Emilia Romagna registra 1.150 (su 25.696 tamponi). I ricoveri scendono Ti -5, ricoveri -126; 33 i decessi. Il Veneto registra 1.085 nuovi contagi e 23 decessi, in linea con l'andamento degli ultimi giorni. L'indice Rt è di 0.81, l'incidenza dei contagi è di 134 su 100 mila abitanti. La Calabria vede 560 nuovi casi e 5 decessi. +4, i ricoveri. Segue la Liguria con 407 nuovi casi e 14 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri -17, poi le Marche con 326 nuovi casi e 19 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -17, ricoveri -202. segue

Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Perugia apr. - – Sono 217.565 le somministrazioni di vaccino effettuate in Umbria al 14 aprile. Di queste, 26.624 dosi sono state somministrate ai soggetti di età compresa tra i 70 e 79 anni, 74.770 ai cittadini tra gli 80 e 89 anni, 18.656 agli over 90. Il dato è emerso nel corso della conferenza stampa di aggiornamento settimanale sull'andamento dell'epidemia in Umbria. Presenti all'incontro, l'assessore alla salute della Regione Umbria, Luca Coletto, il commissario per l'emergenza covid, Massimo D'angelo, Carla Bietta e Marco Cristofori, del Nucleo epidemiologico regionale che hanno messo in risalto come la curva epidemica stia scendendo lentamente e che, negli ultimi 4-5 giorni, si è stabilizzata. L'Indice Rt al momento è pari all'1,08. "L'Umbria – ha detto Coletto, come si legge in una nota – ha individuato per prima tra le Regioni italiane la presenza di varianti. Ora stiamo dimostrando che abbiamo la possibilità di vaccinare con una media di oltre 7 mila vaccinazioni giornaliere potendo contare sui punti vaccinali e i medici di medicina generale, ma dobbiamo contare sulla certezza delle forniture". Coletto ha posto l'accento anche sulla necessità di accompagnare la campagna delle vaccinazioni con la ricerca di cure adeguate. Tra queste al primo posto gli anticorpi monoclonali "somministrati in Umbria a 35 pazienti dei quali avremo le schede con gli esiti della terapia entro la fine del mese"."Al momento l'andamento è positivo – ha detto Coletto – e ci fa ben sperare che questo tipo di terapia possa rappresentare un'altra strada da percorrere per vincere il covid". Il commissario D'Angelo ha ricordato che è in corso una proficua interlocuzione con le farmacie per la somministrazione delle dosi. Fonte com abstract

Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Perugia apr. – Sono oggi 116 (-21 su ieri) i nuovi casi di contagio, con una curva che continua piano la flessione, ma leggermente in risalita (sopra Rt 1); i tamponi processati sono 2.626 (-148 su ieri). I dati del bollettino della regione Umbria evidenziano la curva che continua a flettere, con liberazione di letti negli ospedali.I guariti sono in aumento (tot. 47.889;oggi 253); i decessi conteggiati oggi +4 (da 1.306 a 1.310). I soggetti in isolamento sono 4.691. I ricoverati oggi 293 (-7; ieri infatti 300), mentre nelle terapie intensive i ricoverati attuali sono 35, ieri 38 quindi con -3 soggetti. Gli antigenici effettuati 244.027; (4.264 in piu' rispetto a ieri) mentre, in totale, i tamponi eseguiti sono stati 823.225 da inizio virus. fonte com abstract

Pubblicato in Cronaca
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 1151

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information