City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

(CIS) – Ancona, mar. Il Gores ha trasmesso gli esiti delle indagini di laboratorio sui tamponi delle ultime 24 ore (tabella blu) e la situazione generale aggiornata alle 12 di oggi (tabella gialla). I tamponi risultati positivi sono oggi 82 su 437 analizzati. Sono tuttavia in totale 880 i tamponi in fase di analisi nelle ultime ore, poiché altri 443 sono al momento in esame nei laboratori di Marche Nord e Ascoli. Con il fine di garantire la massima tempestività nell'analisi dei tamponi già effettuati, infatti, anche a Marche Nord si è avviata l'attività delle analisi di laboratorio, in una logica di rete che consente di essere tempestivi e operativi laddove sono immediatamente disponibili i reagenti. Fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia mar. - – Dai dati aggiornati alle ore 8 di venerdì 27 marzo, 884 persone in Umbria risultano positive al virus Covid-19, i guariti sono 11, i clinicamente guariti sono 28,i deceduti sono 21. Sono ricoverati in 195, di cui 46 in terapia intensiva. Le persone in osservazione sono 2960, alla stessa data risultano 2629 soggetti usciti dall'isolamento. Nel complesso entro le ore 8 del 27 marzo, sono stati eseguiti 6130 tamponi. Questo quanto in una nota ufficiale della regione. fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Roma, mar. - Nasce il primo sito di Fact Checking interamente dedicato alla verifica scientifica di notizie inerenti al coronavirus. Si chiama CoronaCheck ed è raggiungibile alla seguente indirizzo: https://coronacheck.eurecom.fr/. Lo ha realizzato un team di ricercatori del Dipartimento di Data Science di EURECOM (Francia), della Cornell University (USA) con la collaborazione della Johns Hopkins University (USA). Le notizie vengono verificate sulla base di dati ufficiali provenienti da: World Health Organization (WHO), Governi e Ministeri della salute di Italia, Australia, Taiwan, China, Canada. Con la diffusione del virus COVID-19, c'è stato un picco di disinformazione sulla sua origine, diffusione ed effetti. Molte affermazioni errate e fuorvianti vengono quotidianamente diffuse sui social network, creando spesso confusioni ed inutile allarmismo. Il sito web consente di verificare se una determinata frase sia vera o falsa. Lo si legge in una news letter dell'INPGI inviata a giornalisti italiani. Si fanno anche esempi: "Il 12 marzo, i nuovi casi di Coronavirus sono aumentati solo del 5% negli USA", "La mortalità in Italia è molto più alta che in Francia", "In tutta l'Australia ci sono 5 casi", "Il tasso di mortalità sta scendendo in China", "In Brasile ieri ci sono stati 50 casi". E così via. CoronaCheck è in grado di verificare affermazioni inerenti casi confermati di coronavirus, persone guarite, decessi e tassi di mortalità. Per ogni verifica, il sistema mostra un'etichetta vero/falso e una spiegazione di come il sistema di Intelligenza Artificiale sia giunto a quella conclusione.  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia, mar. - La solidarieta' e' scattata da giorni in Umbria; non solo piccoli o grandi versamenti di imprendori, di singoli cittadini per la protezione civile, per gli ospedali di zona, nel ternano, ma anche per quello del capoluogo. L'Associazione FILOSOFI...AMO organizza una raccolta fondi per l'acquisto di presidi medici per il reparto di terapia intensiva dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia. Per le vostre offerte potrete prendere accordi telefonando al 3351200921 oppure versando direttamente nel conto corrente dell'associazione IBAN: IT68A0359901899050188533999 specificando la causale, "Contributo Lotta COVID-19". Scadenza prevista per 3 Aprile. TUTTI POSSIAMO FARE QUALCOSA.

Pubblicato in Cronaca

(CIS) -Perugia mar. - – E' possibile effettuare le donazioni sul conto corrente attivato dalla Regione Umbria per l'emergenza COVID-19 anche accedendo dalla piattaforma regionale dei pagamenti elettronici PagoUMBRIA (https://pagoumbria.regione.umbria.it. Occorre cliccare sull'area Pagamenti Spontanei, selezionando l'Ente Regione Umbria e infine sul pagamento "Donazioni emergenza COVID-19 Umbria 2020". Per donare - spiega una  nota -, basta inserire le informazioni richieste, il sistema propone un riepilogo del pagamento e, dopo aver scelto di pagare on-line, inserendo la propria email viene proposto l'elenco delle banche e istituti di pagamento accreditati sul Nodo Nazionale dei Pagamenti per la pubblica amministrazione PagoPA, attraverso i quali la donazione può essere effettuata con carta di credito/debito o bonifico, conto corrente o altri metodi di pagamento. fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Perugia mar. - – Alle ore 18,00 di giovedì 26 marzo, in Umbria si registrano 20 decessi di persone positive al coronavirus e dei quali stamani, in una nota della Regione, è già stata data comunicazione. Il 25 marzo è deceduta presso la struttura di Medicina d'urgenza dell'Ospedale di Perugia, una paziente di 89 anni residente nel comune di Città di Castello. In una nota della USL1, si informa che a seguito della chiusura del pronto soccorso dell'ospedale della Media Valle del Tevere di Pantalla, trasformato in centro Covid-19, saranno attive per le 24 ore le postazioni 118 presenti sul territorio: Todi, Marsciano, Ospedale (medicalizzata) e l'auto medica. fonte com 

Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Roma, mar. - La protezione civile, in una nota, risponde alle dichirazioni del presidente della Campania. "In merito alle dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, è opportuno precisare che – contrariamente a quanto da lui sostenuto - sono stati consegnati, alla Regione Campania, fino ad oggi, circa un milione di dispositivi. Nel dettaglio, si tratta 788.600 mila mascherine, circa 99mila ffp2 e ffp3, 109mila guanti in lattice, oltre 3000 dispositivi – tra camici chirurgici, copriscarpe e visiere di protezione – e 15 ventilatori per terapia intensiva e sub-intensiva. È in corso un lavoro incessante che, anche grazie all'approvazione del Decreto "Cura Italia", sta dando segnali di risposta concreta anche in termini quantitativi che aumenteranno giorno dopo giorno". fonte com

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Roma, mar. - Le persone guarite sono 10.361. I pazienti ricoverati con sintomi sono 24.753, in terapia intensiva 3.612, mentre 33.648 si trovano in isolamento domiciliare. Nell'ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale i casi totali sono 80539, al momento sono 62013 le persone che risultano positive al virus. I deceduti sono 8.165 (oggi 622 nuovi decessi – ndr-) ma questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l'Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. Come di consueto la conferenza stampa alla protezione civile ha fornito l'andamento della situazione del virus in Itali, coordinata dal direttore generale Agostino Miozzo. Le attivita' di supporto per gli ospedali proseguono; ogni mattina in videoconferenza - ha detto il direttore D'Angelo - si genera un contatto con le regioni per le necessita' e per avere la situazione. La protezione civile sta lavorando per lo svuotamento delle navi da crociera che sono rientrate, a Savona e Civitavecchia, questo in accordo e con gli armatori, le capitanerie di porto e le forze dell'ordine e sanitarie. Continua l'attivita' di trasferimento dei pazienti (dalla Lombardia) in terapia intensiva: attraverso la Cros e anche con due voli provenienti dalla Germania che ha confermato il suo appoggio per altre necessita'. Anche l'ENAC sta seguendo queste fasi: quindi piu' aerei anche con barelle a biocontenimento ed elicotteri. Ci sono poi i contingentii militari dalla Russia e ora anche dagli Usa che stanno operando per l'assistenza agli ospedali da campo realizzati. Nell'ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento quindi (dati protezione civile) 62.013 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 80.539 i casi totali (quindi anche con le vittime e guariti – ndr-).  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Foligno, mar. - L'ospedale di Foligno, per spazi, dotazione tecnologica e professionalità, è perfettamente in grado di affrontare questa sfida: Covid-19 e non Covid-19 con una organizzazione separata, isolata. La conferma arriva dai direttori dei dipartimenti e delle strutture complesse. Il responsabile della Medicina interna, Lucio Patoia – come si legge in una nota - ha sottolineato come sia già attiva, per i casi da diagnosticare, in una parte isolata ed in sicurezza della medicina, una specifica sezione collegata direttamente al pronto soccorso e quindi sarà agevole trasformare questo spazio in area Covid. Anche Giuseppe Calabrò, responsabile del 118, Pronto soccorso e della Medicina d'urgenza, ha evidenziato come l'organizzazione di filtro e di primo intervento nei casi Covid sia ben rodata per cui non ci saranno, anche in questo caso, particolari problemi se il flusso di pazienti si manterrà costante. Le strutture di Pneumologia, Anestesia, Terapia Intensiva e Rianimazione avranno anch'esse un ruolo chiave nella gestione dell'emergenza sanitaria con lo staff del responsabile della Pneumologia Francesco Merante, fortemente impegnato a collaborare al progetto considerata l'importanza delle patologia polmonare associata all'infezione virale e con la responsabile di Anestesia e Rianimazione Liliana Lentischio, che ha raccolto la piena disponibilità della direzione aziendale e ospedaliera ad acquisire ulteriori apparati, prevedere alcuni adattamenti strutturali e implementare la dotazione organica per garantire l'attività in due rianimazioni distinte, Covid e non Covid. Gli anestesisti Alvaro Chianella e Giammichele Nicoletta, in questo senso, collaboreranno all'implementazione pratica del progetto.  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Foligno, mar. -. L'ospedale "San Giovanni Battista" di Foligno, che ha già fornito risposte significative nella gestione dell'emergenza sanitaria, rimodula e potenzia ulteriormente i servizi impegnati in prima linea per sconfiggere il Covid19 e garantire cure e risposte. Scatta la fase 2 per sconfiggere il nemico invisibile e garantire cure e risposte adeguate agli assistiti. Per rendere immediatamente operativo quanto previsto dall'ordinanza n. 9 del 23 marzo firmata della presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, che inserisce la struttura ospedaliera di Foligno nella rete Covid-19 con un piano complessivo di potenziamento dei posti letto di terapia intensiva, la Usl Umbria 2 ha tenuto una riunione tra la direzione sanitaria aziendale, la direzione medica del presidio ospedaliero e i responsabili dei dipartimenti e strutture complesse coinvolte nella riorganizzazione del "San Giovanni Battista". L'annuncio in una nota. Nel corso dell'incontro il direttore sanitario dell'Azienda Usl Umbria 2, Camillo Giammartino, ha posto la necessità di attuare le indicazioni regionali in tempi rapidissimi. Il piano di emergenza prevede che Foligno diventi temporaneamente un ospedale misto Covid e non Covid per supportare la rete di intervento umbra in questa condizione di emergenza sanitaria. Luca Sapori, direttore sanitario dell'ospedale di Foligno, ha garantito tutto il supporto necessario sottolineando l'importanza di procedere bene e rapidamente. Il direttore sanitario aziendale farà tutto il necessario per acquisire nuovi apparati, personale ed effettuare le modifiche strutturali che saranno richieste. Fonte com SEGUE ALTRA NOTIZIA

Pubblicato in Cronaca
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 7 di 849

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information