City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani


(CIS) – Perugia, mar. – I sindacati della Fabi lanciano un appello dopo la decisione di accreditare, il 1 di aprile, sui vari conti correnti bancari, la pensione, soldi prelevabili dagli sportelli automatici senza entrare in filiale. Per chi fosse sprovvisto di carta bancomat, ricorda ancora FIRST CISL – FISAC CGIL - UILCA – UNISIN - in questo periodo di assoluta emergenza sanitaria Nazionale, l'accesso alle filiali può avvenire solo previo appuntamento telefonico, chiamando la propria filiale di riferimento. È cio' necessario per salvaguardare la salute vostra e quella dei dipendenti bancari. Queste misure sono necessarie per evitare inutili assembramenti, pericolosi in quanto potenziali diffusori del contagio da Covid19. #iorestoacasa, lavoratori e lavoratrici delle banche – precisa una nota - non possono rispondere a questo appello perché costretti a uscire per recarsi al proprio posto di lavoro mettendo a repentaglio la loro salute e quella dei loro famigliari. I dipendenti bancari fanno parte infatti di quelle categorie obbligate a lavorare perché assicurano quello che viene definito "servizio pubblico essenziale". Noi pero' non abbandoneremo mai clientela, famiglie e imprese, lo stiamo facendo con sacrificio e senso di responsabilità. Ci appelliamo al vostro senso di responsabilità, al fine di tutelare la vostra salute e quella dei dipendenti bancari: come i lavoratori di altre categorie. Aiutiamoci a sconfiggere questo virus. TUTELIAMO LA SALUTE DI TUTTI!

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Roma, mar. - I Carabinieri del Nas, effettuano anche un monitoraggio del web, finalizzato alla repressione di comportamenti illeciti, come la vendita di presidi medico-sanitari a costo elevato, oppure come avvenuto a Torino, un prodotto senza regolare autorizzazione. Una una persona e' stata denunciata; su un sito internet, vendeva il prodotto denominato "Generico Kaletra – Lopimune" del quale vantava non solo le proprietà terapeutiche proprie del "Kaletra", farmaco avente regolare autorizzazione al commercio, ma nel contempo prospettava altresì capacità curative contro il COVID-19. Tuttavia le successive indagini hanno evidenziato che il "Generico Kaletra – Lopimune" non solo non possiede capacità terapeutiche anti-Coronavirus, ma è privo della prescritta autorizzazione al commercio e pertanto potenzialmente pericoloso per la salute pubblica. Fonte com abstract

Pubblicato in Cronaca


(CIS) –Roma, mar. - Nell'ambito dell'attuale emergenza sanitaria connessa alla diffusione epidemia di "Coronavirus covid-19" il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, attraverso i comandi territoriali dipendenti NAS, sta svolgendo attività di assistenza e supporto alla vigilanza sanitaria nonché controlli ispettivi e repressivi sul rispetto degli obblighi imposti dai DPCM 8 e 9 marzo 2020 e s.m.i., sulla regolarità delle attività distributive di dispositivi medici e di protezione individuale nonché all'accertamento di pratiche commerciali illegali o fraudolente, anche su canali on-line. Tra gli interventi, eseguiti nelle ultime ore ed originati da attività informativa su flussi commerciali realizzate dai NAS, (in collaborazione con gli Uffici areali dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli) sono stati intercettati prodotti sanitari e farmaci estremamente utili sul territorio nazionale per fronteggiare l'emergenza COVID-19, che finivano o all'estero o in mano a organizzazioni non regolari. Alcune delle operazioni: Il NAS di Milano ha eseguito un provvedimento di requisizione, emesso dal Commissario Straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure relative all'emergenza COVID-19, Domenico Arcuri, di complessivi 1.933.635 flaconi oggetto di vincolo, di cui 1.051.715 pronti per la distribuzione, di un medicinale anestetico utilizzato in rianimazione e sala operatoria. L'ingente stock di farmaco, detenuto presso il deposito di un'azienda farmaceutica lombarda e destinato al mercato estero, materiale che sarà redistribuito per le esigenze nazionali per il contenimento dell'epidemia. Indagini ancora in corso. Anche il NAS di Parma, in collaborazione con l'Agenzia delle Dogane quale soggetto attuatore di un decreto di requisizione disposto del Commissario Straordinario per l'emergenza, ha proceduto a vincolare 23 aspiratori chirurgici per uso clinico di sala operatoria, prodotti da un'azienda parmense e destinati all'estero. Pure tali prodotti saranno ricollocati per le esigenze nazionali.  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia mar. - - "La Giunta regionale ha approvato, oltre alla delibera relativa al rifinanziamento del Fondo inquilini "morosi incolpevoli", anche quella che accantona in un secondo fondo, quello per il sostegno all'accesso delle abitazioni in locazione, ulteriori 1.130.000 euro, precedentemente non assegnati per mancanza di un numero sufficiente di 'morosi incolpevoli'". Ne ha dato notizia l'assessore regionale alle politiche abitative, Enrico Melasecche , aggiungendo che "ciò consentirà alla Regione entro l'estate di assegnare ai comuni anche questo secondo finanziamento, opportunamente incrementato da altri fondi ministeriali, per venire incontro ad una platea molto più vasta di inquilini a basso reddito". L'assessore ha sottolineato, spiega una nota - che "esistono due fondi che cercano di aiutare gli inquilini con problemi personali e di reddito: il Fondo inquilini "morosi incolpevoli" che va incontro a ben determinate categorie di locatari, con problemi specifici relativi alla impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a causa della perdita o di una consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, quindi con requisiti stringenti fissati tassativamente dalla legge, con il quale la Regione ha assegnato 670.000 euro ai "comuni ad alta tensione abitativa" dell'Umbria che stanno per predisporre i relativi bandi; ed il "Fondo nazionale per il sostegno all'accesso delle abitazioni in locazione", legge 431/98, per tutti gli inquilini non abbienti che pur non rientrando fra i "morosi incolpevoli" si trovano comunque in condizioni economiche disagiate, fondo questo non più operante dal 2015.  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Roma, mar. - L'INPGI ha messo a disposizione 42 mln euro per una serie di misure atte ad assistere economicamente i colleghi stante la situaizone di crisi dovuta all'emergenza Coronavirus. Vedi altra NOTIZIA. Per non penalizzare la situazione di liquidità derivante dalla contrazione dell'attività professionale, i colleghi che hanno in corso un piano di rateizzo per il rimborso di un finanziamento erogato dalla gestione separata dell'Istituto potranno, autocertificando la situazione di difficoltà conseguente all'emergenza sanitaria in atto, ottenere la sospensione, fino ad un massimo di12 mesi e senza sgravio di interessi, del pagamento delle rate dovute. Questo quanto in una nota INPGI. Inoltre, gli iscritti alla gestione separata che, a causa dell'emergenza, abbiano visto ridotti i propri compensi nel trimestre marzo-maggio 2020 in misura almeno pari al 33% rispetto ai compensi percepiti nel trimestre ottobre-dicembre 2019, potranno richiedere un prestito, a tasso zero, con piano di rateizzo della durata fino a 36 mesi, per un importo variabile in funzione dell'entità della riduzione del volume dei compensi e dell'anzianità contributiva presso la predetta Gestione previdenziale, in un range comunque compreso tra 2.000 euro e 25.000 euro. Per i dettagli tecnici e gli aspetti operativi relativi alle misure descritte si rinvia al documento analitico cosultabile su INPGI. fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia mar. - Dai dati aggiornati alle ore 8 di sabato 28 marzo, 969 persone in Umbria risultano positive al virus Covid-19, i guariti sono 12, di cui 7 residenti nella provincia di Perugia, 5 in quella di Terni. Nel complesso entro le 8 di oggi 28 marzo, sono stati eseguiti 7028 tamponi. Risultano 39 clinicamente guariti, di cui 25 residenti nella provincia di Perugia e 14 in quella di Terni. I deceduti sono 28, rispettivamente 17 residenti nella provincia di Perugia e 10 in quella di Terni, 1 di fuori regione. Tra i 969 pazienti positivi, 27 sono di fuori regione, 729 sono residenti nella provincia di Perugia e 213 in quella di Terni. Sono ricoverati in 203, 147 sono residenti nella provincia di Perugia e 46 in quella di Terni, 10 sono di fuori regione. I ricoveri nell'ospedale di Perugia sono 76, 52 in quello di Terni, 30 a Città di Castello, 35 a Pantalla, 6 a Orvieto, 4 a Foligno. Dei 203 ricoverati, 44 sono in terapia intensiva, 21 nell'ospedale di Perugia, 14 in quello di Terni, 5 a Città di Castello, 4 nell'ospedale di Orvieto. Le persone in osservazione sono 3083: di questi, 2411 sono nella provincia di Perugia e 672 in quella di Terni. Sempre alla stessa data risultano 2840 soggetti usciti dall'isolamento, di cui 2142 nella provincia di Perugia e 698 in quella di Terni. I dati e tutte le notizie relative all'emergenza coronavirus sono consultabili su www.regione.umbria.it/coronavirus. fonte com reg. 

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Milano mar. – La sfida continua; e' una corsa contro il tempo la realizzazione dell'ospedale di Terapia intensiva da 200 posti alla fieraMilano, coordinato dall'ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso, attualmente ricoverato all'ospedale perche' ha sintomi da coronavirus, anche se il suo ricoverato è solo a scopo precauzionale. Fatti i tamponi, deciso il ricovero. Sul piano organizzativo, il maxicantiere dove lavorano tre turni di operai (circa 200) e venti imprese (piu' altre venti di supporto) e' gia' in parte completato con tutti quei sistemi di sicurezza aria, e ossigeno, divisi in settori che danno certezze di divisione tra le parti potenzialmente contagiate e parte no. Per comprendere meglio il progetto ho visionato un video che si trova sul sito dell'ospedalemilano il cui indirizzo e' il seguente: www.ospedalefieramilano.it. Fatelo anche voi. Oscar Cassa, Direttore tecnico Fondazione Fiera Milano spiega il progetto dell'Ospedale Fiera Milano e dei moduli/container che saranno attrezzati con posti letto destinati alle cure dei pazienti coinvolti nell'emergenza Covid-19. Ieri sono intanto arrivato i 18 moduli per terapia intensiva che verranno posizionati come da progetto, per aprire quanto prima una parte del costruendo ospedale di Terapia intensiva.Ricorda: www.ospedalefieramilano.it  - pp

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Ancona, mar. – Il palazzetto sport che era stato scelto come sito per la realizzaizone di un ospedale di terapia intensiva d'emergenza, non avrebbe tutti i requisiti per velocizzare al massimo la realizzazione. Quindi si cerca altra soluzione. Dall'esame di fattibilità svolto nel pomeriggio di ieri con un sopralluogo al Palaindoor di Ancona, in base alle planimetre e alla documentazione consegnata, il team di tecnici incaricati ha comunicato che neanche tale struttura può essere considerata idonea al progetto, in quanto i tempi necessari per l'adeguamento degli spazi alla collocazione dei 100 posti letto di terapia intensiva indispensabili per la regione Marche risulterebbero troppo lunghi rispetto alle attuali condizioni di emergenza. I tecnici stanno già valutando altre soluzioni, che possano garantire velocemente, senza interventi strutturali importanti, un'area di 5000 metri quadri sviluppata su un unico piano. Questo il senso di una nota regionale. Intanto da quanto si e' appreso, Bertolaso in costante collegamento con lo staff di suoi tecnici in loco, segue l'evoluzione via computer e video, dall'ospedale dove e' ricoverato in via precauzionale. fonte com abstract

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Roma, mar. – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha rivolto nuovamente un messaggio agli Italiani, consapevoli della gravita' del momento, in queste settimane difficilissime per la battaglia che il Paese sta combattendo contro il Coronavirus, un virus sconosciuto e subdolo, che ha mietuto tantissime vittime. «Mi permetto nuovamente, care concittadine e cari concittadini, di rivolgermi a voi, nel corso di questa difficile emergenza, per condividere alcune riflessioni. Ne avverto il dovere – ha detto Mattarella - . La prima si traduce in un pensiero rivolto alle persone che hanno perso la vita a causa di questa epidemia; e ai loro familiari. Il dolore del distacco è stato ingigantito dalla sofferenza di non poter essere loro vicini e dalla tristezza dell'impossibilità di celebrare, come dovuto, il commiato dalle comunità di cui erano parte. Comunità che sono duramente impoverite dalla loro scomparsa. Stiamo vivendo una pagina triste della nostra storia. Abbiamo visto immagini che sarà impossibile dimenticare. Alcuni territori – e in particolare la generazione più anziana - stanno pagando un prezzo altissimo. Ho parlato, in questi giorni, con tanti amministratori e ho rappresentato loro la vicinanza e la solidarietà di tutti gli italiani. Desidero anche esprimere rinnovata riconoscenza nei confronti di chi, per tutti noi, sta fronteggiando la malattia con instancabile abnegazione: i medici, gli infermieri, l'intero personale sanitario, cui occorre, in ogni modo, assicurare tutto il materiale necessario. Numerosi sono rimasti vittime del loro impegno generoso. Insieme a loro ringrazio i farmacisti, gli agenti delle Forze dell'ordine, nazionali e locali, coloro che mantengono in funzione le linee alimentari, i servizi e le attività essenziali, coloro che trasportano i prodotti necessari, le Forze Armate.  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Perugia mar. - Alle ore 18.30 di oggi, venerdì 27 marzo nel territorio umbro si registrano 24 decessi di persone positive al coronavirus. Ai 21 decessi registrati alle ore 8 di oggi, di cui è già stata data comunicazione stamani, si aggiungono altri tre decessi avvenuti nella giornata. Alle ore 13, all'ospedale di Terni, è deceduto un uomo di 72 anni residente ad Orvieto. Alle ore 13.40, nel reparto di Medicina d'urgenza dell'ospedale San Giovanni Battista di Foligno, è deceduta una donna di 88 anni che risiedeva a Orvieto. Nel corso della mattinata è deceduta all'ospedale di Pantalla una donna di 83 anni residente a Sansepolcro, che era tra i ricoverati di fuori regione. fonte com

Pubblicato in Cronaca
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 5 di 849

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information