City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Economia


(CIS) : Ancona, feb. - Le manifestazioni di interesse al bando delle Marche hanno fatto registrare 68 progetti, di cui 39 di ATS singoli e 29 di ATS associati, 17 in più rispetto alle Previsioni del Piano Operativo. Si è ritenuto comunque di trasmettere al Ministero tutte le proposte nei giorni scorsi. Dei 32 milioni complessivi, 12,8 fanno parte dell'investimento 1.1 che comprende: 2,7 milioni per 13 progetti di "Sostegno alle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini", 7,4 milioni per 3 progetti finalizzati all' "Autonomia degli anziani non autosufficienti",1,7 milioni per 5 progetti di "Rafforzamento dei servizi sociali domiciliari per garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l'ospedalizzazione", 1 milione per 5 progetti di "Rafforzamento dei servizi sociali e prevenzione del fenomeno del burn out tra gli operatori". Altri 12 milioni, infine - spiega la nota - , comprendono 17 progetti di percorsi di autonomia per persone con disabilità, 8 milioni per 4 progetti di housing first (inserimento diretto in appartamenti indipendenti di persone senza dimora) e 4 progetti di centri servizi per la presa in carico di cittadini in situazione di povertà e marginalità estrema. "La Regione Marche continuerà ad affiancare gli Ambiti- ha concluso Saltamartini - fornendo il supporto necessario ad ottimizzare il più possibile le opportunità offerte dalle risorse del PNRR e garantendo l'interfaccia nella fase di redazione e presentazione dei progetti con le strutture ministeriali competenti". fonte com abstract 


(CIS) Ancona, feb. - Dopo l'approvazione dell'atto programmatorio sul PNRR Sanità, anche per l'ambito sociale sono previste importanti opportunità: è stato emanato un bando di 32 milioni di euro per finanziare 51 progetti destinati ai 23 Ambiti territoriali sociali delle Marche. La somma è stata assegnata alle Marche in favore delle Proposte di intervento da parte degli Ambiti Sociali Territoriali da finanziare con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)."E' un ulteriore mole di risorse che si spalmerà sui territori – ha affermato l'assessore alla Sanità e Servizi sociali, Filippo Saltamartini - in un'ottica di reale integrazione socio-sanitaria e di riequilibrio delle prestazioni dei servizi nelle diverse aree. Si tratta di un altro cambio di passo che la Regione ha invitato a cogliere da parte degli Ambiti sociali come preziosa opportunità, attivando negli ultimi due mesi un'azione di sensibilizzazione degli ATS finalizzata alla presentazione di progetti dove possibile coordinati ."In particolare si tratta della Missione 5 "Inclusione e coesione" in tema di "Infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore" e "Servizi sociali, disabilità e marginalità sociale" che vede una dotazione finanziaria nazionale di 1 miliardo e 450 milioni per la quale il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali aveva approvato a dicembre 2021 l'apposito Piano Operativo. Fonte com ALTRA NOTIZIA


(CIS) – Ancona, feb. - Altri 36 progetti finanziati nell'ambito della graduatoria dell'Avviso Creazione d'impresa per l'Area di crisi complessa Piceno-Val Vibrata e cio' determina un incremento delle risorse messe in campo dalla Regione Marche per un totale di 732.500 euro, che si aggiungono ai 1,5 milioni con cui erano state finanziate le prime 80 imprese, lo scorso ottobre, attraverso l'utilizzo dei fondi comunitari della Programmazione regionale del Por FSE 2014/2021. Lo si legge in una nota regionale. Un provvedimento che si è reso necessario dato l'enorme afflusso di richieste pervenute, di gran lunga superiore alle risorse stanziate nella prima e unica finestra temporale aperta il 15 giugno e chiusa il 31 luglio. 36 nuovi progetti erano risultati idonei ma non finanziabili per esaurimento delle risorse. "Si tratta – ha spiegato l'assessore alle Aree di crisi industriali, Guido Castelli - di un altro ulteriore segno tangibile di sostegno a un territorio che ha già subito gli effetti della crisi economica e del sisma, aggravati oggi dall'emergenza Covid. L'obiettivo resta quello di fare emergere le virtù e l'ingegno dei marchigiani, da sempre fonte inesauribile di idee. Dare lo slancio alla creazione di nuove imprese o studi professionali significa molto in termini fattuali e rappresenta un segnale anche per i giovani, spesso costretti ad andarsene dal proprio luogo d'origine per realizzarsi professionalmente. Come già ricordato, una particolare premialità è stata riconosciuta alle nuove aziende che nasceranno nella zona del cratere sismico, al fine di favorire rilancio e rivitalizzazione". segue


(CIS) – Perugia feb. - "Alcune organizzazioni sindacali invece di tutelare gli interessi dei lavoratori preferiscono fare da cinghia di trasmissione del partito politico di riferimento, defenestrato in Umbria da vicende non proprio commendevoli e spargono veleno continuando nel disfattismo a buon mercato. La CGIL di settore che sosteneva le precedenti amministrazioni quando demolivano la FCU, indebitavano le vecchie aziende trasporti ed Umbria Mobilità ben oltre il limite che in aziende private porta diritti alla bancarotta, ne privatizzavano i rami d'azienda, chiudendo la ferrovia storica dell'Umbria fra vicende romanzesche che meriterebbero approfondimenti con circostanziate tesi di laurea, oggi ci accusa di non averla riaperta da Sansepolcro a Terni con un colpo di bacchetta magica, ignorando totalmente quali sono le procedure del PNRR, quali sono i meccanismi molto complessi nella realizzazione di strutture ferroviarie, quali sono gli attori che intervengono, i finanziamenti, le progettazioni, le autorizzazioni, le convenzioni, le gare di appalto." Lo si legge in una nota dell'assessore regionale ai trasporti Enrico Melasecche, inviat a alla stampa. "Prima di parlare di certi argomenti consiglio di studiare bene la materia, informandosi bene, per poi addentrarsi nei giudizi relativi con un minimo di cognizione di causa.  segue


(CIS) – Perugia feb. - Sostenibilità, gestione del rischio e gestione dei finanziamenti pubblici: sono questi i temi al centro della nuova offerta formativa messa a punto dall'Università degli Studi di Perugia e da Sistemi Formativi Confindustria Umbria, a valere sul bando "Skills" della Regione Umbria. Tre i percorsi, dedicati rispettivamente alla formazione di Industrial sustainability specialist, Risk and business continuity manager e Industrial fundraiser, articolati in 450 ore di lezione teorica in aula e 6 mesi di tirocinio in aziende primarie del territorio. Si tratta di corsi di alta specializzazione, che – spiega una nota - hanno l'obiettivo di formare nuovi profili professionali adeguati alle trasformazioni della manifattura in chiave Industria 4.0 e rispondenti ai bisogni del mutato scenario competitivo globale. In particolare, il corso Risk and business continuity manager è volto all'analisi dei processi gestionali per identificare e valutare in anticipo il potenziale di rischio per l'organizzazione, al fine di evitare o mitigare i rischi che potrebbero compromettere l'attività aziendale. segue

(CIS) – Perugia feb. - "La pandemia ha mostrato la fragilità del nostro sistema Paese sul fronte della ricerca e le linee guida del Pnrr sono una grande opportunità per far fronte a questa situazione". Questo il messaggio del congresso della Fir – Federazione Innovazione e ricerca della Cisl dell'Umbria, che ha eletto il nuovo segretario generale dell'Umbria, Isacco Beritognolo, coadiuvato dalla segreteria composta da Simona Renga e Antonio Cirelli. "La contingenza nazionale – ha detto Giuseppe Gargiulo, che della Fit Cisl era il commissario uscente, si legge in una nota – ci fa capire che è il momento di fare il punto della situazione, con i lavoratori che vanno tutelati con azioni incisive e unitarie. Il nuovo contratto di lavoro dovrà inquadrare il mondo, dando le risposte necessarie. In Umbria ci sono prestigiosi Istituti, che operano in diversi ambiti disciplinari e danno lustro al territorio nazionale. Sarebbe facile pensare che ci siano ricadute per il territorio. In realtà nella programmazione regionale l'Istruzione e la ricerca sono sempre sfavorite perché non sono previste azioni per questi istituti. Le insufficienti risorse nei bilanci, a livello nazionale, hanno quindi portato carenze".  segue


(CIS) – Ancona, feb. - Presto sarà operativa la nuova piattaforma del digitale terrestre di ultima generazione: migliore qualità del segnale, programmi in alta definizione e rilascio delle frequenze in banda 694-790 MHz, la cosiddetta "banda 700", per i servizi mobili 5G. Si ricorda ai cittadini marchigiani che le Marche passeranno alla nuova televisione digitale tra il 1 marzo e il 15 maggio 2022. Per arrivare preparati allo switch off, occorre procedere alla verifica della compatibilità del proprio televisore con il nuovo standard sintonizzandosi- spiega una nota - sui canali in alta definizione 501 (Raiuno Hd), 505 (Canale 5 Hd) e 507 (La7 Hd). Se tali canali sono visibili non sarà necessario cambiare apparecchio o dotarsi di un decoder, ma sarà sufficiente effettuare una semplice risintonizzazione. Da gennaio 2023 quando si passerà ufficialmente al sistema DVB-T2, e cioè quando la transizione al nuovo digitale terrestre sarà definitiva e i vecchi canali saranno oscurati, per compiere tale verifica di compatibilità è invece necessario sintonizzarsi sui canali 100 (Rai) e 200 (Mediaset): se compare una schermata con la scritta "Test HEVC Main10" vuol dire che la televisione è totalmente compatibile con il nuovo digitale. Potrà tuttavia accadere che si verifichino problemi nel visualizzare la schermata legati a cause di carattere temporaneo; pertanto, prima di acquistare un nuovo decoder o una nuova TV, è sempre consigliabile procedere a una risintonizzazione dei canali. A tal fine si ricorda che è possibile usufruire delle agevolazioni sull'acquisto di TV e decoder fino al 31/12/2022. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito tematico sulla Nuova Tv digitale del Ministero dello Sviluppo Economico. abstract fonte com

(CIS) – Perugia feb. - La Riserva Mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia, Confagricoltura Umbria e le cooperative sociali dell'ARCI danno vita al Distretto agroalimentare di qualità "Uomo, ambiente e alimentazione: le interazioni della Dieta Mediterranea con la Riserva MAB Unesco". L'obiettivo è quello di realizzare sistemi di qualità i quali abbiano quale denominatore comune la Dieta Mediterranea italiana patrimonio immateriale dell'Unesco e di cui è volano la Riserva. Il distretto agroalimentare di qualità - spiega una nota - è volto a promuovere i prodotti di qualità dell'Umbria nel mondo intero, nel partenariato con vari Dipartimenti universitari, con ARPA Umbria che ha subito aderito a mezzo del direttore generale Ing. Luca Proietti e con la Comunità emblematica della Dieta Mediterranea italiana della Valle del Cilento rappresentata dal Centro Studi Internazionale Angelo Vassallo del Comune di Pollica presieduto dal sindaco Stefano Pisani. Il Distretto si propone di promuovere i prodotti di qualità (olio, vino, tartufo grani e pasta, frutti di bosco, erbe officinali e altri) i quali abbiano quale denominatore comune appunto la Dieta mediterranea italiana e la qualità e gli stili di vita che essa rappresenta. Il progetto si propone anche di analizzare le relazioni tra la dieta mediterranea e la salute umana tanto più essenziali nell'attuale fase della transizione ecologica e di promuovere il consumo di frutta e verdura specie tra i giovani e gli anziani. segue


(CIS) – Ancona, feb. - Siamo al momento decisivo per connettere alla Banda ultra larga (Bul) gli ultimi cento comuni delle Marche non ancora serviti. Sono quelli ricadenti nella cosiddetta "Area bianca", dove nessun operatore interviene per la scarsa redditività dell'investimento, promosso invece dalla Regione con i Fondi del Por Fesr. Entro 18 mesi, è l'impegno strappato oggi dal presidente Acquaroli e dal vicepresidente Carloni, Open Fiber terminerà il Piano condiviso con la Regione. Ad Ancona l'amministratore delegato Mario Rossetti ha incontrato gli amministratori regionali e ha partecipato alla successiva conferenza stampa. "Quella concordata oggi è una nuova ripartenza per recuperare i ritardi accumulati – ha sottolineato il presidente Francesco Acquaroli – .Ogni cantiere completato è un'opportunità offerta al territorio per recuperare uno storico divario sociale e infrastrutturale che penalizza le zone periferiche e i borghi rurali. Aree definite bianche, che vedono sommarsi le carenze digitali a quelle infrastrutturali materiali, che non possono quindi risultare competitive nella sfida globale. Abbiamo predisposto un cronoprogramma che andrà osservato dall'operatore e sul rispetto del quale vigileremo attentamente". "Quando si è insediata la nuova Giunta regionale, non c'era nessun comune vendibile (cioè con le infrastrutture pronte a erogare servizi Bul), nonostante che il contratto con Open Fiber risalisse al 2016 – ha evidenziato il vicepresidente Mirco Carloni –. Abbiamo trovato almeno tre anni di ritardi reali sui cantieri. Da ottobre 2020, mese in cui ha iniziato a operare la nuova Giunta regionale, sono stati oggi resi vendibili 73 comuni, grazie all'impulso impresso da questa amministrazione".  segue


(CIS) – Perugia feb. - I lavori appaltati riguardano in particolare il raddoppio di due Gallerie Picchiarella (Lunghezza 874m) e Casacastalda (Lunghezza 1.545m) ed il completamento di due Viadotti Tre Vescovi (130 m) e Calvario (60m) per i quali nel corso di precedenti appalti sono state già realizzate le elevazioni (pile e spalle), per uno sviluppo complessivo di circa 3,13 Km. Dei lavori precedentemente eseguiti e aperti al traffico nel 2016 – e' detto in una nota – "era rimasto infatti escluso, per motivi di capienza economica, il tratto di carreggiata sinistra (direzione Perugia) in corrispondenza delle citate opere, che sono ora – ha detto Melasecche durante la visita - in corso di raddoppio o completamento. Anas ha consegnato, il 3 novembre 2020, i lavori all'impresa R.T.I. Donati. La durata prevista è di 1290 giorni (circa 3 anni e mezzo) per un importo contrattuale netto dei lavori di euro 81.517.448 in seguito al ribasso d'asta del 27 per cento. Infine, nello scorso mese di gennaio 2022, si è proceduto a varare il viadotto "Calvario". Fonte com abstract

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 8 di 416

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information