City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Economia

(CI)S - Ancona/Perugia/Firenze dic. - "La riduzione dei tempi di percorrenza da costa a costa porterebbe ad un abbattimento dell'emissione di Co2 nell'aria. Un notevole beneficio ambientale, quindi, che indico per ultimo ma che ultimo non considero affatto. Tutte le misure che la Giunta Acquaroli ha adottato in campo infrastrutturale in questo primo anno e mezzo di legislatura procedono, infatti, verso lo sviluppo di una mobilità sostenibile e in sicurezza, dalla promozione dell'anello ferroviario all'incremento delle piste ciclabili, proprio perché rappresenta l'unico futuro possibile". Lo ha detto l'assessore regionale delle Marche Baldelli. Nell'ambito degli spostamenti delle persone e delle merci, la Fano-Grosseto assume un rilievo strategico non solo interregionale, ma anche nazionale ed europeo. L'Unione Europea l'ha infatti inserita nella rete europea Ten-T, che ha lo specifico obiettivo di consentire una mobilità senza ostacoli, sicura e sostenibile di persone e merci, nonché di favorire l'accesibilità e la connettività per tutte le Regioni dell'Unione, contribuendo all'ulteriore crescita economica, alla competitività in una prospettiva globale e ad una migliore coesione territoriale. "In quest'ottica – conclude Baldelli -, è evidente come non sia perseguibile la realizzazione della E78 a due sole corsie. Dimezzata non sarebbe funzionale all'obiettivo che le ha attribuito la stessa Unione Europea". Ecco perché le Regioni Marche, Umbria e Toscana, su iniziativa del presidente Acquaroli e dell'assessore Baldelli, hanno deciso di fare fronte comune per raggiungere il risultato. Non solo promuovendo nei confronti di Mims e Anas la realizzazione a quattro corsie lungo i 270 km complessivi di tracciato. Ma anche affiancando il commissario straordinario Massimo Simonini nell'elaborazione del cronoprogramma e nel reperimento di finanziamenti. Il Protocollo, infatti, prevede anche la costituzione di un Comitato di Coordinamento Istituzionale, ovvero una cabina di regia a supporto del commissario straordinario, composto dagli assessori regionali competenti in materia. fonte com abstract


(CIS) – Ancona/Perugia/Firenze dic. - "Insieme per realizzare al più presto la Fano-Grosseto a quattro corsie". Ne dà notizia l'assessore alle Infrastrutture, Francesco Baldelli subito dopo l'approvazione in Giunta del 'Protocollo d'intesa per il completamento dell'itinerario stradale E78' elaborato con le Regioni Umbria e Toscana. Un documento frutto di una serie di incontri istituzionali, con cui le tre Regioni si impegnano a promuovere congiuntamente nei confronti di Anas e Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili la progettazione a quattro corsie dell'intero itinerario e la realizzazione dei tratti ancora mancanti, in particolare, nel territorio marchigiano, la seconda canna del traforo della Guinza e il tratto da Santo Stefano di Gaifa al confine con l'Umbria."E' la prima volta che le Regioni Marche, Umbria e Toscana parlano 'ad una voce sola' ad Anas e Mims per il completamento a quattro corsie di un'opera che i cittadini e le imprese di tutto il centro Italia, e non solo, invocano da decenni e che porterebbe molteplici benefici economici e territoriali – evidenzia l'assessore Baldelli -. Secondo le stime di un recente studio, la Fano-Grosseto a quattro corsie ridurrebbe notevolmente il tempo di percorrenza dalla costa adriatica alla costa tirrenica, con un abbattimento dei costi di trasporto. Un toccasana per lo sviluppo turistico di tutto il territorio interessato e per la crescita concorrenziale delle nostre imprese. Crescita turistica ed economica che trarrebbe ulteriore spinta dallo sviluppo dei due porti, che, una volta migliorato il loro collegamento con la E78 a quattro corsie, acquisirebbero maggiore capacità attrattiva. L'infrastruttura, inoltre, migliorerebbe l'accesso alle aree interne, non più isolate ma adeguatamente collegate con il resto del Paese. Ciò significherebbe la rinascita delle città attraversate dall'infrastruttura e dei loro dintorni, da troppo tempo soggette ad uno spopolamento che va invertito quanto prima". Fonte com abstract ALTRA NOTIZIA


(CIS)- Terni dic. – Si sono tenute le elezioni per il rinnovo della Rsu del settore elettrico all'Asm. Per la Flaei Cisl sono stati eletti Fabio Temperini ed Elena Attili. E' la prima volta per una donna e non può essere un caso che questo avvenga durante una fase di cambiamento per l'Azienda, in un contesto reso ancora più complicato dalla pandemia in corso che infatti aveva costretto le organizzazioni sindacali a prorogare la vigenza della Rsu. "Finalmente una donna!", hanno esclamato i lavoratori e le lavoratrici dell'Asm. Elena Attili è stata eletta grazie alle preferenze ottenute sia dagli iscritti che non iscritti che hanno voluto premiare l'impegno e la coerenza dimostrata durante questo periodo dove oltre alle problematiche legate alla vita lavorativa interna all'Azienda si sono aggiunti i disagi provocati dalla pandemia. I delegati Fabio Temperini Elena Attili accompagnati dal Segretario Regionale Amleto Del Sorbo, hanno incontrato il responsabile della Cisl di Terni Riccardo Marcelli per solennizzare l'elezione, ma soprattutto per programmare le linee strategiche per il prossimo futuro. C'è infatti da gestire la vicenda relativa alla cessione delle quote di Asm da parte della proprietà: "Un'operazione molto delicata a cui occorre porre la massima attenzione per comprendere e conoscere l'impatto che avrà sui lavoratori e sulla qualità dei servizi erogati da Asm stessa nei confronti della Comunità. "Questa è una tappa importante che cambia lo scenario di un'Azienda che e' patrimonio dei cittadini ternani. " abstract fonte com


(CIS) – Perugia dic. - E' stato pubblicato oggi nel BUR il bando TRAVEL, la nuova misura dedicata all'internazionalizzazione delle micro e piccole medie imprese del territorio. Un bando che è il primo tassello di una più ampia manovra, composta da due avvisi differenti. E' quanto ha annunciato l'assessore regionale allo sviluppo economico, Michele Fioroni. Al Bando TRAVEL si aggiungerà anche il Bando FLY da 1 milione di euro, che permetterà di finanziare progetti di internazionalizzazione integrati, sia attraverso un contributo a fondo perduto che attraverso la possibilità di richiedere un finanziamento agevolato. Entrando nello specifico della misura pubblicata oggi sul BUR, sono molte le novità introdotte – sottolinea una nota -. In generale, il Bando TRAVEL è destinato al finanziamento di progetti di internazionalizzazione integrati, realizzati da micro e piccole medie imprese. Il finanziamento previsto, per la parte a fondo perduto, è del 40% o 50% a seconda che si presenti domanda come impresa singola o aggregazione e i livelli di investimento sono minimo 30.000 euro, massimo 100.000, per le imprese singole, e minimo 70.000 euro, massimo 200.000, per le aggregazioni. I beneficiari del Bando TRAVEL, gestito da Sviluppumbria - sottolinea una nota - potranno richiedere quasi automaticamente anche un prestito agevolato erogato da Gepafin, che coprirà fino ad un massimo del 30% del progetto. Rispetto agli anni passati, la misura è stata resa molto più flessibile e molto più orientata a favorire progetti che puntano sul digitale, con una vasta gamma di spese ammissibili per sostenere le imprese a sviluppare efficaci canali di e-commerce. segue


(CIS) – Perugia dic. - Destinare quattro miliardi per contenere il caro bollette è una misura tampone, che non risolve strutturalmente i problemi per le famiglie e per le imprese. È quanto sostiene Confindustria Umbria che, pur comprendendo l'urgenza di stanziare risorse per ridurre le bollette elettriche e del gas, è consapevole che questa iniziativa non può produrre effetti concreti e duraturi sul caro energia, né per i cittadini, né per le aziende. "L'Italia sta utilizzando ingenti risorse per coprire parte dei costi di acquisto del gas importato, che – spiega il presidente di Confindustria Umbria, Vincenzo Briziarelli – non avremmo dovuto sostenere se nel nostro Paese avessimo adottato scelte diverse negli anni passati. Basti pensare che a fronte di un costo medio di acquisto di circa un euro a metro cubo, il gas estratto in Italia costerebbe circa 5 centesimi". Nonostante ciò, la produzione di gas in Italia nel corso degli anni si è fortemente ridotta, passando da 21 miliardi di metri cubi nel 1954 a soli 4,1 miliardi nel 2020. Nel frattempo, la Croazia, di fronte a noi, estrae dall'Adriatico, con i conseguenti benefici di risparmio energetico. Secondo Confindustria Umbria occorre quindi promuovere rapidamente l'estrazione di gas naturale in Italia - che ha giacimenti per almeno 90 miliardi di metri cubi - riattivando impianti e avviandone di nuovi anche adeguando le normative vigenti. segue


(CIS) – Foligno dic. - "Il tema della digitalizzazione – ha affermato il Vice Presidente di Confindustria Umbria, Giammarco Urbani – è di straordinaria importanza e attualità. Le risorse in campo ci sono e c'è la volontà di impiegarle per raggiungere obiettivi concreti, ma occorre agire insieme con una visione di territorio". "La sinergia sperimentata a Foligno tra sistema produttivo e istituzioni – ha aggiunto il Presidente di Umbria Digital Innovation Hub, Alessandro Tomassini – può rappresentare un buon esempio da replicare anche in altri territori e contesti. Il nostro compito è fare in modo che il percorso digitale delle imprese sia sempre più evoluto e centrato, ma dobbiamo anche guardare al futuro coinvolgendo pienamente i giovani che si troveranno ad utilizzare le tecnologie con dinamiche e mentalità nuove". I risultati del lavoro condotto presso le imprese di Foligno sono stati illustrati nel dettaglio da Anna De Carolis: "Le imprese del territorio – ha spiegato la ricercatrice del Politecnico di Milano, come si legge in una nota – sono in linea con le medie regionali e nazionali per quanto riguarda le capacità di gestione, esecuzione ed organizzazione dei processi. I progetti di investimento pianificati consentiranno di superare i gap esistenti e generare attività di miglioramento". "La strada intrapresa nel percorso verso la digitalizzazione è quella giusta – ha osservato il Presidente della Sezione Servizi innovativi e Tecnologici di Confindustria Umbria, Nicola Astolfi – e lo dimostrano le elevate competenze maturate in ogni ambito dalle nostre aziende, che hanno le capacità per sviluppare software, creare sistemi per la cybersecurity oltre che per l'interconnessione e l'integrazione di macchinari". segue


(CIS) – Foligno dic. - Sono positivi i risultati che emergono dal progetto con cui la Sezione Territoriale Foligno di Confindustria Umbria, supportata dal Digital Innovation Hub, ha affiancato alcune aziende del territorio nel processo di evoluzione digitale. L'iniziativa, che ha visto la collaborazione del Politecnico di Milano, è stata resocontata in occasione dell'evento "Foligno Next. Il digitale per il futuro del territorio", che si è svolto nei giorni scorsi a Palazzo Trinci. All'incontro, aperto dal Presidente della Sezione Territoriale Foligno di Confindustria Umbria Corrado Bocci e dal Presidente di Umbria Digital Innovation Hub Alessandro Tomassini, sono intervenuti Elio Catania, Senior Advisor del Governo per la digitalizzazione, Anna De Carolis, ricercatrice del Politecnico di Milano, Nicola Astolfi, Presidente della Sezione Servizi innovativi e Tecnologici di Confindustria Umbria, il Sindaco di Foligno Stefano Zuccarini e il Vice Presidente di Confindustria Umbria Giammarco Urbani. Oltre dieci le aziende che hanno partecipato al progetto sperimentale, finalizzato non solo a fotografare il livello di digitalizzazione delle imprese coinvolte, ma anche ad orientare e affiancare le realtà industriali nel loro percorso di evoluzione digitale. "Questo lavoro – ha sottolineato il Presidente della Sezione Territoriale Foligno di Confindustria Umbria, Corrado Bocci  come in una nota – ci ha fatto conoscere le grandi competenze ed anche i margini di miglioramento che abbiamo nella nostra realtà imprenditoriale. Ha inoltre dimostrato che digitalizzare non significa solo adottare delle tecnologie che rendono tutto più veloce, ma significa anche riprogettare il nostro lavoro in un modo nuovo, per avere il massimo dei risultati. La sfida della digitalizzazione è locale e al tempo stesso globale. Dobbiamo crescere, competere ed essere in grado di adattarci al cambiamento".  segue


(CIS) – Terni/Perugia/Bruxelles dic. - Profonda soddisfazione ha espresso l'assessore allo sviluppo economico Michele Fioroni rispetto alla comunicazione dell'approvazione da parte della Commissione europea dell'acquisizione di AST da parte di Acciaieria Arvedi Spa. "La chiusura del percorso formale di acquisizione di AST da parte del gruppo Arvedi, segna un momento importante rispetto alle prospettive di sviluppo del sito siderurgico integrato, di Terni e dell'intera Umbria e più in generale per il comparto dell'acciaio, strategico per l'industria italiana. Dopo venti anni AST entra a far parte di un grande gruppo industriale italiano che in questi anni ha dimostrato con i fatti di essere in grado di traguardare obiettivi significativi in termini di crescita, generazione di valore e occupazione." Bene l'acquisizione delle strutture produttive ternane, dei centri di servizio e delle competenze degli oltre 2.300 dipendenti diretti dell'azienda e che cio' possa configurare un modello di sviluppo industriale nazionale nell'industria di base su cui fondare il futuro produttivo e occupazionale del paese. "In questo senso la Regione Umbria è pronta a fare la sua parte – ha concluso - per contribuire ad una politica industriale nazionale per l'industria siderurgica rivolta all'innovazione tecnologica e dei materiali, all'efficienza energetica ed alla sostenibilità ambientale delle produzioni, allo sviluppo dei livelli occupazionali in coerenza con le prospettive di crescita della manifattura italiana". Fonte com abstract


(CIS) – Perugia dic. - British Airw ays, compagnia aerea del Gruppo IAG, avvierà la prossima estate una nuova rotta che colleghera' Londra Heathrow con l'aeroporto internazionale dell'Umbria. Lo ha annunciato una nota Sase. Il volo sara' operato con un Airbus 319, tre volte a settimana, lunedì, giovedì e sabato, con una capacita' di 165 posti (125 in economy e 40 in business class). Il primo volo sara' il 27 giugno, sino al 4 settembre. Neil Chernoff, Direttore della rete e delle alleanze di British Airways, ha detto che e' fantastico "lanciare una njuvoa rotta, poiche' noi di British riponiamo la massima attenzione ai nostri clienti, valutando dove viaggiare meglio. Sappiamo che questa nuova destinazione sarà apprezzata da entrambe le p ersone che vanno a trovare amici e parenti, ma anche dai city breakers, grazie ai voli che partono poco prima del ween-end". Entusiasmo e' stato espresso dal direttore dell'aeroporto dell'Umbria San Francesco di Assisi, Umberto Solimeno. "Siamo entusiasti di care il benvenuto a British Airways nel nostro aeroporto, per la prima volta. Questi voli sono piu' che benvenuti, perche' danno la possibilita' alla nostra regione di essere presente tra le destinazioni nel mondo di una delle piu' grandi compagnie aeree del mondo. Con BA puntiamo ad aumentare la nostra visibilita' e ad offire un'ampia opportunita' sia al Regno Unico che al nostro mercato locale." Fonte com abstract


(CIS) – Perugia dic. - Giovedì 16 dicembre, alle ore 19, sulle frequenze di Umbria Radio InBlu e in contemporanea sull'account Facebook dell'emittente, va in onda "L'Uovo di Colombo", il programma radiofonico del giovedì sera, dedicato alla divulgazione della ricerca scientifica realizzata dalle ricercatrici e dai ricercatori dell'Università degli Studi di Perugia. La puntata sarà dedicata al tema "Auto elettrica e mobilità sostenibile", prendendo spunto dall' evento che su tale argomento è stato realizzato presso l'Istituto Tecnico tecnologico "Allievi-Sangallo" di Terni durante l'edizione 2021 di Sharper - La Notte dei Ricercatori. Ospite in studio il Prof. Antonio Faba, mentre in esterna audio-video – spiega una nota - interverranno il Prof. Andrea Di Schino, presidente del corso di laurea in Ingegneria industriale e la laureanda Giulia Pozzi. Verranno illustrate le ricerche e le attività didattiche in corso presso la sede di Ingegneria a Terni sui temi della transizione elettrica nei sistemi di trazione ed in particolare il progetto riguardante lo studio e la caratterizzazione sperimentale di un'auto completamente elettrica. "L'Uovo di Colombo" va in onda a Perugia sui 92.000Mz e a Terni sui 105.300Mz e sul canale Facebook @umbriaradioinblu. Il programma è realizzato nell'ambito delle attività di divulgazione scientifica coordinate dal Prof. Roberto Rettori, delegato rettorale per il settore Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica ed è condotto in studio dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell'Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica Unipg. In replica sabato 18 dicembre, alle ore 12. Fonte com abstract

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 3 di 406

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information