City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Economia

(CIS) - Perugia set. - Il percorso formativo proseguirà il 9 ottobre, sempre in presenza ad Assisi, con il workshop su "Sostenibilità d'impresa come vantaggio competitivo", a cura del professor Paolo Taticchi. Successivamente sarà affrontato il tema del Design Thinking con uno dei suoi massimi esperti mondiali: la professoressa Ileana Stigliani, dell'Imperial College Business School di Londra (anche lei nella lista dei 40 migliori professori di business al mondo sotto i 40 anni).La professoressa Donatella Taurasi – docente della Haas School of Business, University of California Berkeley, con ruoli di consulenza e advisory in diverse aziende della Silicon Valley, comesi legge inu na nota – affronterà il tema del Data Science e Trasformazione Digitale. Sarà poi il turno del professor Simon Sylvester Chaudhuri, della New York University, esperto di innovazione e start up, che ha ricoperto tra l'altro l'incarico di advisor strategico per US Department of Commerce e per International Trade Administration durante la presidenza Obama. Chaudhuri affronterà il tema dell'innovazione e delle metodologie utili a trasformare le idee di business in imprese scalabili e sostenibili. Rispetto ai cinque appuntamenti inizialmente programmati, visto l'alto interesse e il numero di registrazioni, sono state aggiunte altre due giornate di formazione: il workshop con i professori Enrico Forti, della Columbia Business School, Columbia University and UCL School of Management, University College London, su "Corporate Strategy in Platform Ecosystems" e quello con Ivanka Visnjic, della ESADE Business School di Barcellona, anche lei tra i 40 migliori professori di business al mondo under 40, che si concentrerà su "Modelli di business per il settore manifatturiero. Prosperare in un mondo governato dai servizi e dalla tecnologia digitale". Fonte com

(CIS) – Perugia set.- È riuscito a partire in presenza "Programme for Global Leadership Development",il percorso di formazione manageriale lanciato lo scorso novembre - e poi fermato a causa del Covid19 - da Umbria Business School, l'accademia di alta formazione di Confindustria Umbria. Il programma, articolato in workshop monotematici di approfondimento da un giorno ciascuno, è realizzato con il coinvolgimento dei migliori professori di business del panorama internazionale. Ben quattro dei sette docenti coinvolti nell'iniziativa sono, infatti, nella lista di Poets&Quants e Forbes dei 40 migliori professori di business al mondo under 40. Il primo appuntamento, che si è svolto al Resort Valle di Assisi, è stato dedicato a "Strategia, Trasformazione digitale e innovazione nei modelli business" con la straordinaria partecipazione del professor Paolo Aversa,docente e Direttore del Full Time MBA della prestigiosa Business School della City, University of London, nella lista di Forbes dei 40 migliori professori di business al mondo sotto i 40 anni e riconosciuto dalla Camera di Commercio Italiana in Inghilterra fra i "talenti" italiani nel Regno Unito. Il professor Aversa èinoltreconsiderato tra i principali esperti accademici nel settore automotive, motorsport e Formula 1. "Umbria Business School – ha evidenziato Riccardo Stefanelli, Delegato alla Cultura di Confindustria Umbria e Presidente di Sistemi Formativi Confindustria Umbria – sta creando un network di docenti, accademici e manager di impresa per accompagnare le aziende del territorio in questa fase di cambiamento, che non è solo tecnologico ma anche nei modelli organizzativi e che vede una maggior attenzione all'uomo e all'ambiente".Oltre trenta gli imprenditori e manager che hanno partecipato all'evento formativo. abstract fonte com ALTRA NOTIZIA IN PAGINA

(CIS) – Perugia set. - Si chiama Idustriaumbra la nuova società per azioni nata dalla fusione di due eccellenze industriali umbre che operano nel settore cartotecnico: le aziende Fisadorelli (fondata nel 2011) di Città di Castello, partner di imprese tra le più rilevanti del panorama europeo nella creazione e produzione di materiale punto vendita e packaging secondario e Brefiocart di Sigillo (nata nel 2003) leader nel settore dell'archiviazione ufficio e scuola. La nuova realtà, da oltre 30 milioni di fatturato e circa 120 dipendenti, è stata illustrata all'Assessore regionale allo Sviluppo economico Michele Fioroni, a Perugia nella sede di Confindustria Umbria. All'incontro sono intervenuti i vertici di Industriaumbra: il Massimo Biagioni, Bruno Fiorucci e Alessio Dorelli, oltre al Direttore di Confindustria Umbria Elio Schettino. Cuore produttivo in Umbria, con gli stabilimenti di Città di Castello e Sigillo che in tutto superano i 40mila metri quadrati di superficie, la nuova società ha anche una sede a Torino e due sedi estere: a Parigi per il mercato del Nord Europa e a Belgrado per l'area Balcanica. "Industriaumbra – hanno spiegato i co-fondatori, come si legge in una nota  – nasce dal comprovato bisogno di dotarsi di una dimensione aziendale adeguata a disporre di mezzi e competenze necessari per conservare il ruolo chiave di partner dei clienti e non di semplice fornitore. La piattaforma di base per lo sviluppo poggia su abilità industriali corroborate dalle nuove dimensioni, gestione manageriale consolidata e su una leadership indiscussa sui mercati nazionali ed esteri". In un periodo congiunturale caratterizzato da evidenti difficoltà, l'operazione – accompagnata da Protiviti nella consulenza strategica, da Acta per la consulenza tributaria e legale e da Mediobanca nel ruolo di financial sponsor – assume un valore particolarmente significativo, ponendosi come obiettivo la crescita e lo sviluppo industriale del territorio. segue

(CIS) – Perugia set. - Si chiude con un debole segnale di ripresa la stagione estiva degli alberghi umbri. È quanto emerge dall'indagine flash condotta dalla Sezione Turismo di Confindustria Umbria su un campione rappresentativo di realtà alberghiere del territorio regionale. Gli effetti della pandemia continuano a penalizzare il settore, tra i più colpiti dall'emergenza sanitaria da Coronavirus. Tuttavia, analizzando i dati raccolti relativamente all'andamento del fatturato da gennaio a oggi, si rileva un primo debole ma pur sempre confortante segnale rispetto alle pessimistiche previsioni degli albergatori umbri. Si è infatti passati da una riduzione del 64%, valore registrato nei primi sei mesi dell'anno (gennaio-giugno 2020), ad una flessione del 39,5% registrata nell'ultimo trimestre (giugno-agosto 2020). Una variazione, dunque, che segna un "rosso" meno accentuato rispetto alle attese e sostanzialmente in linea con i dati registrati a livello nazionale dagli hotel delle destinazioni balneari. Altro dato interessante è quello relativo al tasso di occupazione delle camere, che nell'ultimo trimestre ha segnato un +10% rispetto al semestre precedente (gennaio-giugno 2020). "La stagione – ha spiegato Maria Carmela Colaiacovo, Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Umbria e Vicepresidente di Confindustria Alberghi e di Federturismo Confindustria – si chiude con un dato che va letto positivamente, tenendo comunque conto dell'andamento complessivo. Come a livello nazionale, gli hotel umbri hanno iniziato la loro attività a giugno con una perdita pressoché integrale del fatturato per poi registrare nel mese di agosto un significativo miglioramento. Ciò vuol dire che, in particolare nell'ultimo mese, l'Umbria è andata a crescere nei suoi tassi di occupazione, riscuotendo successo come destinazione di turismo prevalentemente italiano". Il trend in crescita registrato, infatti, si deve principalmente al mercato nazionale e in parte a quello europeo. segue


(CIS) – Citta' di Castello (pg) set. Del ruolo dell'impresa e la capacità di "rimanere forti e fermi anche quando soffiano venti tempestosi. Dobbiamo cercare di essere da stimolo verso istituzioni e operatori affinchè non si disperda l'opportunità degli aiuti che sotto l'ombrello del Recovery Fund possono ricadere su questo territorio, ha parlato il presidente uscente Ludovici. "Sarà un momento che farà la differenza nel prossimo futuro per il benessere di quest'area, delle nostre imprese e dei nostri figli". Alla parte pubblica dell'Assemblea, che si è svolta anche in videoconferenza, sono intervenuti: il Sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, il Sindaco di Citerna, Enea Paladino, il Sindaco di Monte Santa Maria Tiberina, Letizia Michelini, il Sindaco di Montone, Mirco Rinaldi, e il consigliere regionale Michele Bettarelli. L'Assemblea ha eletto anche i componenti del Consiglio Direttivo della Sezione Alta Valle del Tevere: Roberto Baldelli, Centro Smistamento Merci, Paola Baldinelli, Umbria Servizi, Angelo Benedetti, Godioli & Bellanti, Massimo Biagioni, Fisadorelli, Claudio Bigi, Consorzio Ermgroug, Paolo Guerriero Carloni, Nardi Rita Cherubini, S.A.L.P.A.,Paolo Chiavacci, Litograf Editor Nicola Falcini, C.E.S.A., Alessandra Gasperini, Scatolificio Gasperini, Cristina Gennaioli, Confezioni Gap, Pietro Giunti, Giunti, Fiorenzo Luchetti, Faza, Aldo Nocentini, Kemon, Marcello Pennicchi, Faist Componenti, Gabrio Renzacci, Renzacci Industria Lavatrici, Michela Sgoluppi, Scacf, Paolo Tafani Alunno, Tifernogas, Elena Veschi, UmbraPlast, Giorgio Zangarelli, Stabilimento Tipografico Pliniana. Fonte com abstract

What do you want to do ?
New mail
Assemblea imprenditori C.di Castello: gli eletti del direttivo Alta Valle Tevere
What do you want to do ?
New mail
Assemblea imprenditori C.di Castello: gli eletti del direttivo Alta Valle Tevere

(CIS) – Citta' di Castello (Pg) set. - Sarà Raoul Ranieri, Amministratore unico dell'Oleificio Ranieri, a guidare la Sezione Territoriale Alta Valle del Tevere di Confindustria Umbria per il biennio 2020-2022. L'Assemblea, che si è riunita a Città di Castello nella sede del Centro di istruzione e formazione professionale "Bufalini", ha inoltre eletto alla Vicepresidenza Raffaella Fiorucci (Lucy Plast) e rinnovato il Consiglio Direttivo. Il neoeletto Ranieri, già Vicepresidente della Sezione, ha espresso un vivo ringraziamento al Presidente uscente Cristiano Ludovici (Gruppo Alimentare Valtiberino), giunto al termine del proprio mandato, e sottolineato – e' detto in una nota - la volontà di portare avanti il percorso già avviato nella direzione della crescita del sistema produttivo locale. "Il nostro territorio – ha aggiunto Raoul Ranieri – si caratterizza per un legame profondo con l'impresa. Possiamo annoverare un lungo elenco di figure bellissime e autorevoli, che hanno dato un importante contributo a far grande la nostra storia industriale. Da loro trarremo ispirazione per le azioni che andremo a sviluppare. Oggi la nostra regione – ha proseguito Ranieri – gode di un maggior rilievo rispetto al passato, in particolare nei settori del turismo, della meccanica e dell'agroindustria. A seguito dell'emergenza sanitaria arriveranno dall'Europa risorse importanti, che ricadranno anche sul nostro territorio, ci dovremo quindi fare portatori attivi degli interessi delle nostre imprese. Soltanto uniti si vince". Anche per il prossimo biennio sarà prioritario investire su risorse umane e formazione, oltre che su nuovi concetti di produttività. Nel tracciare il bilancio dell'attività svolta dalla Sezione, il Presidente uscente Cristiano Ludovici si è soffermato sul tema dell'alternanza scuola-lavoro.  segue


(CIS) – Perugia ago. - La Tombolini Motor Company amplia la copertura del territorio umbro, con Renault e Dacia ed è lieta di annunciare la prossima apertura della nuova sede di Perugia, prevista per questo autunno, in Via Soriano 42. La TMC e' una compagnia che nasce nelle Marche, dove opera da 40 anni con vendite del marchio Renault e Dacia nel settore automobilistico. L'esperienza pluriennale accumulata dai collaboratori nei propri settori di competenza, consente a chi entra in contatto con il gruppo per l'acquisto di un veicolo o per l'assistenza, di ottenere un servizio di qualità e una risposta precisa alle proprie esigenze. La Tombolini Motor Company si affaccia al futuro - spiega il sito Internet - cercando sempre di mantenere fede alla tradizione e professionalità, che la contraddistinguono ampliando i propri orizzonti accettando le nuove sfide del mercato e rimanendo sempre aggiornata sulle nuove tecnologie e strumenti di comunicazione. Erano stati vari i gruppi e i concessionari umbri a contattare la Renault Italia, per ottenere il mandato per l'apertura della nuova concessionaria dopo la chiusura di quella di Ellera. Tra questi gruppi anche Ambrosi Group (plurimarche e Volvo) e molti industriali umbri si chiedono ancora perche' Renault abbia preferito una concessionaria marchigiana rispetto a quelle propostesi, umbre. In Confindustria si cerca di comprendere quale sia stata la volontà di scelta di Renault, marchio che nella regione Umbria e' stata presente da sempre gia' dagli anni '80 in via Settevalli con la Cecconi auto. Importante e' che il marchio Renault torni nel perugino, anche alla luce delle novita' che vengono proposte non ultimo la vettura 100 per cento elettrico come e' la ZOE.  Buon lavoro. 

What do you want to do ?
New mail
Nuova concessionaria Renault a Perugia: arriva Tombolini Motor Company
What do you want to do ?
New mail
Nuova concessionaria Renault a Perugia: arriva Tombolini Motor Company
What do you want to do ?
New mail
Nuova concessionaria Renault a Perugia: arriva Tombolini Motor Company


(CIS) – Perugia ago. - - La Regione Umbria ha richiesto un incontro urgente al Ministero dello Sviluppo Economico concernente l'Area di crisi "A.Merloni – J.P. Spa". Lo comunica l'Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Umbria, Michele Fioroni, come si legge in una nota. La "A.Merloni Spa" rappresenta da alcuni anni una della crisi industriali più rilevanti in Italia, sia in termini occupazionali, sia per le drammatiche ricadute che ha determinato e rischia ulteriormente di determinare sul tessuto economico e sociale di un ampio territorio ricompreso fra l'Umbria e le Marche. "Gli sviluppi recenti con il ritiro da parte dell'azienda della procedura concordataria – ha dichiarato l'Assessore Fioroni - e l'aperura della liquidazione, hanno generato gravi preoccupazioni ed allarme tra le comunità locali, nella consapevolezza che ciò comporterebbe oltre ad inaccettabili sacrifici occupazionali, un indebolimento irreparabile dell'apparato produttivo dei territori. Sentite dunque le Amministrazioni Comunali, abbiamo ritenuto necessario ed improrogabile – ha concluso - un incontro con il Ministero dello Sviluppo Economico che consenta di acquisire un quadro di informazioni aggiornato che, tenendo conto degli strumenti di politica industriale disponibili, consenta di avviare un percorso in grado di dare positiva soluzione alla vicenda". Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Area di crisi "A.Merloni-J.p. Spa", Assessore Fioroni: richiesto incontro urgente al Ministero dello sviluppo economico
What do you want to do ?
New mail
Area di crisi "A.Merloni-J.p. Spa", Assessore Fioroni: richiesto incontro urgente al Ministero dello sviluppo economico

(CIS) – Perugia ago. - Nasce dalla collaborazione tra Meccanotecnica Umbra e Umbra Control il robot collaborativo (Cobot) che sarà integrato nelle linee di produzione di Meccanotecnica Umbra. Il progetto, denominato «Ricerca, sviluppo e progettazione di un robot-collaborativo: Cobot», è uno dei tre progetti che hanno visto come capofila Meccanotecnica Umbra e che sono stati sviluppati nell'ambito del Bando della Regione Umbria a sostegno dei Progetti Complessi di Ricerca e Sviluppo (POR FESR 2014-2020, Asse I Attività 1.2.2). L'obiettivo complessivo dei tre progetti era quello di sviluppare una nuova gamma di sistemi intelligenti di monitoraggio delle prestazioni e dei processi produttivi per le linee produttive di Meccanotecnica Umbra. In particolare –sottolinea una nota - , il processo di ricerca, sviluppo e progettazione del Cobot è stato realizzato da Umbra Control nel corso di 36 mesi (2017-2020) e ha visto l'applicazione delle migliori tecnologie del settore per realizzare una soluzione altamente innovativa, che consentisse di eseguire operazioni di elevata complessità attraverso l'interazione sicura tra uomo e Cobot. Oggi Cobot è pienamente operativo presso la sede di Meccanotecnica Umbra e può vantare anche l'implementazione di funzionalità veramente innovative e pioneristiche nel contesto italiano, come ad esempio la possibilità di gestione tramite comando vocale offline integrato. "L'idea del Cobot - racconta Massimiliano Borasso, R&D Manager, Meccanotecnica Umbra - nasce dall'intuizione del nostro presidente Alberto Pacifici, il quale ha percepito immediatamente l'opportunità di sviluppo che un robot collaborativo poteva innescare all'interno della nostra realtà aziendale. segue

(CIS) – Roma, ago. – "Con il Porto di Beirut devastato, gran parte dell'export italiano derivato dalla raffinazione con destinazione Libano sarà compromesso con forti perdite". Lo ha dichiarato il presidente di FederPetroli Italia, Michele Marsiglia. "Diverse raffinerie italiane fanno partire petroliere con destinazione Beirut. Il Libano è un paese che ha sempre rappresentato un mercato proficuo per l'Oil & Gas italiano. Parliamo non solo di Raffinazione – ha aggiunto - ma siamo in gara per diversi asset nell'OffShore a largo di Beirut. Con la chiusura del porto lo scalo di Tripoli più a nord non sarà una sostituzione ottimale per lo scarico e la logistica dei prodotti". In merito ad una possibile Inchiesta Internazionale per accertare le cause dell'accaduto il presidente di FederPetroli Italia si dice contrario. "Riteniamo che la verità la debbano trovare i libanesi e non paesi esterni, con l'intrusione di altri rischiamo di far diventare il Libano una seconda Libia con la Turchia che è già pronta a tendere la mano, come dimostrato con la disponibilità del Porto di Mersin". Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Porto Beirut devastato da esplosione: Federpetroli, forti perdite per exporto italiano
What do you want to do ?
New mail
Porto Beirut devastato da esplosione: Federpetroli, forti perdite per exporto italiano
What do you want to do ?
New mail
Porto Beirut devastato da esplosione: Federpetroli, forti perdite per exporto italiano
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 384

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information