City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Economia


(CIS) – Roma, ago. - "L'altalena dei prezzi del Gas e le continue forti oscillazioni a rialzo o ribasso sono dimostrazione solo di una forte speculazione che si è innescata a seguito del conflitto russo-ucraino. Stanno creando solo panico sui mercati" . Lo ha dichiarato il Presidente di FederPetroli Italia Michele Marsiglia all'Agenzia di Stampa internazionale LaPresse. "Un Price-Cap non ha senso, se dovesse cessare il conflitto, come successo per altre situazioni belliche, tutto ritorna alla normalità. In questo momento per l'Italia – si legge in una nota - serve una Politica Energetica e non elettorale. Stiamo rincorrendo rigassificatori ed altre strutture senza capire che, sono importanti ma nell'immediato valgono zero e le famiglie ed aziende italiane vertono in gravi difficoltà per il pagamento delle bollette".Sul capitolo degli extra-profitti per Marsiglia "non esiste alcuna morosità da parte delle aziende energetiche, una tassa uguale definita Robin Tax e voluta dall'ex ministro Tremonti a suo tempo fu dichiarata incostituzionale, quindi quella sugli extra-profitti è uguale. La nuova tassa ha generato solo ricorsi. Bisogna modificare la norma e stabilire la tassazione solo di alcune aziende, altrimenti si crea solo crisi economica". In merito alle voci su un possibile Ministero dell'Energia il Presidente di FederPetroli Italia ha detto: "e' anche ora..., esiste in diversi stati, o meglio, dove vi è energia. Che sia costruito con persone competenti in materia e che si occupi solo di energia. Paradossale a dirlo ma siamo una nazione con molteplici risorse energetiche, quindi questo possibile nuovo Dicastero avrà da lavorare". Fonte com


(CIS) – Perugia ago. – "L'Umbria deve tornare ad essere tra le regioni eccellenti in tema di cybersecurity. Il problema è sempre più grave e per questo abbiamo colto l'opportunità di essere tra i sette Enti Camerali pilota che per primi offrono alle proprie imprese il servizio "Checkup Sicurezza IT", che la rete dei PID ha sviluppato per consentire di verificare i rischi informatici a cui sono sottoposte e le eventuali vulnerabilità presenti. Il caso recente di una media azienda umbra a cui sono stati bloccati i dati e chiesto un riscatto di qualche milione di euro". Lo ha detto in una video intervista il presidente della Camera di Commercio di Perugia Giorgio Mencaroni. Il video e' prodotto dall'Ufficio Stampa e comunicazione dell'Ente Camerale, coni l titolo "il Punto del Presidente". Il tema della cybersicurity e' attualissimo; e' "uno dei temi sul quale il mondo delle Camera di Commercio è stato sempre estremamente attivo è il ruolo del digitale. Infatti le Camere attraverso il Pid - Punto Impresa digitale - hanno, dal 2018 in avanti avanti, collaborato con le imprese nei vari settori per quello che riguarda la digitalizzazione e quindi hanno cercato, attraverso voucher e momenti di formazione, di far sì che le aziende aumentassero la loro presenza digitale. L'Umbria in questo quadro è stata ed è una regione di un certo rilievo.  segue


(CIS) – Ancona, ago. - La Regione Marche ha chiesto al Mise (ministero dello Sviluppo Economico) di attivare un tavolo di confronto con Whirlpool per prevenire scenari penalizzanti per i territori (leggi occupazione – ndr-). Nei giorni scorsi l'assessorato al Lavoro aveva coinvolto gli assessori regionali al Lavoro della Campania, della Lombardia e della Toscana evidenziando le "preoccupazioni per una possibile vendita della proprietà statunitense a una società turca" e per chiedere congiuntamente al Mise l'apertura del tavolo. Nella lettera inviata al Mise giovedì 26 agosto, si evidenziano le avvisaglie "di un probabile riassetto proprietario di Whirlpool non solo nelle Marche, ma probabilmente in tutta Italia". Si chiede quindi "un confronto per cercare di capire – spiega una nota - il prossimo scenario e prevenire eventuali crisi che sarebbero devastanti per i territori regionali interessati". La richiesta inoltrata al Mise fa seguito agli incontri, avuti dalla Regione, con i sindaci marchigiani di Fabriano e Comunanza (comuni che ospitano gli stabilimenti) e le sigle sindacali del territorio, convocate per in incontro ufficiale in Regione che si è svolto il 22 luglio: "Forte è la preoccupazione per il futuro delle fabbriche Whirlpool nelle Marche che occupano circa 1.400 lavoratori, oltre ai 500 dell'indotto", si legge nella richiesta di convocazione inviata al Mise. Fonte com abstract


(CIS) _ Perugia ago. - Ad agosto bene in Umbria ma senza raggiungere i risultati dell'anno record 2021. Ok il turismo verde, abbastanza bene quello lacuale. Se si guarda all'intero periodo turistico primavera-estate possiamo dirci soddisfatti"."Due bandi, uno regionale e uno nazionale, con importanti opportunità per le imprese ricettive, spingeranno il settore e tutte le numerose attività collaterali ad esso". "La ristorazione fa ottimi numeri ma registra ricavi e utili più bassi sia perché la capacità media di spesa è diminuita, sia per la corsa di costi energetici e non solo, triplicati quando non quadruplicati, diventando ormai insostenibili per le imprese e per i fruitori del servizio"."Il turismo primaverile ed estivo in Umbria – ha affermato il Presidente dell'Ente Camerale, Giorgio Mencaroni, nel video 'Il Punto del Presidente', curato dall'Ufficio Stampa e Comunicazione dell'Ente Camerale - ad oggi è andato bene, quindi dobbiamo essere soddisfatti, anche se è chiaro che ad agosto 2022 non ripetiamo quello che è stato l'agosto eccezionale del 2021, quando superammo di slancio i livelli raggiunti nel 2019.  segue


(CIS) - Perugia, 16 agosto – Un barista, un pizzaiolo, un perito chimico ed un addetto al portierato. Sono queste le figure professionali che l'agenzia di lavoro interinale di Perugia "Soluzione lavoro spa" sta cercando per conto di varie realtà imprenditoriali. Le offerte di lavoro, rivolte ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e alle persone di tutte le età e nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03, riguardano il capoluogo umbro ed Orvieto. Un barista per un bar del centro storico di Perugia. La risorsa lavorerà in base ai turni e si occuperà di accogliere la clientela, preparare e svolgere il servizio caffè, contribuire alla preparazione di piatti caldi e/o freddi, servire la clientela al banco o al tavolo e di procedere all'incasso. Sono richieste esperienza minima nella mansione, disponibilità a lavorare da subito e nel weekend. Inserimento diretto in azienda; Un pizzaiolo per un locale di Perugia. La figura ricercata lavorerà in base ai turni, in un ambiente dinamico e stimolante e si occuperà di realizzare pizze, calzoni e focacce, preparare l'impasto, predisporre gli ingredienti per la farcitura, farcire secondo le indicazioni dei clienti, organizzare il magazzinaggio e la confezione delle materie prime. I requisiti sono esperienza pregressa nella mansione anche minima, motivazione e flessibilità, disponibilità a lavorare nel weekend e da subito.  segue


(CI)S _ Perugia ago. - L'Umbria continuerà ad essere collegata alla Direttissima AV di Firenze per raggiungere Milano in poco più di tre ore, Torino in un'ora in più, con ritorno serale, non solo con il Freccia Rossa che esce alla stazione di Orte e serve una parte importante del centro sud regionale ma, anche con il Frecciarossa di Perugia, così come peraltro era previsto nel Contratto di Servizio che la Giunta regionale aveva stipulato con Trenitalia, subordinandolo oggi al rispetto delle previsioni economico-finanziarie per evitare sbilanci di esercizio e conseguenti rilevanti aggravi di costi a carico dell'Amministrazione regionale come già avvenuto negli anni passati. La Giunta regionale – ha reso noto l'assessore - ha anche disposto il subentro dell'Agenzia Unica Regionale, a partire dal 1 settembre 2022, nella titolarità, gestione, controllo, verifica e monitoraggio di tale contratto. La spesa necessaria per il prolungamento del servizio, fino al 31 dicembre, ammonta a 550.000 euro che sono stati trasferiti dalla Regione all'Agenzia. Previsioni di spesa quindi rispettate, e, ad oggi, non si riscontra il rischio di fattori negativi rispetto alla stima effettuata che possano condurre ad un ulteriore peggioramento del saldo a carico della Regione.  segue


(CIS) – Perugia ago. - Profonda preoccupazione è stata espressa dall'Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Umbria rispetto alle notizie circa l'interruzione delle forniture di energia elettrica dello stabilimento Trafomec a partire dal 16 agosto. Nello stabilimento lavorano circa 70 dipendenti, che continuano a subire una situazione di totale incertezza, malgrado l'azienda tuttora abbia commesse significative da parte di importanti gruppi industriali. Nel corso dell'incontro dello scorso 5 luglio tra Regione Umbria e Organizzazioni Sindacali, viene ricordato, i rappresentanti dei lavoratori hanno illustrato una situazione non più sostenibile a causa delle difficoltà di relazione con la proprietà che, tra l'altro, rendono molto complessa anche l'attivazione degli ammortizzatori sociali. A seguito dell'incontro – ha continuato l'Assessore come si legge in una nota - la Regione Umbria ha immediatamente attivato il Ministero dello Sviluppo Economico, con richiesta di interessare tutte le competenti autorità, nazionali e diplomatiche, al fine di richiamare alle proprie responsabilità la proprietà cinese di Trafomec. Continuiamo a seguire la situazione con particolare attenzione – ha concluso l'Assessore Fioroni - confermando la disponibilità a mettere ed attivare la strumentazione regionale disponibile con l'obiettivo di assicurare la salvaguardia dei posti di lavoro e la continuità delle produzioni, invitando al tempo stesso la proprietà ad assumersi rapidamente le proprie responsabilità. Fonte com abstract


(CIS) – Ancona, ago. - Un provvedimento molto atteso dagli allevatori marchigiani, come ha spiegato il vicepresidente e assessore all'Agricoltura Mirco Carloni portando ieri all'approvazione della giunta regionale, una deliberazione sugli investimenti per accrescere la biosicurezza degli allevamenti di suini per la prevenzione del virus della Peste Suina Africana. Con una dotazione di 5 milioni di euro il bando, che uscirà a breve, destinerà agli allevatori contributi finalizzati, dunque, ad interventi progettuali di prevenzione a livello territoriale del rischio di diffusione della Peste Suina Africana specialmente a causa del contagio da contatto con altri animali negli allevamenti di maiali e suidi . Agli allevatori di suini un contributo su progetti di minimo 5000 euro di investimento fino a un massimo di 50 mila per progetti di recinzioni, zone filtro, idropulitrici, etc. Le tipologie di intervento previste – e' detto in una nota regionale - riguardano ammodernamenti o nuove realizzazioni di recinzioni con reti metalliche o elettrificate; zona filtro, cioè un'area/locale con accesso e transito obbligatorio per il personale addetto al governo degli animali e per i visitatori. Cartello ammonitore .  segue


(CIS) – Perugia ago. - Fertitecnica Colfiorito aggiunge un altro importante tassello al suo impegno di responsabilità sociale d'impresa con l'adesione al Global Compact, la più grande iniziativa di sviluppo sostenibile promossa e gestita su scala globale dalle Nazioni Unite. Il patto si fonda su dieci principi universali relativi ai diritti umani, agli standard lavorativi, alla tutela ambientale e alla lotta alla corruzione. L'azienda, leader in Italia per i legumi secchi e cereali (100 dipendenti; 43 mln fatturato, in crescita – ndr-) , entra così a far parte di un'iniziativa che coinvolge alcune tra le più grandi aziende del mondo, tra cui molte italiane.Il Global Compact nasce nel 1999 grazie all'allora Segretario delle Nazioni Unite, Kofi Annan, in occasione del World Economic Forum, con lo scopo di creare la più ampia iniziativa di cittadinanza d'impresa al mondo e promuovere un'economia globale sostenibile, incoraggiando le aziende a condurre il proprio business responsabilmente. "Dietro questa adesione - ha spiegato Alessio Miliani, Direttore Generale dell'azienda - c'è la nostra convinzione che le pratiche industriali e commerciali radicate in principi universali, aiutano il mercato globale a essere più socialmente ed economicamente inclusivo. Tali obiettivi sono fondamentali per la salute e la vitalità del settore privato, data la relazione simbiotica tra imprese e società.  segue


Al Cluster umbro aderiscono 31 imprese con oltre 3.000 addetti e un fatturato aggregato di circa 450 milioni di euro. Al Farnborough International Airshow erano presenti 11 aziende: Co.Me.Ar., Fomap, Fucine Umbre, N.C.M., O.M.A., Rampini Carlo, RF Microtech, Temis, Test Industry - Bimal, Umbragroup, Umbria Aerospace Systems. L'Assessore allo sviluppo economico della Regione Umbria ha sottolineato che FIA rappresenta una grande occasione per l'Umbria, in un settore sempre più strategico. Accanto all'Umbria Aerospace Cluster, attore con cui la regione sta costruendo un solido rapporto di collaborazione e co-progettazione, é stato raccontato, a livello internazionale l'Umbria delle eccellenze nei settori di aeronautica, spazio e difesa. Un settore in cui le aziende umbre si sono ritagliate un ruolo a livello internazionale, nonostante la loro dimensione di piccole e medie imprese, accanto e al servizio di quei "colossi" leader del mercato. Con il FIA 2022 si é aggiunto un momento importante in un percorso quotidiano che la Regione sta facendo con il Cluster per definire politiche ancora più mirate a rendere l'Umbria sempre più competitiva, in un periodo di sfide e cambiamenti. segue

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 5 di 425

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information