City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

(CIS) - Roma, giu. - Oggi 126 sono i nuovi contagi; ieri erano stati 174, quindi flessione ma il virus circola ancora; In Lombardia sono 78 i nuovi contagi pari al 61,9% che fanno salire a 240.436 il totale. Sono otto le regioni a contagio Zero, cosi' Trento assieme a Calabria, Molise, Valle d'Aosta, Umbria, Sardegna, Friuli VG, Puglia e Marche. I deceduti sono 6, dato in assoluto piu' basso dall'inizio pandemia; ieri erano stati 22, ma nei giorni scorsi 18. Il totale dei deceduti da covid 19 sono stati 34.744. fonte com 

What do you want to do ?
New mail
Coronavirus/Italia: scendono i contagi, cosi' e deceduti (6 dato piu' basso in assoluto)
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Ancona, giu. - La giunta regionale delle Marche ha approvato oggi il piano di potenziamento delle attività ambulatoriali per la fase 2 dell'emergenza pandemica, finalizzato alla riduzione dei tempi d'attesa. Al fine di colmare il gap di posti disponibili tra il giugno 2019, mese preso come riferimento per il confronto, e il giugno 2020, corrispondente ad un totale di spazi mancanti pari a circa 26.731 (di cui 15.168 per prestazioni di primo accesso e 11.563 dedicate alle Prese In Carico), la Regione Marche – spiega una nota - ha richiesto agli Enti del SSR di provvedere alla riprogrammazione progressiva delle prestazioni di presa in carico e di predisporre un piano di potenziamento delle attività ambulatoriali che consenta di ripristinare, nei tempi più rapidi, un'offerta di prestazioni di primo accesso e di presa in carico adeguata alla domanda attuale, e comunque almeno analoga a quella del giugno 2019, con un recupero di ulteriori 15.000 posti per i primi accessi. Il piano tiene conto anche dell'applicazione delle misure logistiche e organizzative per garantire la scurezza sanitaria: percorsi e locali dedicati, appuntamenti scaglionati, allungamento della durata media delle prestazioni. E' stata dunque data indicazione agli Enti di generare, a partire dal 1 luglio, l'aumento dell'attività ambulatoriale attraverso il prolungamento degli orari nelle fasce serali e nei giorni prefestivi e festivi, focalizzando l'attenzione sulle discipline per le quali è stata identificata una maggiore domanda dell'utenza e un maggiore divario tra l'offerta di spazi ambulatoriali tra il mese di giugno 2020 e il mese di giugno 2019: pneumologia, otorinolaringoiatria, ortopedia, oculistica, dermatologia, diagnostica per immagini, gastroenterologia e cardiologia. Per dare applicazione al piano la giunta regionale ha previsto un investimento di 4.916.000 euro per l'anno 2020 (personale, infrastrutture informatiche e tecnologie biomedicali). Fonte com abstract

What do you want to do ?
New mail
Giunta regionale Marche: approva piano di potenziamento attività ambulatoriali per la fase 2
What do you want to do ?
New mail
Giunta regionale Marche: approva piano di potenziamento attività ambulatoriali per la fase 2
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Fermo/Macerata giu. - Forti preoccupazioni sulla fragilità del mercato del lavoro nel territorio dell'area di crisi complessa fermano-maceratese sono state espresse al ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, dagli assessori Fabrizio Cesetti e Loretta Bravi e dai presidenti delle province di Fermo e Macerata. "E'necessario e urgente che il Governo intervenga con apposita norma, anche in sede di conversione del DL Rilancio, per accogliere le nostre richieste di proroga di 12 mesi della NASPI e di aumento del plafond dedicato". "Scriviamo a margine dell'incontro in cui la Regione Marche e il Tavolo dello Sviluppo e Competitività del fermano hanno 'suggellato' l'avvio del Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell'area di crisi complessa del distretto pelli-calzature e delle sue procedure di attuazione". Incontro, sottolineano "finalizzato a concertare i contenuti dei bandi che usciranno prima della pausa estiva, ma anche a fare il punto sulle criticità che tuttora caratterizzano il tessuto produttivo e il mercato del lavoro dell'area e che l'emergenza Covid ha contribuito ad accentuare". In questa occasione è nuovamente emerso "come la strategia di rilancio e riqualificazione del tessuto produttivo potrebbe essere seriamente compromessa dalla mancata previsione di misure straordinarie per i lavoratori delle aziende ubicate in queste aree. Le nostre sollecitazioni al Ministero del Lavoro, formulate a partire dal luglio 2019, non hanno trovato risposta, se non parziale e comunque inadeguata, sia nell'ammontare delle risorse, sia nella tipologia di ammortizzatori eleggibili per il territorio, mentre nel frattempo sono aumentati i tavoli di crisi, le cessazioni attività, il numero dei disoccupati, il ricorso alle misure di sostegno al reddito, tutto ciò con seri riflessi sulla tenuta sociale dell'area". segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia, giu. - Mercoledì primo luglio, alle ore 11 è convocata presso l'aula magna dell'Università per Stranieri di Perugia una conferenza stampa di annuncio delle iniziative didattiche relative ai corsi di lingua e cultura italiana per stranieri ed ai corsi di Alta Cultura in programma da settembre 2020. Saranno presenti la Rettrice Giuliana Grego Bolli, il responsabile dei corsi di Lingua e Cultura Italiana, Roberto Dolci, e lo staff dei docenti che ha svolto da marzo ad oggi i cicli online dei corsi di Alta Cultura: M. Rita Silvestrelli, Stefano Ragni, Fabio Melelli, Roberto Biselli. I corsi sono stati visti sinora oltre 9000 persone in ogni parte del mondo. Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Universitaa' per Stranieri: conf.stampa Mercoledi' 1 luglio su corsi lingua
What do you want to do ?
New mail
Universitaa' per Stranieri: conf.stampa Mercoledi' 1 luglio su corsi lingua
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia giu. - – Saranno 2.500 gli umbri coinvolti, previa chiamata telefonica, nella seconda fase dell'indagine per rilevare la sieroprevalenza dell'infezione da virus SARS-CoV2 attraverso un test: lo ha comunicato l'assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto, informando che lo studio, promosso dal Ministero della Salute e dall'Istat, con la collaborazione della Croce Rossa Italiana, in Umbria ripartirà domani, 30 giugno, e interesserà circa 1.400 soggetti residenti nel territorio dell'Usl Umbria 1 e 1.100 dell'Usl Umbria 2. L'indagine epidemiologica sul territorio regionale è stata avviata lo scorso 26 maggio e si è conclusa il 12 giugno. Complessivamente nelle due fasi di rilevazione saranno coinvolti 5.275 residenti. Dal 26 maggio al 12 giugno i prelievi effettuati sono stati 2039, con soli 20 casi di positività al test poi risultati negativi al controllo successivo mediante tampone molecolare che ha confermato come questi soggetti, pur essendo entrati in contatto con il virus, non avevano l'infezione in atto. "Aderire alla rilevazione – ha affermato l'assessore Coletto – non è obbligatorio, ma è importante per la tutela della salute della nostra comunità perché, com'è stato ampiamente dimostrato dai risultati della prima fase, ci consentirà di valutare quanti cittadini sono entrati in contatto con il virus SARS-CoV2. segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Ancona, giu. - Facilitare il passaggio dalla formazione al mondo del lavoro, contrastare la dispersione scolastica attraverso percorsi di alternanza scuola-lavoro che possono risultare più interessanti per gli studenti, promuovere l'apprendimento attraverso esperienze in contesti lavorativi. Sono i principali obiettivi delle linee di indirizzo approvate per la definizione dell'offerta formativa regionale in materia di percorsi biennali e del IV anno di istruzione e formazione professione (IeFP) realizzati dalle Agenzie Formative accreditate presso la Regione Marche per l'anno scolastico/formativo 2020/2021. Con un successivo avviso pubblico saranno messi a bando 15 percorsi biennali e 5 di IV anno per 3,3 milioni complessivi a valere sul POR Marche – Asse 1 Occupazione. Destinatari dei corsi sono i giovani tra i 16 e i 19 anni e i corsi sono finalizzati all'ottenimento di una qualifica di operatore ( (biennale) o di diploma di tecnico (IV anno). "I percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) - ha spiegato l'assessore al Lavoro, alla Formazione e all'Istruzione Loretta Bravi - costituiscono un efficace strumento di contrasto alla dispersione scolastica per i giovani che non intendono proseguire nel percorso istituzionale dell'istruzione. Inoltre, vengono utilizzati, in sussidiarietà, nei primi tre anni del ciclo d'istruzione dagli Istituti Professionali per accrescere le competenze degli studenti ed aumentarne l'occupabilità. L'offerta di IeFP risulta particolarmente interessante dal momento che porta al conseguimento di una qualifica professionale di operatore, utile a riprendere il percorso di studi fino al diploma di maturità o, in alternativa, frequentando un IV anno, sempre di IeFP, consente di conseguire un diploma di tecnico e, iscrivendosi poi ad un IFTS, consente di accedere all'ITS. segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia giu. - "Pochi giorni fa l'Associazione Stampa Umbra e la Federazione nazionale della stampa italiana sono intervenute, con duro comunicato, per denunciare la situazione in cui si trova una parte consistente della redazione del Corriere dell'Umbria. La testata, l'unica locale ancora attiva dopo la chiusura di altre realtà editoriali, rischia un pesante ridimensionamento del proprio organico che andrà ad incidere sulla qualità del lavoro e dunque a minare il diritto all'informazione dei cittadini, tutelato dalla Costituzione. Tutto questo accade nel silenzio assordante delle istituzioni e delle forze politiche". Così Adriana Galgano, presidente di Blu-Bella Libera Umbria interviene sulla vertenza aperta al Corriere dell'Umbria a seguito della richiesta della proprietà di prorogare la cassa integrazione richiesta per la pandemia soltanto ad una parte dei giornalisti. "Nella nostra regione si è assistito all'impoverimento dell'offerta informativa con giornali, televisioni e siti internet che, nel corso degli anni, hanno chiuso i battenti – fa notare ancora – Voci che garantivano quel pluralismo che via via si è andato a ridimensionare fino ad arrivare alla situazione attuale in cui le testate aperte si contano sulla punta delle dita. Di più, la notizia della vertenza del Corriere dell'Umbria dimostra come la crisi derivante dalla pandemia possa dare il colpo di grazia al già depauperato diritto dei cittadini ad essere informati su quanto accade nei loro territori. Noi di Blu – chiude Galgano – chiediamo, quindi, alla Regione e agli organismi competenti che attivino quanto prima un tavolo per risolvere la vertenza in atto evitando interventi tardivi e poco efficaci e di rimettere mano alla legge regionale sull'editoria che, come si evince dallo stato dell'informazione locale, ha mostrato tutti i suoi limiti". Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Corriere dell'Umbria: Pres. Galgano (BlU), si agisca per tutelare lavoro e diritto all'informazione
What do you want to do ?
New mail
Corriere dell'Umbria: Pres. Galgano (BlU), si agisca per tutelare lavoro e diritto all'informazione
Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Perugia/Roma, giu. – "A fronte di situazioni aziendali che interessano i maggiori quotidiani cartacei della regione, con evidenti risvolti negativi sulle condizioni contrattuali dei singoli colleghi, l'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria ribadisce l'assoluta necessità, in capo agli editori, di rispettare la dignità professionale del giornalista così come è sancita dalle regole della professione. Preoccupa in particolare quanto sta avvenendo al Corriere dell'Umbria, dove si avverte l'improcrastinabile esigenza di tutelare al meglio i profili professionali dei colleghi collocati in cassa integrazione, al di là delle trattative in atto sulle cui evoluzioni viene ribadita la competenza del sindacato umbro e del Cdr interno". Lo si legge in una nota ufficiale dell'Ordine."Proprio rispetto a tali profili, l'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria sollecita l'assoluto rispetto della pari dignità professionale in capo all'intera forza lavoro del Corriere dell'Umbria, auspicando l'immediato ritorno a normali condizioni di lavoro e dando mandato al proprio Consiglio di vigilare sugli aspetti deontologici chiamati in causa dalla vicenda. Analoga preoccupazione viene espressa rispetto a quanto accade sia a La Nazione che al Messaggero, dove l'ampio ricorso alla solidarietà da un lato e il restringimento operativo dell'apporto dei collaboratori dall'altro sembrano minare ancor più un mercato del lavoro giornalistico umbro già pesantemente condizionato da scelte sbagliate che inevitabilmente ricadono sui giornalisti". L'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria segue con attenzione tali situazioni ed è pronto, per quanto di competenza, a svolgere appieno il proprio ruolo di mediazione a supporto delle azioni del sindacato e dei rispettivi comitati di redazione. Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Ordine giornalisti su situazioni aziendali quotidiani umbri
What do you want to do ?
New mail
Ordine giornalisti su situazioni aziendali quotidiani umbri
Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Ancona, giu. - L'aggiornamento tamponi alle ore 9 del 29/06/2020. Il Gores (Gruppo operativo regioanel emergenze sanitarie) ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati processati in totale 268 tamponi, di cui 179 nel percorso nuove diagnosi e 89 nel percorso guariti. Nessun caso positivo e' stato registrato. Ieri non sono stati effettuati tamponi nel percorso diagnostico Hotel House. fonte com abstract

What do you want to do ?
New mail
Coronavirus Marche: aggiornamento tamponi; nessun nuovo caso
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia giu. «Non è un ospizio, non è un ricovero..., ma ambisce ad essere come una "grande famiglia". Cosi ha detto il cardinaele Gualtiero Bassetti alle celebrazioni del 135/mo anniversario della fondazione di Fontenuovo di Perugia. "Papa Leone XIII la volle come opera e segno di carità, autentica espressione di amore della Chiesa", ha aggiunto il prelato. Era l'anno 1885 quando, per volontà dell'allora pontefice Leone XIII, già vescovo di Perugia per 32 anni (1846-1878), fu fondato "Fontenuovo" affinché in città non morisse più nessuno per strada. Accadde ad un uomo chiamato dai perugini "Uccellino", narrano le cronache dell'epoca. Da quel triste episodio è trascorso quasi un secolo e mezzo, ed oggi "Fontenuovo" è una realtà socio-sanitaria della Chiesa diocesana all'avanguardia nell'accoglienza-cura di persone anziane soprattutto non autosufficienti (attualmente sono 90 e 7 autosufficienti ospitate in miniappartamenti).Superato lo tsunami del Coronavirus. Grazie alla professionalità del suo personale e alla collaborazione di familiari e volontari, questa Residenza protetta ha superato, al momento, lo tsunami del "Coronavirus". Per il particolare e difficile momento dell'emergenza sanitaria le celebrazioni del 135° anniversario della fondazione di "Fontenuovo" sono state contenute in un programma di eventi svoltosi nella mattinata di oggi domenica 28 giugno, apertosi con la celebrazione eucaristica all'esterno presieduta dal cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti insieme ai sacerdoti anziani ospiti della struttura, e conclusosi con lo spettacolo "Ricordando le origini" di musica e poesia con la presenza dell'artista perugina Mariella Chiarini. Il tutto rispettando le norme per il contenimento del contagio.  segue

Pubblicato in Cronaca
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 4 di 941

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information