City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani


(CIS) – Roma, ott. – L'evidenza dell'aumento dei tamponi dimostra che c'e' necessita' cercare gli asintomatici; oggi il bollettino dei contagi e' ancora una volta in salita: 24.991, cosi' i tamponi che hanno superato il numero di 198mila. Quasi tre mila contagiati in piu' rispetto a ieri (21.994) con 174mila 398 tamponi processati. I decessi oggi sono in calo, 205 a fronte di 221 di ieri, per un totale di di 37.905 decessi. Sono questi in sintesi   i dati del bollettino del Ministero della Sanita' di oggi 28 novembre, con un segnale quindi di ulteriore incremento. Anche se di poco, e' aumentato il numero dei ricoveri (28 in piu' rispetto a ieri); le terapie intensive hanno registrato 1.536 casi totali, con un +125 ricoverati. Secondo i dati oggi i positivi (cresciuti di 21 mila circa) sommano a 276.457 di cui oltre 259mila 900 in isolamento domiciliare, mentre i ricoverati sono 14.981. E' sempre la Lombardia ad aprire la triste classifica della escalation dei contagiati: oggi 7.558. Segue il Piemonte con quasi 2.900 casi, la campania con 2.427, poi il Veneto. abstract fonte com 

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia ott. – L'Associazione Stampa Umbra (ASU) denuncia la vicenda sconcertante e paradossale dell'addetto stampa della Comunità Montana Trasimeno Medio-Tevere, l'unico dipendente di tutte le Comunità montane, per il quale non è stata trovata una ricollocazione, tanto che è stato licenziato perché colpevole di avere un contratto giornalistico. Dopo 16 anni di servizio con contratto a tempo indeterminato Fieg-Fnsi, il giornalista, incredibilmente, è stato addirittura dichiarato abusivo dalla Comunità Montana Alta Umbria, alla quale cinque anni fa è stato trasferito il personale dell'ente omologo. Si è giunti a tanto - spiega una nota ASU -  attraverso l'inopinato avvio di un procedimento per la declaratoria di nullità del rapporto di lavoro. Procedimento che nelle sue conclusioni contesta oggi le modalità dell'assunzione avvenuta nel 2004. Questo è il conto amaro presentato a chi non ha certo la colpa di aver accettato una occupazione che durante l'iter di liquidazione delle Comunità Montane avviato dalla Regione, non è stata tutelata in alcun modo, divenendo un problema: senza aver mai ricevuto in tanti anni alcuna contestazione in ordine alla legittimità del rapporto di lavoro e tantomeno alcun rilievo disciplinare nello svolgimento dello stesso, il collega è infatti l'unico dipendente di tutti gli enti montani umbri a non essere stato trasferito all'Agenzia Forestale Regionale, a causa di un atteggiamento incomprensibile e che suscita mille interrogativi. Il procedimento che ha dichiarato nullo il contratto del giornalista è arrivato, per giunta, dopo che nell'ultimo anno la Comunità Montana Alta Umbria, manifestando la volontà di individuare una soluzione, ha scritto per due volte alla Regione per chiedere che il giornalista venisse ricollocato presso l'Afor, ricevendo altrettante dichiarazioni di incompetenza dell'amministrazione circa l'allocazione del dipendente.  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia ott. - – La Giunta regionale dell'Umbria, nel corso della seduta odierna, su iniziativa dell'assessore regionale Enrico Melasecche, ha approvato un accordo quadro da stipulare con le associazioni di categoria alberghiere per il reperimento di strutture per l'isolamento di soggetti positivi al COVID-19, al fine di garantire la piena funzionalità delle strutture ospedaliere, nonché di soggetti per i quali è stato disposto l'isolamento fiduciario, sulla base delle indicazioni della ASL territorialmente competente. La prima di queste strutture è già in allestimento presso l'hotel Melody di Deruta che ha messo a disposizione 52 camere. Proprio nella giornata di ieri la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, aveva anticipato tale decisione nel corso della sua informativa sull'emergenza coronavirus, svolta in occasione della seduta dell'Assemblea legislativa. Le convenzioni che andranno stipulate con le varie strutture alberghiere della regione che daranno la disponibilità a divenire "covid hotel", rientra nell'ambito di un accordo quadro, definito dai Direttori regionali di sanità, Claudio Dario, e del governo del territorio, Stefano Nodessi Proietti, con le associazioni di categoria maggiormente rappresentative delle strutture alberghiere della regione. Lo schema di convenzione – spiega una nota - , per ciò che riguarda l'accordo con Federalberghi-Confcommercio stabilisce che "le Associazioni di categoria si impegnano a reperire e comunicare alla Protezione Civile regionale le strutture che intendono dare la loro disponibilità ad ospitare soggetti positivi al Covid-19 per tutto il periodo che sarà ritenuto necessario dal servizio sanitario", mentre la Direzione Sanità e la Protezione Civile regionale "si impegnano a garantire la gestione dei soggetti positivi per quanto riguarda: pulizia, sanificazione dei locali, fornitura di lenzuola, pasti, nettezza urbana. segue

Pubblicato in Cronaca

 

(CIS) – Gubbio ott. – L'incremento dei contagi interessa anche la cittaa' di Gubbio tanto da destare preoccupazione. "Siamo arrivati a 173 persone – ha annunciato oggi il sindaco Stirati - alle quali se ne stanno aggiungendo altre che non sappiamo definire con esattezza, dal momento che permane una certa difficoltà di trasmissione dei dati dalla sanità ai Comuni. Dei 173 casi sono una decina i ricoverati, e purtroppo una signora, da giorni in terapia intensiva, è deceduta. Colgo l'occasione, naturalmente per esprimere grande rammarico e vicinanza sincera ai famigliari della signora. Allo stesso tempo faccio i miei più cari auguri di pronta guarigione ai ricoverati degli ultimi giorni". Si tratta purtroppo di una dinamica che rispecchia quello che sta accadendo in Italia e in Umbria, "e che impone - ha sottolineato Stirati - ancora una volta un'attenzione particolarissima rispetto a tutte le potenziali forme di aggregazione foriere del contagio. Da parte nostra fino alla noia, negli ultimi mesi, abbiamo ripetuto inviti che sono quanto mai ancora attuali e veritieri: occorre limitare al massimo i contatti, utilizzare la mascherina, lavare frequentemente le mani, limitare spostamenti e incontri alle esclusive ragioni di lavoro, scuola e forza maggiore. Il Comune sta provvedendo a intraprendere tutte le azioni necessarie per sostenere i soggetti più deboli dal punto di vista socio economico, ha organizzato un sistema di controllo per quello che riguarda l'accesso ai cimiteri nei prossimi giorni ed è in continuo contatto e coordinamento con le forze dell'ordine per garantire presidi territoriali adeguati. Non mi stanco di ricordare – ha concluso il primo cittadino – che tali presidi possono però avere successo soltanto con una grande risposta di responsabilità da parte di tutti i cittadini. La situazione sta diventando pesante e preoccupante, e solo rispettando tutti insieme le regole potremo uscirne". Fonte com abstract

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia ott. - – Smart working e contratto dirigenza pubblica, novità nei procedimenti amministrativi e nella fatturazione elettronica, disciplina delle attività economiche in periodo di emergenza covid sono i principali temi al centro del piano formativo a catalogo di novembre proposto da Marco Magarini Montenero, Amministratore Unico della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica. E' quanto ha annunciato una nota della scuola di formazione regionale. Si parte il 6 novembre con il corso digitale "La preintesa del contratto dei dirigenti degli Enti Locali e Regione e dei segretari". Il contratto interessa oltre diecimila lavoratori, tra dirigenti degli enti territoriali e segretari comunali e provinciali. La preintesa sarà esaminata da Arturo Bianco, esperto in organizzazione e gestione del personale di Regione ed Enti locali. È programmato per il 12 novembre il "Corso di aggiornamento per messi notificatori e messi comunali". Il procedimento di notificazione degli atti, l'evoluzione digitale della Pubblica Amministrazione, i documenti informatici, le copie conformi e la notificazione a mezzo PEC saranno gli argomenti approfonditi da Barbara Montini, formatrice e avvocato dell'Ufficio Legale del Comune di Ferrara, specializzata in Diritto amministrativo e Scienza dell'amministrazione. I provvedimenti normativi nazionali in materia di attività economiche, le ordinanze regionali in tema di feste popolari, luna park, fiere e i protocolli di sicurezza saranno al centro della formazione a distanza gratuita "La disciplina delle attività economiche in periodo di emergenza", in calendario il 13 novembre. Interverrà l'esperto Saverio Linguanti, docente universitario a contratto di Legislazione professionale, Università degli Studi di Pisa, già consulente giuridico dell'Ufficio Legislativo del MISE. Il prossimo programma mensile a catalogo proseguirà il 17 novembre con il corso gratuito "Competenze e capacità necessarie per il lavoro in Smart Working. segue

Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Ancona, ott. - Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 3.046 tamponi: 1.731 nel percorso nuove diagnosi e 1.315 nel percorso guariti. I positivi sono 351 nel percorso nuove diagnosi: 70 in provincia di Macerata, 125 in provincia di Ancona, 44 in provincia di Pesaro Urbino, 52 in provincia di Fermo, 41 in provincia di Ascoli Piceno e 19 fuori regione. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (44 casi rilevati), contatti in setting domestico (105 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (102 casi rilevati), 5 casi registrati nel setting lavorativo, contatti in ambiente di vita/divertimento (9 casi rilevati), 4 casi rilevati nel setting assistenziale, contatti in setting scolastico/formativo (12 casi), 4 casi riscontrati nello screening realizzato in ambito sanitario e 1 rientro dal Bangladesh. Di 65 casi si stanno effettuando le indagini epidemiologiche. Fonte com

Pubblicato in Cronaca

 


(CIS) - Magione ott. - 100 delitti per ricostruire le cronache che legano le vicende umbre alla storia nazionale. Con l'autore ne parleranno il magistrato Giuliano Mignini e il segretario della camera penale Marco Brusco. Ambedue si sono occupati di molti dei casi ricostruiti nel libro tra cui l'omicidio di Meredith Kercher. Una diretta Fb si terra' venerdì 30 ottobre, ore 18, sulla pagina Magione cultura per la presentazione appunto del libro del giornalista Alvaro Fiorucci "100 delitti. L'Umbria in mezzo secolo di cronaca italiana". Saluti istituzionali del sindaco Giacomo Chiodini. Coordina Luigina Miccio. In una nota si spiega che attraverso la scelta di fatti di cronaca che dagli anni Settanta ad oggi hanno costituito un fil rouge che ha legato molto spesso l'Umbria a vicende di carattere nazionale, l'autore Alvaro Fiorucci, abbandonando lo stile prettamente giornalistico – la notizia deve essere nelle prime righe – per una scrittura da giallista in grado di agganciare il lettore con il "non dire" iniziale, narra storie concluse in sé ma che aprono a diverse letture e interpretazioni degli avvenimenti stessi. I fatti più eclatanti di cronaca nera che hanno riempito pagine di giornali e talk show degli ultimi anni come il mostro di Foligno, il caso Narducci, l'omicidio di Meredith Kercher; le vicende politiche che hanno visto protagonisti esponenti dell'estrema destra e sinistra come le stragi di Stato, gli attentati delle Brigate Rosse; i casi di mafia femminicidi rapimenti, diventano mezzo di riflessioni storiche, politiche, sociologiche, giornalistiche. fontecon abstract 

 

Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Spoleto ott. - "L'impugnazione del sindaco di Spoleto dell'ordinanza regionale davanti al Tar rappresenta un atto gravissimo, istituzionalmente maleducato, socialmente e sanitariamente irresponsabile stante l'emergenza della forte recrudescenza del virus, ma di più totalmente inutile viste le ripetute garanzie date dalla presidente Donatella Tesei. Qualora il Tribunale amministrativo regionale avesse deciso per la sospensiva (ha bocciato il ricorso – ndr-), si sarebbe aperto uno scenario folle di blocco totale dell'ospedale in tutte le sue funzioni, SIA COVID che NON COVID. Senza qui considerare il rischio concreto di gettare la Città in quell'isolamento già visto in passato proprio nel momento in cui si stanno decidendo le nuove linee programmatiche della Sanità regionale". Questo quanto in una nota dei segretari regionali della Lega Virginio Caparvi e Franco Zaffini di Fratelli d'Italia sulla vicenda dell'Ospedale spoletino. "Giova qui ricordare che la governatrice Tesei ha chiaramente detto che è intenzione della Regione potenziare l'ospedale di Spoleto alla fine della pandemia e di dare le risposte che servono alla città, portando a compimento un percorso che la sinistra mai aveva prospettato, cioè quello della definizione e del potenziamento del presidio ospedaliero di Spoleto in una ottica di esclusività e di integrazione con gli altri Ospedali Umbri, su questo percorso noi stessi, e i nostri rispettivi Partiti, ci poniamo, ove necessario, come garanti. A tale riguardo, benissimo hanno fatto i 10 consiglieri comunali spoletini che per il bene della città hanno elaborato un documento serio che traguarda il futuro, chiedendo ampie garanzie e atti tangibili per la salvaguardia e la valorizzazione della struttura ospedaliera territoriale. Non si sono prestati – conclude la nota - alle cialtronerie, ai facili populismi e a strumentalizzazioni evidenti, garantendo una corretta rappresentazione di ruolo in un momento così difficile e grave, è a loro che noi guardiamo con grande rispetto a prescindere dalle appartenenze partitiche". Abstract fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia ott. - - L'Assessore alla Caccia della Regione Umbria, Roberto Morroni, ha convocato per domani 29 ottobre, alle ore 16, in videoconferenza, un incontro con i rappresentanti degli ATC (Ambiti Territoriali di Caccia) e delle Associazioni venatorie. Il confronto – si legge in una nota - sarà incentrato sul tema degli indennizzi per i danni all'agricoltura causati dalla specie cinghiale e sugli oneri spettanti ai cacciatori sul piano dei risarcimenti. "Ho ritenuto utile - ha dichiarato l'assessore Morroni - promuovere un momento di confronto con tutti i soggetti coinvolti per procedere ad un necessario approfondimento di una questione particolarmente sentita come dimostra la posizione evidenziata da molti cacciatori di cinghiale dell'Alta Valle del Tevere". Fonte com abstract

Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Ancona, ott. - Il vicepresidente e assessore all'Agricoltura delle Marche Mirco Carloni ha convocato ieri il tavolo politico strategico per l'Agricoltura con le associazione di categoria al fine di monitorare lo stato di avanzamento della spesa del Piano di sviluppo rurale anche alla luce del raggiungimento dell'obiettivo N+3 e presentare i bandi in uscita. Nel corso dell'incontro è stata anche discussa la necessità di una rimodulazione del piano finanziario del PSR al fine di consentire l'apertura di nuovi bandi nel 2021. "In un clima propositivo e di scambio – ha piegato Carloni – abbiamo iniziato il nostro lavoro con le associazioni di categoria. L'intento è quello di rispondere in tempi brevi alle esigenze e alle problematiche delle nostre aziende agricole dando loro il massimo sostegno in questi tempi così difficili. Vogliamo fare in modo che i contributi arrivino tempestivamente e in modo mirato a queste realtà e che costituiscano un volano di sviluppo per tutto il settore". Presenti, chi di persona e chi in videoconferenza in ottemperanza alle norme anti Covid: CIA Marche; Coldiretti Marche; Confagricoltura Marche; Copagri Marche; Agci Marche; Lega Coop Marche; Unci Marche; Confcooperative Marche; UECoop Marche. Fonte com

Pubblicato in Cronaca
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 1000

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information