City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

(CIS) - Roma mar. -- "La primavera sembra arrivata, quindi sicuramente l'invito che si puo' fare e' quello di aprire le finestre. Il virus non viaggia nell'aria e i raggi solari se entrano nelle stanze, sui letti, sulle lenzuola o sugli abiti, possono essere dei validi agenti che, se ci sono delle problematiche di batteri, aiutano a disinfettare". E' Questo l'invito di Giovanni Di Mauro, presidente della Societa' italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps), in merito all'ora d'aria richiesta nei giorni scorsi per i bambini in una lettera aperta di associazioni, insegnanti e psicologi. Sull'ora d'aria, pero', Di Mauro invita "all'attenzione, perche' uscire fuori non sembra essere la cosa preferibile". Certo e' che "nei limiti delle restrizioni, e a seconda delle singole organizzazioni abitative, si possono fare diverse valutazioni". A detta del presidente Sipps, infatti, "puo' essere pericoloso dare messaggi del genere. Pero', se ci sono terrazzi, balconi o cortili va bene camminare" o giocarci un po', "basta che poi in un cortile non si riuniscano dieci bambini, cosi'- ribadisce- si rischia l'assembramento". In un terrazzo condominiale, ad esempio, si puo' pensare a delle turnazioni, "sempre nei limiti del possibile". Va bene, infatti, "fare passeggiate sui balconi o sui terrazzi ma soprattutto - ricorda Di Mauro - bisogna arieggiare ed aprire. Se i raggi solari entrano dalle finestre hanno un potere disinfettante, come dei 'mini' raggi ultravioletti. Ecco pero' imperativo "Restare a Casa". Abstract fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Ancona, mar. - La diffusione della pandemia da Coronavirus ha determinato un incremento nell'utilizzo dell'ossigeno terapeutico sul territorio, in modo particolare di bombole di ossigeno gassoso. Per questo, grazie alla collaborazione dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta e delle farmacie, si è provveduto a dare una pronta risposta, garantita a tutti i malati, Covid e Non Covid. La Regione Marche infatti ha autorizzato, per il periodo dell'emergenza, anche i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, a prescrivere l'ossigeno liquido ai malati che, abitualmente, hanno un consumo gassoso maggiore di 18 mila litri al mese. Precedentemente la possibilità era riservata ai pneumologi. "Questa modalità – ha affermato il presidente Luca Ceriscioli - ridurrà l'immobilizzazione delle bombole e favorirà una maggiore efficienza del servizio di fornitura. È indispensabile garantire ai pazienti che seguono l'ossigeno terapia e a quelli da Covid-19 una fornitura puntuale e continuativa di un presidio indispensabile per le loro patologie". Fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Bevagna (PG) mar. - Attualmente sul territorio comunale riscontrato solo un soggetto positivo, otto sono pazienti in isolamento e ventuno usciti dall'isolamento. Sono i numeri che interessano il territorio comunale di Bevagna rispetto all'emergenza coronavirus. Numeri che arrivano direttamente dalla Regione Umbria e che quotidianamente il Comune fornisce ai cittadini attraverso la pagina Facebook "Bevagna Amministrazione". "Vedendo la situazione nel nostro paese – ha commentato il sindaco, Annarita Falsacappa rivolgendosi ai cittadini – devo ringraziare davvero tutti, perché seguite le norme con attenzione necessaria. Forza, continuiamo così". Con l'occasione, il primo cittadino bevanate ha voluto salutare e fare tanti auguri ai colleghi Lodovico Baldini e Moreno Landrini, rispettivamente sindaci di Valtopina e Spello che sono risultati positivi al Covid-19. Ma Bevagna e' mobilitata per alleviare le gia' tante difficolta' dei suoi cittadini: sono 10 le attivita' che fanno consegne a domicilio, cosi' due farmacie del piccolo centro umbro, ben noto per le sue feste cittadine, tra cui "Le Gaite". Avvisi alla solidarieta' sono stati diramati dall'associazione di Protezione civile cittadina Emergenza Calamità Bevagna. Sono diverse le persone che, senza voler comparire, stanno provvedendo a mettere a disposizione dei prodotti a sostegno delle fasce più deboli. "Come Comune – ha spiegato il sindaco Falsacappa – ci stiamo organizzando, dopo le indicazioni del Governo, alla distribuzione dei bonus alimentari per le famiglie". segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia mar. - – "La validità delle esenzioni dalla compartecipazione alla spesa sanitaria in base al reddito e delle fasce di reddito in scadenza al 31 marzo è prorogata fino al 31 luglio 2020 in modo da contenere al massimo gli spostamenti dei cittadini". Lo ha comunicato l'assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, come si legge in una nota. "È una delle ulteriori misure urgenti adottata dalla Giunta regionale per la prevenzione e la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 nel territorio umbro, che tiene allo stesso tempo conto delle eventuali difficoltà degli assistiti che possono così evitare di uscire dalle proprie abitazioni per recarsi negli uffici delle Asl". In particolare, la delibera della Giunta regionale nel prorogare fino al 31 luglio 2020 la validità delle autocertificazioni delle esenzioni da reddito e delle fasce di reddito, in scadenza il 31 marzo 2020, utili per le prestazioni rese in ambito sanitario, stabilisce che "tali disposizioni si applicano agli assistiti che non sono presenti a nessun titolo negli elenchi relativi agli assistiti esenti da reddito o con fascia di reddito messi a disposizione dal sistema Tessera Sanitaria entro il 31 marzo 2020". Si precisa che "gli assistiti – ha sottolineato ancora l'assessore Coletto - sono comunque responsabili, anche penalmente, dell'eventuale utilizzo dell'esenzione da reddito o della fascia di reddito, al momento della prescrizione, qualora si siano modificate le loro condizioni, tali da determinare la perdita del diritto all'esenzione o alla fascia di reddito. Gli assistiti hanno l'obbligo di comunicare all'Azienda USL di appartenenza le eventuali variazioni intervenute".  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Foligno/Perugia mar. - Sette ventilatori ad alta complessità, per terapia intensiva, sono stati consegnati questa mattina alla Regione Umbria dal Dipartimento nazionale di Protezione civile. I dispositivi, prodotti in Italia, saranno destinati quanto prima agli Ospedali umbri. Sempre dal Dipartimento nazionale della Prociv sono in consegna oggi, 13 mila mascherine chirurgiche, 7.100 mascherine FFP2, 6.476 tubi endotracheali e 200 tute di protezione. "Abbiamo avuto ed abbiamo – ha sottolineato la Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei - una interlocuzione continua, istituzionale e determinata con la Protezione Civile nazionale, con il Governo e con la Consip, per garantire l'arrivo in Umbria delle strumentazioni necessarie. Una determinazione che inizia a dare i suoi frutti. Sicuramente  - e' detto in una nota - quanto ricevuto, pur se estremamente utile, non soddisfa totalmente le nostre necessità. A tal fine continueremo ad essere presenti quotidianamente nei tavoli nazionali, e siamo fiduciosi che riceveremo quando richiesto". A fronte del fabbisogno stimato dalla Protezione civile umbra per tutto il sistema sanitario regionale, infatti, il materiale inviato dal Dipartimento nazionale non copre le necessità. Soprattutto per ciò che riguarda i ventilatori polmonari per la terapia intensiva e sub intensiva. Ad oggi, con i nuovi arrivi, alla Regione Umbria sono stati consegnati dalla Protezione civile nazionale in tutto 19 ventilatori per terapia intensiva (la richiesta è stata di 60) e 8 ventilatori per terapia sub intensiva (il fabbisogno stimato è di 108).Per ciò che riguarda i dispositivi di protezione individuale va registrata una carenza, rispetto al fabbisogno, in particolar modo di camici chirurgici; camici impermeabili; guanti in lattice; guanti in nitrile e guanti in vinile; mascherine FFP2 e FFP3. Basti pensare a tal proposito che il fabbisogno stimato ad esempio delle mascherine FFP2 è di 14 mila unità settimanali, mentre il numero di quelle in consegna è di 7.100 pezzi. Fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Terni, – "Fatti non parole". Nel ricordare il ruolo dei farmacisti, in questi giorni di emergenza per coronavirus in prima linea insieme a tutte le altre figure sanitarie, la Farmacia Conti ha donato 1000 mascherine all'Ospedale di Terni. Il dottor Valentino Conti, titolare della farmacia ternana che da ben tre generazioni (dal 1952) offre i suoi servizi, sottolinea anche lo stressante e straordinario servizio che tutti i farmacisti stanno facendo per la comunità. "Abbiamo fatto il possibile per reperire ulteriori mascherine e ausili igienizzanti che ricordiamo sono utili in caso di necessità" afferma Conti. In questo momento di grande difficoltà il dottor Conti, riprendendo le parole del presidente di Federfarma Umbria dr. Augusto Luciani, vuole ringraziare pure lui tutti i colleghi farmacisti e in particolare i suoi collaboratori, "la mia squadra", nessuno escluso, "che stanno svolgendo un lavoro faticoso, stressante e straordinario al servizio dei cittadini e della nostra comunità; non solo nella distribuzione dei farmaci ma anche nei consigli che in questo momento sono preziosi e possono rassicurare le persone"."Sono orgoglioso di appartenere ad una categoria – ha concluso Conti – che in questo momento sta rinnovando sforzi e dedizione verso una professione e un lavoro faticoso ma quanto mai sempre più utile". Fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia, mar. – Una donazione destinata all'Ospedale di Perugia per l'acquisto di due ventilatori polmonari che verranno utilizzati nei reparti di Terapia intensiva,  e' stata decisa dal Comitato per la Vita "Daniele Chianelli: un versamento della somma di ventimila euro e' stato canalizzato all'azienda ospedaliera. La notizia di pochi giorni fa. "L'idea – ha spiegato Chianelli – è nata insieme all'amico Marcello Nardeschi, uno dei primi sostenitori del comitato, che mi ha contattato dicendomi di voler dare un contributo di 500 euro per questa emergenza. Ho accolto subito la sua generosa proposta e mi sono messo in moto per integrare questo contributo e destinarlo il prima possibile all'Ospedale. Per questo ho contattato immediatamente il commissario straordinario Antonio Onnis per conoscere quali fossero le necessità e accordarci sulle modalità della donazione". "Viviamo – ha aggiunto il presidente del Comitato – una gravissima emergenza, è importante che ciascuno di noi faccia la sua parte. Ci auguriamo che la campagna di raccolta fondi che abbiamo attivato con la vendita on line delle uova ecosolidali, possa dare il suo prezioso contributo all'iniziativa. Aiutare le persone malate - e' detto in una nota - è sempre stata la nostra missione, è importante non dimenticare chi anche in questi difficili giorni lotta contro leucemie e tumori, ma allo stesso tempo non possiamo restare indifferenti a questa terribile ed improvvisa pandemia, provocata dal Coronavirus. Possiamo farcela, rispettando le regole, attenendoci alle normative e specialmente pensando anche agli altri. Mi ricordo una frase che mi disse la piccola Eleonora ricoverata in Oncoematologia pediatrica 30 anni fà: con l'amore vinceremo tutti i mali della terra. Ecco noi seguiamo l'insegnamento di quella bimba tanto saggia. Sosteniamo la sanità., la medicina ha dei limiti, l'amore non ne ha". Fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Ancona, mar. - I tamponi risultatipositivi sono 126 su 548 analizzati. L'informazione viene dal Gores (Gruppo operativo regionale emergenze sanitarie) della egione Marche. Il Gores ha trasmesso la #schedablu relativa alle progressioni e agli esiti delle indagini di laboratorio delle ultime 24 ore. Visibili su     http://www.regione.marche.it/portals/0/Salute/CORONAVIRUS/GORESblu30032020_9.pdf

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia mar. - – Dai dati aggiornati alle ore 8 di lunedì 30 marzo, 1.051 persone in Umbria risultano positive al virus Covid-19, i guariti sono 15, di cui 9 residenti nella provincia di Perugia, 6 in quella di Terni. Risultano invece 169 clinicamente guariti, di cui 113 residenti nella provincia di Perugia e 56 in quella di Terni. I deceduti salgono a 33, rispetivamente, 20 residenti nella provincia di Perugia e 12 in quella di Terni, 1 di fuori regione. Questi i dati regionali visibili con le notizie relative all'emergenza coronavirus, consultabili su www.regione.umbria.it/coronavirus. Tra i 1.051 pazienti positivi, 30 sono di fuori regione, 792 sono residenti nella provincia di Perugia e 226 in quella di Terni. Sono ricoverati in 220, 155 sono residenti nella provincia di Perugia e 52 in quella di Terni, 13 sono di fuori regione. I ricoveri nell'ospedale di Perugia sono 76, 60 in quello di Terni, 34 a Città di Castello, 39 a Pantalla, 5 a Orvieto, 6 a Foligno. Dei 212 ricoverati, 47 sono in terapia intensiva, 19 nell'ospedale di Perugia, 16 in quello di Terni, 6 a Città di Castello, 1 nell'ospedale di Pantalla, 5 in quello di Orvieto. Le persone in osservazione sono 2.864: di questi, 2.182 sono nella provincia di Perugia e 682 in quella di Terni. Sempre alla stessa data risultano 3.827 soggetti usciti dall'isolamento, di cui 3.020 nella provincia di Perugia e 807 in quella di Terni. Nel complesso entro le ore 8 del 30 marzo, sono stati eseguiti 8150 tamponi. I pazienti clinicamente guariti – come sottoneato dagli esperti - sono quelli che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche come febbre, rinite, tosse, mal di gola e, nei casi più gravi, polmonite con insufficienza respiratoria, diventa asintomatico, clinicamente guarito, pur risultando ancora positivo al test per la ricerca di SARS-CoV-2. In questo caso, pur non essendo più necessario il ricovero, il paziente non può ritornare alla vita di comunità perché ancora con una carica virale elevata. Il paziente ufficialmente guarito invece, è colui che risulta negativo in due test consecutivi, effettuati a distanza di 24 ore uno dall'altro. Fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Perugia mar. -   PREGHIERA del card. Bassetti davanti al dipinto della "Madonna delle Grazie" in Cattedrale. 

"Maria, Madre della Grazia, ecco i tuoi figli, raccolti attorno a te, in questo periodo di dolore e di lacrime per la sorte di tanti nostri fratelli, e per i pericoli, che a causa di questa pandemia, incombono su di noi e sull'umanità intera. / Noi siamo qui, dinanzi alla tua dolce icona, per cercare rifugio, sotto la tua protezione materna, ed implorare con fiducia la tua intercessione, di fronte alle sfide che il futuro nasconde. / Davanti alla tua venerata icona, in un pellegrinaggio che abbraccia i secoli, si sono inginocchiati i nostri padri. Qui ha vibrato l'entusiasmo dei giovani; qui si è levata l'implorazione degli ammalati; qui sono passate le famiglie, i sacerdoti, i consacrati, uomini del lavoro e della scienza, bambini e adulti; e tutti, nel tuo Figlio diletto, hanno riconosciuto il Verbo di Dio, fatto carne nel tuo seno. / Noi, nel cuore di questa novena in tuo onore, vogliamo affidare al tuo Cuore Immacolato questa nostra Chiesa perusino-pievese, che invoca la tua protezione e il tuo conforto. Liberaci, o Madre Santa, da questa peste, che ammorba la nostra Italia e il mondo. / Oggi, come mai nel passato, l'umanità è a un bivio. E, ancora una volta, la salvezza è tutta e solo, o Vergine Santa, nel tuo Figlio Gesù. Per questo, Madre, come l'Apostolo Giovanni, noi vogliamo prenderti nella nostra casa, per imparare da te a conformarci al tuo Figlio. / "Donna, ecco i tuoi figli". / Siamo qui, davanti a te, per consegnare alla tua premura materna noi stessi, questa nostra Chiesa e l'umanità intera. Implora per noi il Figlio tuo diletto, perché ci doni in abbondanza lo Spirito Santo. / Lo Spirito apra i cuori alla giustizia e all'amore, induca le persone e le nazioni alla reciproca comprensione e ad una ferma volontà di pace. / Ti affidiamo tutti gli uomini, a cominciare dai più deboli: i bimbi non ancora venuti alla luce, quelli che allietano le nostre famiglie, i giovani alla ricerca di senso, le persone prive di lavoro, gli anziani e i malati. Ti affidiamo le famiglie dissestate, e quanti sono soli e senza speranza. / Aurora di salvezza, volgi il tuo sguardo benigno sulla nostra Diocesi, perché, sotto la tua guida, scopra Cristo, luce del mondo ed unico salvatore, che regna col Padre e lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. / Amen.

Pubblicato in Cronaca
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 2 di 849

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information