City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Venerdì 19 Giugno 2020 23:47

LA CULTURA DEI MOTORI VA IN RETE

(CIS) - Torino giu. - "Cultura on line" è la nuova iniziativa dell'Automotoclub Storico Italiano. Nasce da un'idea a da una precisa volontà divulgativa della Commissione Cultura dell'ASI, che ha visto nel web un'ulteriore opportunità per diffondere la conoscenza della storia motoristica. Rispetto alla carta stampata, il mondo di internet permette formule espressive e divulgative diverse e più facilmente diffondibili mentre, rispetto a conferenze o convegni, fornisce un contatto più diretto e capillare con tutti gli appassionati, in particolare quelli più giovani. Il recente periodo di emergenza sanitaria, con conseguente distanziamento sociale, ha dato un decisivo impulso al progetto "Cultura on line": la Commissione Cultura dell'ASI, presieduta da Luca Manneschi, ha quindi affrontato una nuova sfida con l'entusiasmo che da sempre sta alla base di ogni attività firmata ASI. "Cultura on line" utilizza tutti i canali web dell'Automotoclub Storico Italiano - dal sito internet www.asifed.it ai vari social network come Facebook, Instagram e Youtube - ed i contenuti sono strutturati in quattro diverse tipologie: dalle più semplici "Pillole" ai più articolati "Video", passando per le "Relazioni" ed i "Quaderni". Questa nuova forma di divulgazione ha come primo obiettivo quello di colmare il vuoto dovuto alla mancanza obbligata di eventi aggregativi, ma in futuro li affiancherà e li completerà creando un complesso circuito culturale che sarà sempre di più il fiore all'occhiello dell'Automotoclub Storico Italiano. Fonte com ASIfed

What do you want to do ?
New mail
LA CULTURA DEI MOTORI VA IN RETE
What do you want to do ?
New mail
LA CULTURA DEI MOTORI VA IN RETE
What do you want to do ?
New mail
LA CULTURA DEI MOTORI VA IN RETE
What do you want to do ?
New mail
LA CULTURA DEI MOTORI VA IN RETE
What do you want to do ?
New mail
LA CULTURA DEI MOTORI VA IN RETE
Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Roma, giu. - Continua l'impegno del Dipartimento nelle attività di coordinamento di tutte le componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.In particolare, nell'ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 19 giugno, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 238.011*, con un incremento rispetto a ieri di 251 nuovi casi.Il numero totale di attualmente positivi è di 21.543, con una decrescita di 1.558 assistiti rispetto a ieri.Tra gli attualmente positivi, 161 sono in cura presso le terapie intensive, con un decremento di 7 pazienti rispetto a ieri.2.632 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 235 pazienti rispetto a ieri.18.750 persone, pari all'87% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri - spiega una nota - i deceduti sono 47 e portano il totale a 34.561. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 181.907, con un incremento di 1.363 persone rispetto a ieri. Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 14.045 in Lombardia, 2.178 in Piemonte, 1.219 in Emilia-Romagna, 582 in Veneto, 423 in Toscana, 249 in Liguria, 988 nel Lazio, 560 nelle Marche, 125 in Campania, 255 in Puglia, 56 nella Provincia autonoma di Trento, 150 in Sicilia, 85 in Friuli Venezia Giulia, 407 in Abruzzo, 75 nella Provincia autonoma di Bolzano, 17 in Umbria, 30 in Sardegna, 4 in Valle d'Aosta, 34 in Calabria, 53 in Molise e 8 in Basilicata.*Si comunica che la Regione Abruzzo ha effettuato un ricalcolo dei casi totali, sottraendo due errati positivi e che la regione Sicilia ha sottratto dai casi totali 397 unità. fonte com prot.civile

What do you want to do ?
New mail
Coronavirus/Italia: Meno di 3mila pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere
What do you want to do ?
New mail
Coronavirus/Italia: Meno di 3mila pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere
Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Corciano, giu. - "Il decennale Progetto Stage non si potrà svolgere quest'anno nella sua forma consueta, cosi abbiamo pensato ad un qualcosa di altrettanto unico. L'intento rimane quello di colmare il divario esistente tra il mondo della preparazione teorica scolastica e quello della realtà lavorativa fornendo nuove competenze più specifiche". Così Sara Motti, assessore alla pubblica istruzione e coesione sociale del Comune di Corciano, introduce "Campus for Job". Previsto nel mese di luglio è destinato ai ragazzi dai 16 ai 19 anni residenti nel comune di Corciano che hanno la volontà di mettersi alla prova. "Dopo mesi di lockdown, in cui i ragazzi sono stati costretti a rimanere isolati - spiega ancora l'assessore - questo campus si presenta come un'occasione unica per socializzare e implementare le competenze in vista di un futuro lavorativo". Le attività che si svolgeranno saranno tra le più disparate - spiega una nota - tra cui la stesura del Bilancio di Competenze, uno strumento che serve a mappare le proprie abilità con l'obiettivo di conoscere sé stessi per imparare a muoversi nel mondo del lavoro. I ragazzi potranno conoscere in prima persona la rete territoriale dei servizi per l'impiego e la formazione professionale e universitaria grazie a incontri organizzati con referenti dei servizi territoriali che operano nell'ambito delle politiche attive per il lavoro e con la formazione professionale: ARPAL Umbria, Agenzie di collocamento private, Università degli Studi di Perugia e I.T.S. ma anche il tessuto produttivo locale.  segue

Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Perugia giu. - Il Dipartimento di Medicina Veterinaria e il Corso di Laurea in Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Perugia hanno ottenuto l'ambito status di "EAEVE accredited". EAEVE, European Association of Establishments for Veterinary Education, è l'associazione che dal 1998 promuove il miglioramento degli standard qualitativi nelle scuole di Medicina Veterinaria in tutta l'Unione Europea, attribuendo ai corsi di laurea lo status "approved", per il livello qualitativo di base, o "accredited" per il livello qualitativo avanzato. La comunicazione del riconoscimento – spiega una nota - è giunta al professore Fabrizio Rueca, direttore del Dipartimento: dopo una serie di visite, audit, controlli e suggerimenti, il conseguimento dello status è la conclusione di un percorso e di un lavoro di squadra che ha visto i docenti e il personale tecnico e amministrativo del Dipartimento di Medicina Veterinaria impegnati per il miglioramento continuo delle procedure. Il gruppo di lavoro che ha affiancato i direttori del Dipartimento (professori Fabrizio Rueca, in carica e il predecessore Luca Mechelli) nella stesura e revisione delle procedure che hanno portato al raggiungimento dell'eccellente risultato, coordinato dalla professoressa Maria Teresa Mandara, è costituito dai professori Chiara Brachelente, Sara Nannarone, Lakamy Sylla, Beniamino Cenci Goga, Fabrizio Passamonti, Andrea Verini Supplizi, Cecilia Dall'Aglio, Francesco Porciello e Massimo Trabalza Marinucci, dalla dottoressa Nicla Furiani, medico veterinario libero professionista e dalle studentesse Federica Giulivi, Margherita Polidori, Linda Rutigliano. Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Riconoscimento per Medicina Veterinaria ateneo di Perugia
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Assisi giu. - Subasio Music Club del post-quarantena ha il volto di Francesco Gabbani. Sarà l'artista toscano ad inaugurare - martedì 30 giugno dalle 21 - il nuovo corso del coinvolgente format di Radio Subasio, declinato all'insegna dell'attualità. Come sempre, grande spazio alla musica, con un'ora di performance dal vivo, intervallata dall'intervista - condotta, in questo caso, da Roberto Gentile. La serata – e' detto in una nota - si svolgerà, senza pubblico in studio, ma con 50 ascoltatori collegati tramite la piattaforma Zoom che potranno anche interagire con l'artista e saranno collegati in video. Tutti gli altri, in linea con il passato, potranno fare le loro domande inviando un messaggio vocale durante la diretta (whatsapp 348 0758060). Facebook Live sulla pagina ufficiale di Radio Subasio assicurerà la visione del programma che verrà trasmesso in simulcast in Fm ed in streaming su radiosubasio.it Francesco Gabbani - il cui Subasio Music Club annunciato per 10 marzo scorso era stato giocoforza annullato - arriva ad Assisi con la contagiosa energia del suo nuovo singolo "Il sudore ci appiccica", che è un invito a godersi l'estate e gli amici, perché "la vita non è male", soprattutto quando si sta insieme. Espressioni che suonano liberatorie dopo i mesi di lockdown, per un brano che è il terzo estratto dal quarto album in studio "Viceversa", dal titolo della canzone seconda classificata alla 70esima edizione del Festival di Sanremo nella categoria Campioni. Si annuncia una serata empatica, giocata sulla simpatia e l'approfondimento nella quale il cantautore polistrumentista di Carrara potrà dire molto di sé. Chissà se il "navigatore" di "Magellano", album che risale a tre anni fa, è diventato così saggio da mettersi in discussione, inaugurando un percorso di andata e di ritorno ... o "Viceversa"? Per far parte della rosa dei 50 partecipanti collegati tramite Zoom occorre compilare il form pubblicato sul sito di Radio Subasio (inserire anche la domanda che si ha piacere di rivolgere all'artista - ndr). Una mail fornirà il link per il collegamento e le altre indicazioni. Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Radio: Subasio Music Club riparte da Francesco Gabbani; no pubblico, ma con Zoom
What do you want to do ?
New mail
Radio: Subasio Music Club riparte da Francesco Gabbani; no pubblico, ma con Zoom
What do you want to do ?
New mail
Radio: Subasio Music Club riparte da Francesco Gabbani; no pubblico, ma con Zoom
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia giu. - Un Ginkgo biloba, germogliato da un seme di una pianta sopravvissuta al bombardamento del 6 agosto 1945 di Hiroshima, verrà messo a dimora presso Biblioteca comunale San Matteo degli Armeni di Perugia, luogo specializzato sui temi della nonviolenza, educazione alla pace, dei diritti umani, del dialogo interculturale e interreligioso. L'evento nona perto l pubblico a causa delle restrizioni previste dalle norme anti Coronavius che impongono limitazioni nei presenti e DPI, avrà luogo domani, sabato 20 giugno alle ore 17, su iniziativa del Programme for the Endorsement of Forest Certification (PEFC Italia), associazione internazionale che promuove la gestione sostenibile delle foreste e dell'Università degli Studi di Perugia. La pianta di due anni – spiega una nota - è stata donata dall'associazione "Mondo senza guerra e senza violenza" di Castenedolo-Brescia nel quadro dell'accordo fatto con PEFC Italia e l'Ateneo di Perugia con la giapponese Green Legacy Hiroshima, che si occupa della raccolta e diffusione nel mondo dei semi di queste piante iconiche. Sarà aperta dall'introduzione del dottor David Grohmann dell'Ateneo perugino cui seguirà un momento musicale con il Quintetto d'archi dell'Orchestra da Cameradi Perugia, con brani di Boccherini e Barber. Antonio Brunori, segretario generale di PEFC Italia, illustrerà poi il significato degli alberi di Hiroshima e dell'evento di collocazione del Ginkgo biloba a San Matteo degli Armeni. Sono previsti i saluti istituzionali di Andrea Romizi, sindaco di Perugia, del Professore Maurizio Oliviero, Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Carlo Pagnotta, direttore artistico di Umbria Jazz, Donatella Tesei, presidente della Regione Umbria. segue

Pubblicato in Cronaca


(CIS) - Perugia giu. -  – I casi positivi sono passati da 1.436 del 12 giugno a 1438 del 19 giugno (+ 2); gli attualmente positivi da 32 a 24 (- 8). I guariti sono cresciuti da 1328 a 1337 (+ 9); i clinicamente guariti da 8 a 7 (- 1). I ricoveri totali sono calati da 11 a 7 (- 4); di questi, i ricoveri in rianimazione sono 2 (+ 1). I decessi sono passati da 76 a 77 (+ 1). Le persone in isolamento contumaciale sono scese da 21 a 17 (- 4). Alle ore 8 di questa mattina il numero complessivo dei tamponi effettuati è di 86.693, rispetto agli 80.190 effettuati alla data del 12 giugno, con un aumento di 6503 tamponi. Questi i dati riferiti alla settimana 12-19 giugno per ciò che riguarda l'andamento epidemiologico del virus COVID-19 in Umbria, aggiornati alle ore 8 di venerdì 19 giugno. I pazienti clinicamente guariti sono quelli che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche come febbre, rinite, tosse, mal di gola e, nei casi più gravi, polmonite con insufficienza respiratoria, diventa asintomatico, clinicamente guarito, pur risultando ancora positivo al test per la ricerca di SARS-CoV-2. In questo caso - spiega una nota - , pur non essendo più necessario il ricovero, il paziente non può ritornare alla vita di comunità perché ancora con una carica virale elevata. Il paziente ufficialmente guarito invece, è colui che risulta negativo in due test consecutivi, effettuati a distanza di 24 ore uno dall'altro. Maggiori dati e tutte le notizie relative all'emergenza coronavirus sono consultabili su http://www.regione.umbria.it/coronavirus in cui è stata attivata una dashboard (https://coronavirus.regione.umbria.it/) che fornisce tutti i dati in merito all'evoluzione del Covid-19 in Umbria e che sono in continuo aggiornamento. Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Coronavirus/Umbria: andamento settimanale 12-19 giugno; attuali positivi -8
What do you want to do ?
New mail
Coronavirus/Umbria: andamento settimanale 12-19 giugno; attuali positivi -8
Pubblicato in Cronaca


(CIS) – Perugia giu. - L'annuale Rapporto "L'economia dell'Umbria", nel quale gli esperti della Banca d'Italia hanno dedicato ampio spazio anche ai primi effetti dell'emergenza sanitari e' ultimato e in considerazione dell'attuale situazione, la presentazione si svolgerà in modalità web conference, martedì 23 giugno dalle ore 11 alle ore 12.30, tramite la piattaforma WebEx. Per facilitare il compito di diffusione delle informazioni e, in particolare, per darvi maggior tempo per strutturare il corpo dei servizi che riterrete di realizzare, anticiperemo i principali dati in una conferenza stampa che si terrà la mattina dello stesso 23 giugno alle ore9.45, sempre in modalità web conference tramite la piattaforma Skype for business. abstract fonte com 

What do you want to do ?
New mail
Rapporto sull'economia dell'Umbria: presentazione martedi' 23 in web-conference
What do you want to do ?
New mail
Rapporto sull'economia dell'Umbria: presentazione martedi' 23 in web-conference
Pubblicato in Cronaca

(CIS) – Perugia giu. - Dall'epidemia che ha sconvolto il mondo e dalle preoccupazioni sul futuro delle nostre società, emerse in conseguenza della gestione di questa inedita crisi sanitaria, nasce l'appello che la Comunità di Sant'Egidio sta diffondendo a livello internazionale in favore di un deciso cambiamento di mentalità nei confronti delle popolazioni anziane di tutti i paesi; un grido d'allarme che porti a ri-umanizzare le nostre società e a sradicare ogni ipotesi di sanità selettiva, non solo in ragione dell'età ma anche del censo. A causa del Covid-19 in Italia, ma anche in molti altri paesi europei ed extraeuropei, gli anziani sono in pericolo. Le drammatiche cifre delle morti negli ospizi fanno rabbrividire. Molto ci sarà da rivedere nei sistemi della sanità pubblica e nelle buone pratiche necessarie per raggiungere e curare con efficacia tutti. Sta infatti insinuandosi in più ambiti del mondo l'idea che sia possibile sacrificare le vite dei vecchi e dei poveri in favore di altre. Papa Francesco ne parla come di una "cultura dello scarto", che toglie agli anziani il diritto ad essere considerati persone. Rassegnarsi a tale concezione del curare è umanamente e giuridicamente inaccettabile e ciò va analizzato, spiegato e divulgato. Con tali motivazioni l'Università per Stranieri di Perugia – e' detto in una nota - ha organizzato l'evento streaming che avrà luogo lunedì 22 giugno, alle ore 16 dal titolo: Da questa crisi dobbiamo uscire migliori; dibattito in cui si alterneranno sul tema, le voci di Giuliana Grego Bolli, Rettrice della Stranieri, Marco Impagliazzo, Presidente della Comunità di Sant'Egidio, Maura Marchegiani, docente di Diritto Internazionale presso l'ateneo e Luciano Morini, avvocato, scrittore e volontario della Comunità Santegidiana. Sarà possibile assistere all'evento collegandosi dalla Home Page del sito dell'Università per Stranieri di Perugia: www.unistrapg.it, nella sezione: "Eventi in Streaming".

Fonte com S.G.

What do you want to do ?
New mail
Universita per Stranieri: Lunedì 22 (ore 16) evento streaming dal titolo "Da questa crisi dobbiamo uscire migliori"
What do you want to do ?
New mail
Universita per Stranieri: Lunedì 22 (ore 16) evento streaming dal titolo "Da questa crisi dobbiamo uscire migliori"
Pubblicato in Cronaca

(CIS) - Perugia giu. - Contro la decisione della Regione. "Riteniamo che questa scelta non sia a tutela della salute delle donne, come sostenuto dalla presidente Tesei, ma che vada nella direzione esattamente opposta: prevedere un ricovero ospedaliero di tre giorni, forzato e inutile, rende il momento dell'interruzione della gravidanza ancor più difficile e doloroso. Peraltro il tutto avviene in un momento particolarmente delicato per il sistema sanitario regionale, a causa dell'emergenza Coronavirus. Siamo convinte che questa decisione, che fa arretrare l'Umbria, allontanandola dalle prassi ormai affermate nei Paesi europei più avanzati, nasconda, neanche tanto velatamente, la volontà di frapporre degli ostacoli all'esercizio di un diritto riconosciuto dalla legge e conquistato dalle donne dopo anni di lotte. Vogliamo che dall'Umbria parta la modifica delle retrograde linee di indirizzo del 2010 e che come in Europa la RU486 venga somministrata nei Consultori e fino a 9 settimane di gestazione. Il problema, ancora una volta, quando si parla di aborto, è sempre lo stesso, la pretesa della politica di trasformare un fatto personale in pratica di dominio pubblico, decidendo cosa sia giusto o sbagliato per le donne. Per queste ragioni domenica saremo in piazza per dare visibilità alla straordinaria risposta che in questi giorni le donne di tutta l'Umbria e non solo hanno dato di fronte a questo attacco ai nostri diritti e libertà. Chiediamo a tutte e tutti le/i manifestanti di venire in piazza munite/i di mascherine e di osservare le disposizioni che impongono almeno un metro di distanza. fonte com

What do you want to do ?
New mail
Manifestazione a Perugia domenica de "La Rete"; in piazza con mascherine  e distanza
What do you want to do ?
New mail
Manifestazione a Perugia domenica de "La Rete"; in piazza con mascherine  e distanza
Pubblicato in Cronaca
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 10 di 941

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information