City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Economia


(CIS) - Perugia giu. - "Inizierà la programmazione dei fondi comunitari 2022-2027 – ha spiegato Campagna – quindi noi, a supporto della Regione Umbria, utilizzeremo questi strumenti. Probabilmente, bisognerà concertare insieme al sistema bancario, ma anche con altri operatori nazionali come Cassa Depositi e Prestiti e Invitalia, tutta la normativa di supporto per avere strumenti che possono essere messi a leva e consentire alle imprese di fare questa difficile trasformazione". "Gepafin – ha confermato l'assessore regionale allo sviluppo economico – è stata fondamentale per la tenuta del tessuto economico durante la pandemia. Il bando Re-start è stata la più importante manovra messa in campo dalla finanziaria regionale a supporto delle imprese nei periodi peggiori del lockdown, ma Gepafin avrà anche un ruolo strategico in questa nuova programmazione comunitaria per sostenere i percorsi di crescita e rafforzamento delle imprese e delle strutture finanziare, con strumentazione innovativa, e per mettere a disposizione delle imprese capitale paziente che accompagni momenti di svolta, parlo anche e soprattutto delle pmi che hanno bisogno di fare il salto dimensionale. Tutto con una grande sfida, quella del Fintech che vuol dire, da un lato, intercettare i grandi cambiamenti che sono in atto nel mercato della finanza sempre più digitale, dall'altra fare del Fintech uno strumento nuovo di competitività. Abbiamo un grande progetto che vuole fare di Gepafin una delle finanziarie regionali più innovative". fonte com abstract 


(CIS) – Perugia giu. - - Il perdurare della situazione di volatilità dovuta all'incremento dei costi delle materie prime, dell'energia e dell'acquisto della CO2, nonché la situazione di incertezza che grava su tutto il comparto delle bioindustrie per la bioeconomia circolare, sono tra i fattori principali che hanno determinato la decisione di Novamont di ridurre temporaneamente l'attività nello stabilimento produttivo di Terni e di procedere a CIG ordinaria dal 1⁰ luglio 20221. Lo si legge in una nota regionale. Rispetto a tale decisione, l'Assessorato allo Sviluppo economico della Regione Umbria è in contatto con l'azienda per acquisire elementi informativi in ordine all'evoluzione della situazione, e sta monitorando attentamente la vicenda. La Regione, consapevole della situazione in cui grava il sito industriale Polymer, le cui infrastrutture necessitano di una riqualificazione e i cui costi iniziano ad essere sempre più gravosi, ha avviato da alcuni mesi un'intensa interlocuzione con il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero della Transizione Ecologica e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, per individuare le risorse, le modalità e gli strumenti più adatti al percorso di rilancio del sito.  segue


(CIS) – Perugia giu. - Filiere, sostenibilità, sicurezza sui luoghi di lavoro e formazione: sono stati questi i principali temi affrontati in occasione dell'incontro tra il Direttore Generale di Confindustria Umbria Simone Cascioli e i segretari generali regionali di Cgil, Cisl e Uil Vincenzo Sgalla, Maurizio Molinari e Angelo Manzotti. L'incontro, che si è svolto nei giorni scorsi nella sede dell'Associazione degli Industriali a Perugia, ha rappresentato un momento di confronto costruttivo tra le parti - e' detto in una nota - con l'obiettivo di individuare temi convergenti su cui sviluppare un lavoro comune, pur nel rispetto dei ruoli e delle posizioni di ciascuna parte. Su queste nuove basi, i Sindacati dei lavoratori e la principale associazione datoriale regionale intendono costruire un insieme coerente di proposte per la migliore gestione dei processi di transizione produttiva in atto e sul quale coinvolgere anche le istituzioni locali. Confindustria Umbria e Sindacati dei lavoratori si sono trovati d'accordo sulla necessità di instaurare nuove relazioni industriali e di sostenere uno sforzo comune per salvaguardare l'occupazione e l'economia regionale a beneficio dell'intera comunità. Fonte com abstract


(CIS) – Roma, giu. – Nuovi rincari all'orizzonte con lo stop alle petroliere. Michele Marsiglia, presidente di FederPetroli Italia, commenta così la decisione del Consiglio europeo che qualche giorno fa ha dato il via libera anche all'embargo alla vendita di servizi assicurativi per le petroliere che partono dai porti russi. "A differenza del gas, che ha continuato ad arrivare, dal 2023 verrà colpito il flusso di trasporto del greggio via nave, che per l'Italia è importante. La raffineria Lukoil di Priolo, in Sicilia, viene approvvigionata esclusivamente – ha spiegato - via nave. Paradossalmente, in una sorta di autogol delle sanzioni, in questi tre mesi questa raffineria ha dovuto "ritirare" più petrolio russo. La Russia sperava di essere esonerata dal pagamento della quota presso l'Opec, come è stato concesso al Venezuela e all'Iran, perché sotto sanzioni, e alla Libia, perché in quel paese è in corso una guerra. Se vuoi leggere l'intervista completa: https://www.ilsussidiario.net/news/embargo-petrolio-russo-lo-stop-alle-petroliere-portera-nuovi-rincari-e-una-speculazione-violenta/2352916/


(CIS) – Perugia giu. - Nuovo record passeggeri anche per quanto riguarda il traffico gennaio – maggio all'aeroporto internazione dell'Umbria. Con 37.356 passeggeri transitati, anche maggio fa registrare il nuovo record storico per quanto riguarda le statistiche mese su mese, con una crescita del +74% rispetto al 2019, del +31% rispetto a maggio 2015 (precedente record storico del mese di maggio, quando i passeggeri transitati furono 28.554) e registrando incrementi percentuali a tre cifre rispetto al 2020 ed al 2021, che furono però fortemente impatti dall'emergenza covid-19. Un mese cominciato con l'introduzione dei nuovi voli Ryanair da/per Brindisi, con il ripristino dei collegamenti su Cagliari – effettuati sempre da Ryanair – e caratterizzato dall'inaugurazione della nuova e prestigiosa rotta operata da British Airways su Londra Heathrow. I collegamenti che hanno fatto registrare i migliori riempimenti sono stati, nell'ordine, Barcellona, Palermo e Bucarest, mentre la destinazione che ha generato più passeggeri è stata Londra, grazie ai sette voli settimanali operati da Ryanair su Stansted e ai nuovi voli su Heathrow operati da British Airways con tre frequenze settimanali (che diventeranno 4 a partire da luglio). segue


(CIS) – Perugia mag. - Un parterre d'eccezione, domani martedì 31 maggio, al convegno "Le risorse finanziarie erogate dall'Ue, quali fattori di crescita e sviluppo – Strumenti di tutela, prevenzione, individuazione e repressione delle frodi", che si terrà dalle ore 10 alle 13,30 nell'Aula Magna di Palazzo Murena, sede del Rettorato dell'Università degli Studi di Perugia. Il convegno è organizzato dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Perugia e dalla Guardia di Finanza – Comando Regione Umbria, con il sostegno dell'Ateneo umbro, dell'Ordine degli Avvocati di Perugia, dell'Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili, della Fondazione Forense Perugia e Fondazione Carlo Lorenzini. Gli indirizzi di saluto saranno portati da: Prof. Maurizio Oliviero, Rettore dell'Università degli Studi di Perugia; Gen C.A. Andrea De Gennaro, Comandante interregionale dell'Italia Centrale della Guardia di Finanza; Avv. Stefano Tentori Montalto, Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Perugia; Dott. Enrico Guarducci, Presidente dell'Ordine dei Commercialisti e degli Esperti contabili della Provincia di Perugia; Dott. Sergio Sottani, Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Perugia. Coordina gli interventi il giornalista Giuseppe Castellini. segue


(CIS) – Perugia mag. - Alla Camera di Commercio i test gratuiti per scoprire se l'impresa è esposta ai rischi digitali e i consigli sulle contromisure da adottare. Le imprese umbre sono in controdenza rispetto al quadro nazionale, dal 2018 al 2021 scese di oltre un quarto quelle aziende della regione con tecnologie per la cybersecurity. Mercoledì 1 giugno dalle ore 11 alle 12,30 l'innovativo servizio "Checkup Sicurezza IT", offerto dall'Ente Camerale alle imprese, verrà presentato durante il webinar "Cybersecurity, come proteggere la propria azienda", a cui prenderanno parte gli esperti di CNR, InfoCamere e Dintec. Il Presidente della Camera di commercio di Perugia Giorgio Mencaroni che sottolienato che "il servizio vuole offrire alle imprese del territorio uno strumento ormai indispensabile come la sicurezza cyber per completare con fiducia il percorso verso una più consapevole trasformazione digitale". Le frasi chiave sono: le imprese umbre, seppure con una maturità digitale media in crescita dal 2018, registrano una tendenza opposta a quella nazionale sul fronte cybersecurity: se nel 2018 erano il 36% le imprese con tecnologie per la cybersecurity, nel 2021 sono scese al 26% (a livello nazionale, invece, si è passati dal 27% del 2018 a 36% del 2021). In linea con tale tendenza anche i dati provenienti dalle domande di accesso ai voucher digitali della Camera di Commercio dell'Umbria; da una percentuale dell'8,97 % di investimenti in cybersecurity del 2019 si è passati al 3% nel 2021.  segue


(CIS) – Bastia Umbra (pg) mag. - - Dopo aver superato i dubbi sulla continuità aziendale di Umbriafiere dettati dalla Pandemia, ora Umbriafiere guarda al suo futuro e alla sua espansione con un nuovo progetto. È quanto emerso dall'assemblea dei soci in cui è stata definita anche la nuova governance, con Stefano Ansideri votato all'unanimità Presidente, e Giorgio Mencaroni e l'avvocato Silvia Ceppi nominati Consiglieri. Presente la Presidente della Regione e, in rappresentanza dei soci, Michela Sciurpa Presidente di Sviluppumbria (50%) Giorgio Mencaroni Presidente della Camera di Commercio dell'Umbria (30%), il sindaco del Comune di Bastia Umbra (12%) e il vicepresidente della Provincia di Perugia (8%) "Il Covid – ha affermato la Presidente della Regione Tesei nel corso del suo intervento - ha messo a dura prova il centro fieristico. Grazie al lavoro di tutti i soci siamo riusciti a mettere Umbriafiere nella condizione di resistere. Il Presidente Lazzaro Bogliari, che ringrazio per il suo lavoro con l'auspicio di averlo ancora all'interno della società anche in futuro, lascia il suo incarico firmando un Bilancio 2021 con un fatturato, nonostante il periodo di riferimento ancora caratterizzato dal Covid, quasi in linea con il periodo pre emergenza sanitaria: costi contratti, reddito di esercizio importante, liquidità di oltre un milione e 200 mila euro e un patrimonio netto di quasi 1 milione". La Presidente ha poi concentrato il suo intervento anche sulle linee programmatiche: "L'ubicazione della struttura – ha sottolineato – è al centro di una delle principali aree di sviluppo regionali che vede nodo di Perugia, aeroporto, la linea ferroviaria potenziata Foligno-Terontola, la Fcu con la nuova stazione di Collestrada, dove vi sono anche progetti di espansione commerciale.  segue


(CIS) – Perugia, mag. - La seconda tratta del Perugia-Londra ha preso il volo; infatti ieri 26 maggio (fino al 2 ottobre; 3 frequenze, giovedi' sabato e domenica) e' atterrato proveniente da Londra Heathron, il primo volo che colleghera' Perugia a Londra, di British Airways. E' stato il debutto del collegamento tra l'aeroporto dell'Umbria San Francesco e quello di Heathrow, un hab tra i piu' importanti di Europa che permette coincidenze internazionali a lungo raggio. La tratta Londra e' la seconda dopo quella di Ryanair presente allo scalo umbro dal 2006, con atterraggio e decollo all'aeroporto di Stansted, 40 minuti da Londra. L'aeromobile della Brtish Airways ha avuto il suo battesimo con i getti di acqua delle autopompe dei vigili del fuoco distaccamento del San Francesco. A Bordo dell'aereo oltre 140 passeggeri, con riempimento al 90%. abstract


(CIS) . Ancona, mag.- "Oggi si è svolto un passaggio decisivo per la nuova impostazione che abbiamo voluto dare all'E78, una strada che vogliamo sia interamente progettata a 4 corsie e non si riduca ad un'arteria che s'allarga e restringe in maniera illogica come una fisarmonica, penalizzando soprattutto chi percorre il tratto marchigiano e le popolazioni che vivono nei Comuni a ridosso della strada. Le Marche e la provincia di Pesaro Urbino hanno diritto di avere una Fano-Grosseto che risponda alle esigenze del territorio e rappresenti una leva strategica di sviluppo che rompa l'isolamento rispetto alle altre regioni del Centro Italia ed ai Porti del Tirreno". Soddisfatto l'assessore alle Infrastrutture Francesco Baldelli che ieri ha ricevuto a Palazzo Li Madou della Regione Marche, l'ingegnere Massimo Simonini, Commissario Straordinario per la realizzazione della Fano-Grosseto, accompagnato dagli ingegneri Testaguzza e Catone e dall'Architetto Colazza, in occasione della Conferenza dei Servizi Preliminare convocata da Anas su richiesta dello stesso assessore Baldelli, alla presenza dei tecnici della Regione Marche guidati dall'architetto Goffi, dei Sindaci dei territori interessati, del Presidente della Provincia di Pesaro Urbino Giuseppe Paolini.La scelta di discutere del futuro di questa arteria in un incontro tecnico proprio ad Ancona, in una delle sedi della Regione Marche, è un segnale importante, che testimonia la vicinanza della struttura commissariale e la determinazione dell'assessorato alle Infrastrutture e di tutta la filiera istituzionale dei territori, di dare forma, passo dopo passo, ad una Fano-Grosseto moderna, sicura e sostenibile.  segue

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 5 di 421

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information