City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Salute


(CIS) – Perugia giu. - – È stato confermato dalla Regione Umbria, con un aumento del totale dei fondi messi a disposizione, il supporto economico conciliativo per le neo mamme, divenuto ormai un contributo strutturale, allo scopo facilitare le donne nel far coesistere le nuove esigenze familiari, derivanti dalla nascita di un figlio, con quelle professionali. La misura nel 2024 sarà infatti finanziata - si legge in una nota - con 2,059 mln di euro, rispetto ai 1,14 milioni dello scorso anno, che permetteranno l'erogazione di 1.716 contributi, 766 in più. I Fondi messi a disposizione dalla Regione (basati su Fondi Europei FSE Plus 2021-2027), permetteranno di erogare un contributo di 1.200 euro a bambino soddisfacendo, come detto, 1716 potenziali domande che copriranno gran parte delle richieste delle aventi diritto che potranno inoltrare domanda tramite la piattaforma, presente all'indirizzo https://puntozero.elixforms.it, previa autenticazione mediante SPID e CIE, dalle ore 12 del 26 giugno alla stessa ora del 26 luglio 2024. A poter accedere al contributo saranno le donne che non superino i 30 mila euro di Isee, residenti in Umbria da almeno due anni, che al momento della presentazione della domanda siano occupate, subordinate o autonome, o iscritte al Centro per l'impiego, e che abbiano un figlio nato tra il 4 giugno 2023 e il 3 giugno 2024, in perfetta continuità con il provvedimento della Regione dello scorso anno. segue


(CIS) – Ancona, giu. - La responsabilità organizzativa della COT è affidata al Direttore di Distretto, mentre quella operativa è compito del Coordinatore infermieristico. Le COT coordineranno la presa in carico della persona, assicurando supporto informativo, organizzativo e logistico nella transizione degli assistiti da una struttura assistenziale all'altra, come nella dimissione dall'ospedale verso una struttura riabilitativa. Saranno in grado di monitorare – sottolinea la nota regionale - la disponibilità di posti in strutture territoriali o ospedaliere e di organizzare le prestazioni di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI). Monitoreranno lo spostamento di ogni paziente da un luogo di cura all'altro e da un livello clinico-assistenziale all'altro, promuovendo e utilizzando mezzi per il passaggio di consegne standardizzati. Le COT prenderanno in carico la richiesta dei professionisti della salute che hanno la responsabilità della persona con un bisogno sanitario o socio-sanitario che necessita di un percorso tra i diversi setting assistenziali. La COT non prevede l'accesso e la richiesta diretta di attivazione da parte del cittadino. Una piattaforma informatica tecnologica dedicata, comune, integrata e interoperabile con i principali applicativi di gestione delle Aziende del SSR e con i sistemi informativi regionali, supporterà le principali funzioni della COT, ovvero gestire e monitorare le transizioni tra i diversi setting assistenziali, ricevere e inviare notifiche relative a richieste di transizione, verificare servizi attivi per il soggetto specifico, recuperare informazioni sulla presenza di esigenze clinico-assistenziali e su prestazioni richieste, gestire la programmazione delle transizioni. Tutte le informazioni saranno trattate nel rispetto della normativa sulla protezione dei dati personali. Fonte com abstract   - vedi FB cis24ore - serv. ampi


(CIS) – Perugia giu. - Nonostante la fase iniziale, in cui le aziende sanitarie stanno concretizzando l'operatività richiesta, sono già 1400 le prestazioni recuperate tra quelle in sospeso. Le due aziende ospedaliere di Perugia e Terni sono operative, mentre le ASL prevedono che gli esami e le visite pregresse saranno assegnate ai pazienti, per la prima parte, entro il prossimo 20 giugno. Sono queste le informazioni e i dati di una riunione che si è tenuta a Palazzo Donini, in previsione di quella del 20 giugno, in cui si farà un primo bilancio dei risultati ottenuti grazie al Piano strutturale per la gestione delle liste di attesa. La riunione svoltasi e' un appuntamento intermedio al fine di verificare lo stato di attivazione del Piano stesso. Dall'analisi dei dati – si legge in una nota regionale - è inoltre emerso che nel maggio dello scorso anno, alla vigilia del Piano straordinario che ha portato all'abbattimento delle 80 mila prestazioni accumulate in epoca Covid, il 45% delle prestazioni in lista di attesa, appartenevano alla Radiologia per un totale di oltre 30 mila esami. Ad oggi le prestazioni sono scese a 16 mila e rappresentano il 25% del sospeso attuale. A seguire vi sono gli esami di gastroenterologia e oculistica.  segue


(CIS) – Terni mag. - "Partorire senza dolore e in sicurezza nell'azienda ospedaliera Santa Maria di Terni. I nostri primi 10 anni". È questo il titolo del congresso nazionale che si svolgerà sabato 1 giugno all'Hotel Garden di Terni. Sono trascorsi ben 10 anni da quando all'Azienda Ospedaliera "Santa Maria" di Terni è stato istituto un gruppo di anestesisti ostetrici, la cui mission è sia quella di garantire un percorso sicuro durante il parto, ma anche quella di assicurare un parto senza dolore. Un servizio - sottolinea una nota - che prevede la presenza dell'anestesista ostetrico 24h su 24, una prestazione che pochi ospedali italiani hanno, un gioiello del nosocomio ternano. Per questa ragione la Dott.ssa Rita Commissari, Direttore della S. C. Anestesia e Rianimazione dell'Azienda Ospedaliera Santa Maria Terni e il Dott. Giuseppe De Masi, Dirigente medico della S. C. Anestesia e Rianimazione dell'Azienda Ospedaliera Santa Maria Terni, hanno fortemente voluto organizzare un congresso a cui parteciperanno relatori di fama nazionale, insieme a esperti di anestesia ostetrica provenienti da Padova, Bologna, Roma, Ferrara, Parma e l'Aquila e relatori dell'Azienda Ospedaliera di Terni. Con l'obiettivo di fare il punto della situazione dopo 10 anni dall'erogazione del servizio all'Azienda Ospedaliera di Terni e confrontando la situazione del nosocomio ternano con quella di altre realtà regionali e nazionali. Sensibilizzando, al contempo, sulla necessità di garantire la sicurezza all'interno del Dipartimento Materno - Infantile e in sala parto. Durante l'evento si analizzeranno e approfondiranno i ruoli dei professionisti nel momento del parto, quali l'anestesista, il ginecologo, l'ostetrica, il neonatologo e il radiologo interventista, la cui mission è unica; controllare il dolore e proteggere la partoriente e il neonato. In un momento in cui il livello di sviluppo di un sistema sanitario si basa anche sulla capacità di ridurre la morbilità/mortalità materna, obiettivi richiesti con forza anche dall'organizzazione mondiale della sanità. L'evento avrà inizio alle ore 8 e terminerà alle ore 18, con sessioni. abstract fonte com


(CIS) – Tolentino mar. - La Regione Marche ha consegnato oggi i lavori di demolizione e ricostruzione del nuovo ospedale SS. Salvatore di Tolentino. Il progetto è stato presentato nella sala del Teatro Politeama nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti, tra gli altri, il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, il commissario alla Ricostruzione sen. Guido Castelli, l'assessore alle Infrastrutture Francesco Baldelli, l'assessore alla Sanità Filippo Saltamartini e il sindaco di Tolentino Mauro Sclavi. "E' una giornata importante per la città di Tolentino – ha detto il presidente Acquaroli, come si legge in una nota - ma soprattutto per la nostra regione e per la ricostruzione perché finalmente riesce a ripartire un'altra infrastruttura strategica, che vede un impegno finanziario molto importante di ben 29 milioni. Il nuovo ospedale è necessario per il rilancio della comunità e il mantenimento di servizi indispensabili. Il sisma 2016 ha bloccato e penalizzato zone essenziali per la nostra economia. Un grande dramma a cu solo una ricostruzione veloce può dare risposte. Non possiamo pensare di essere competitivi senza le zone del cratere che devono tornare più forti di prima. Con questo obiettivo stiamo lavorando, in sinergia nella filiera istituzionale e tra i professionisti. L'impennata dei costi delle materie prime ha inciso anche per questa opera, e anche grazie al governo nazionale nonostante il momento complesso con una pandemia appena trascorsa e due guerre in corso, oggi siamo qui per dare l'avvio anche a questo importante investimento per il territorio e per la nostra regione". segue


(CIS) – Perugia mag. - – Oggi lunedì 18 marzo, alle 17.30 presso la Sala Brugnoli di Palazzo Cesaroni, si terra' la presentazione del libro dell'onorevole Roberto Speranza "Perché guariremo". Dopo i saluti del segretario regionale del Partito democratico, Tommaso Bori e di Vittoria Ferdinandi, discuteranno con l'autore il professor Francesco Menichetti, presidente nazionale Gisa (Gruppo italiano per la stewardship antimicrobica) e Marina Sereni, responsabile nazionale Salute e Sanità del Partito democratico. Fonte com abstract


(CIS) - Città di Castello/Gubbio, mar. - – Anche gli ospedali di Città di Castello e di Gubbio – Gualdo Tadino parteciperanno all'(H) Open Day dedicato alle persone con sclerosi multipla (Sm), organizzato da Fondazione Onda in occasione del primo giorno della Settimana mondiale dedicata al cervello, che si terrà mercoledì 13 marzo in oltre 125 nosocomi del network Bollino Rosa. Nelle strutture che hanno aderito all'iniziativa, saranno offerti gratuitamente – spiega una nota - servizi clinico-diagnostici e informativi come visite neurologiche, colloqui, infopoint, conferenze e verrà distribuito materiale informativo dedicato. Nello specifico, presso la palestra dell'ospedale di Città di Castello (ingresso B, primo piano, emodialisi) dalle 17 alle 18 è in programma una seduta di attività fisica adattata di gruppo. Per partecipare è necessario prenotare entro venerdì 8 marzo contattando il seguente numero: 389.1296354. Presso l'ambulatorio di Neurologia dell'ospedale di Branca (poliambulatori A), invece, sono in programma dalle 14 alle 17 delle visite e colloqui in presenza con un neurologo. Si terranno a cura del Centro Ictus Alto Chiascio e non è necessaria la prenotazione. Inoltre, sul tema verranno organizzati due webinar dal titolo "Disturbi cognitivi nella Sclerosi multipla -. L'importanza della diagnosi precoce" e "Disturbi cognitivi nella Sclerosi multipla - Impatto sulla qualità della vita e strategie di intervento" che saranno disponibili sui canali Youtube e Facebook di Fondazione Onda il 20 marzo dalle ore 17,00 alle ore 18,00. L'opuscolo informativo che verrà distribuito negli ospedali, infine, sarà caricato anche in formato elettronico sul sito: https://fondazioneonda.it. Font e com abstract L. P.


(CIS) – Ancona, feb. - Ammonta a 1 milione di euro il finanziamento che le Marche riceveranno grazie alla partecipazione al programma pilota dedicato ai siti contaminati di interesse nazionale - SIN del Piano nazionale "Salute, Ambiente, Biodiversità e Clima". "La salute dei cittadini resta una priorità – ha sottolineato il vicepresidente con delega alla Sanità, Filippo Saltamartini – nonostante gli insediamenti produttivi abbiano la loro rilevanza per il territorio. Questo progetto valuta l'impatto sulla salute e le strategie da mettere in atto per la tutela dei residenti attraverso l'ottimizzazione e il monitoraggio della sicurezza delle strutture produttive". La regione Marche partecipa al Programma operativo pilota che mette a punto "interventi di prevenzione per ridurre l'impatto sanitario delle patologie attribuibili all'ambiente e alle disuguaglianze sociali". Tredici le regioni partecipanti, capofila la Puglia, per un progetto che ha la durata di 3 anni. Verrà costituito un sistema di sorveglianza ambiente-salute: l'obiettivo – sottolinea una nota - è prevenire la contaminazione per tutelare la salute pubblica, contrastando la disuguaglianza tra territori. Sono previste attività di sorveglianza epidemiologica, di analisi ambientale e di sorveglianza sanitaria con la partecipazione attiva dei cittadini.  segue


(CIS) - Perugia feb. - Si svolgerà Giovedì 15 febbraio a partire dalle ore 11.00 al Residence "Daniele Chianelli" la conferenza di presentazione dei nuovi servizi gratuiti offerti dal Comitato per la vita "Daniele Chianelli" ai bambini in cura al Reparto di Oncoematologia pediatrica dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Da anni infatti, - si legge in una nota - il Comitato per la vita finanzia un Gruppo miltidisciplinare composto da professionisti (psicologhe, un'assistente sociali, musicoterapia, arteterapia, mediatori culturali) che assistono i piccoli pazienti oncoematologici e le loro famiglie tutti i giorni, sia al Residence "Daniele Chianelli" che in Reparto. Per rispondere ai numerosi bisogni sono state aggiunte altre importanti figure e servizi che verranno illustrati in occasione della conferenza. All'incontro parteciperà il direttore della struttura complessa di Oncoematologia pediatrica, Maurizio Caniglia, che illustrerà i illustrerà i dati relativi ai tumori in età pediatrica. Presente anche il direttore generale dell'Azienda ospedaliera dott. Giuseppe De Filippis. Fonte com abstract

(CIS) – Gubbio/Gualdo gen. - Da domani giovedì primo febbraio presso il presidio ospedaliero di Gubbio - Gualdo Tadino sarà attivata l'unità di Osservazione breve intensiva (Obi) in ambito cardiologico. Si tratta di un metodo innovativo per ridurre il sovraffollamento dei Pronto Soccorso, per migliorare l'assistenza dei pazienti di pertinenza cardiologica e l'ospedale di Branca è il primo in Umbria ad averla aperta. In tale setting i pazienti rimangono in carico ai medici specialisti che danno indicazione all'unità di Obi per lo specifico percorso assistenziale, mentre l'assistenza infermieristica viene effettuata dai professionisti del reparto a cui il paziente è stato assegnato. Il progetto – si legge in una nota Usl - è stato realizzato dal direttore del Pronto Soccorso Manuel Monti, dal direttore f.f. della Cardiologia Euro Antonio Capponi e dal coordinatore infermieristico Simone Cappannelli, seguirà l'apertura da circa un anno dell'Obi Chirurgico, gestito dal direttore dell'Unità operativa complessa di Chirurgia generale Andrea Tamburini, che ha dato ottimi risultati nei primi 12 mesi, così come l'Obi Pediatrico aziendale, attivo fin dal 2013 dal direttore della Pediatria area nord (sedi di Città di Castello e Gubbio – Gualdo Tadino) Guido Pennoni. L'apertura dell'Obi Cardiologico è stata fortemente voluta dalla direttrice del Presidio ospedaliero Gubbio Gualdo Tadino e del Pou (Presidio ospedaliero unificato) dell'Usl Umbria 1 Teresa Tedesco, con il sostegno del direttore generale Nicola Nardella, che punta a supportare una serie di azioni di rinforzo, miglioramento e sviluppo delle strutture afferenti all'Usl Umbria 1.  segue

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 60

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information