City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Salute e Benessere

(CIS) – Perugia nov. - – "Ospedale, territorio e prevenzione sono gli strumenti da utilizzare nella programmazione e politica sanitaria. Occorre abbandonare la visione ospedalocentrica che risale alla nascita del servizio sanitario nazionale. È necessario sempre più valorizzare l'assistenza sul territorio ed incrementare l'attività di prevenzione. In questa prospettiva il Laboratorio, giunto all'ottava edizione, si conferma occasione importante di confronto tra le regioni e i diversi servizi sanitari per comprendere come dare le migliori risposte sanitarie ai nostri cittadini in una società profondamente cambiata con un elevato tasso di invecchiamento. La vera sfida è costruire un modello sanitario che sappia entrare nelle case dei cittadini". Con queste parole Luca Barberini, assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, ha aperto a Villa Umbra l'ottava edizione del Laboratorio di benchmarking tra sistemi sanitari regionali "Franco Tomassoni" sul controllo della spesa sanitaria promosso da Regione Umbria e Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica. L'edizione 2018, su "Spesa sanitaria tra nuovi bisogni e nuove autonomie", conferma la formula delle tre giornate in programma da oggi a sabato 10 novembre. Sono al momento 14 le Regioni iscritte a partecipare, da nord a sud, in rappresentanza di tutto il territorio nazionale. Oltre all'Umbria, saranno presenti Toscana, Marche, Lazio, Emilia Romagna, Basilicata, Molise, Veneto, Liguria, Provincia Autonoma di Bolzano, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Calabria, Sardegna. "Il Laboratorio, appuntamento ormai nazionale – ha affermato l'amministratore unico della Scuola, Alberto Naticchioni nel portare il suo saluto ai presenti – mette a confronto i sistemi sanitari regionali e valorizza le buone pratiche sanitarie al fine di migliorare i modelli ed elaborare innovative soluzioni organizzative e operative nel settore." segue

(CIS) – Perugia ott. - - Prenderà il via giovedì 8 novembre, a Villa Umbra, l'ottava edizione del Laboratorio di benchmarking tra sistemi sanitari regionali "Franco Tomassoni" sul controllo della spesa sanitaria promosso da Regione Umbria e Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica. L'edizione 2018 intitolata "Spesa sanitaria tra nuovi bisogni e nuove autonomie" conferma la formula delle tre giornate in programma da giovedì 8 novembre a sabato 10 novembre. Sono al momento 14 le regioni iscritte a partecipare, da nord a sud, in rappresentanza di tutto il territorio nazionale. Oltre all'Umbria, saranno presenti Toscana, Marche, Lazio, Emilia Romagna, Basilicata, Molise, Veneto, Liguria, Provincia Autonoma di Bolzano, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Calabria, Sardegna. "Il Laboratorio, appuntamento ormai nazionale – afferma l'Amministratore Unico della Scuola, Alberto Naticchioni, come si legge in una nota – vuole contribuire a rendere il Servizio sanitario sempre più funzionale, efficace nelle cure e sostenibile economicamente. Per tre giorni, a Villa Umbra, direttori generali e amministrativi, dirigenti regionali e/o aziendali delle diverse regioni possono confrontare le proprie esperienze ed elaborare nuovi modelli e innovative soluzioni organizzative e operative in ambito sanitario. Questa iniziativa, si propone come un luogo aperto di scambio di buone pratiche finalizzato al miglioramento dei nostri centri sanitari e più generale alla crescita del sistema pubblico". I lavori delle varie sessioni saranno guidati da docenti universitari, esperti del Ministero della Salute, della Corte dei conti. Responsabile scientifico del Laboratorio è il professore Niccolò Persiani, ordinario presso l'Università degli Studi di Firenze. segue

(CIS) – Perugia ott. – Lo studentato nella nuova Monteluce e' una realta': la residenza universitaria inaugurata il 20 ottobre, potrà ospitare 150 studenti, con 90 camere singole e 30 doppie. Le camere, tutte dotate di servizi indipendenti, sono disposte su 5 piani ed è prevista la connessione internet. Il complesso residenziale ospita anche 17 cucine, 1 grande aula studio e 5 lavanderie, complete di lavatrici ed asciugatrici. Lunedi' 5 novembre l'assegnazione delle prime camere. La reception videocontrollata, offre un servizio di portierato 24h/24H, mentre l'accesso alle camere e a tutte le zone comuni avviene tramite badge. È un complesso strutturato e suddiviso in 2 parti: da una parte si dislocano i servizi, dall'altra le residenze, realizzate ed allestite secondo i più moderni standard europei. Vuol dire costruzioni e allestimenti a norma, inserite in un contesto ambientale eccezionale, ben servite, vicino alle Facoltà, opportunità sportive e ludiche per il tempo libero, arricchite di aule studio, spazi comuni, a stretto contatto con aree di co-working, accesso gratuito alla rete internet sia all'interno della propria stanza e sia nelle location esterne comuni e tante altre cose che vedremo oggi. E tutto in città. Il Complesso servizi, oltre ad ampi spazi comuni, comprende sale TV, aule studio ed una grande palestra completamente allestita. Nel padiglione destinato ai servizi, oltre a quelli destinati esclusivamente agli studenti, è in progetto la realizzazione di un importante spazio, il DigiPASS; è un luogo pubblico ed attrezzato ad accesso libero ai cittadini, associazioni, scuole ed imprese, in cui poter trovare una figura di accompagnamento nell'utilizzo dei servizi digitali. segue

(CIS) - Perugia ott. - La clinica si pone anche come risposta intermedia tra l'assistenza ospedaliera e quella domiciliare, attraverso il servizio di assistenza residenziale temporanea. È la possibilità di proseguire un percorso assistenziale specialistico (medico e infermieristico) in pazienti che, a seguito di un intervento acuto già stabilizzato sono dimessi dall'ospedale di riferimento e trovano gravi difficoltà ad essere adeguatamente seguiti in ambito domiciliare. O la possibilità di un periodo di ricovero in ambiente specialistico per pazienti normalmente gestiti dai propri familiari che sentono il bisogno di alleviare l'impegno assistenziale in situazioni di difficoltà o in periodi problematici. L'attività della clinica Porta Sole, ormai storica per la città di Perugia in quanto fortemente qualificata per l'attività diagnostica e ospedaliera, con questo nuovo e significativo investimento eleva il complesso degli standard di qualità della struttura che opera in piena integrazione con il servizio sanitario regionale che garantisce i livelli essenziali di assistenza avvalendosi dei presidi gestiti direttamente dalle Usl, dalle Aziende ospedaliere e universitarie, nonché dagli istituti di ricovero e cura gestiti da soggetti privati purché accreditati con il Sistema sanitario nazionale per erogare prestazioni di assistenza ospedaliera e in day surgery. Ed in questa sinergia tra pubblico e privato, i vertici della Clinica (Istituto clinico Porta Sole – ndr-) auspicano margini di potenziamento anche perché vista come chiave di volta per garantire una migliore assistenza ai cittadini. In un'epoca in cui viene di continuo messa in discussione la sostenibilità del SSN e appare sempre più problematico assicurare – lo ha detto il figlio della signora M Rita Cucchia, presidente del CDA - il mantenimento dell'equilibrio tra garanzie ai cittadini, organizzazione dei servizi, uniformità del sistema e qualità delle prestazioni offerte, la Clinica ritiene opportuno prendere seriamente in considerazione che in Italia il 25% delle prestazioni ospedaliere è coperto dall'ospedalità privata, la quale grava solo per il 15% sulla spesa sanitaria pubblica.  segue

(CIS) - Perugia ott. - Anche per il presidente dell'Ospedale Militare di Pechino, Generale Ren, la sottoscrizione dell'accordo rappresenta "una significativa opportunità di raffronto tra le esperienze di due realtà sanitarie che nei rispettivi Paesi vengono ritenute delle eccellenze. Il nostro comune obiettivo – ha aggiunto – è quello di lavorare per garantire alle nostre popolazioni una buona salute e dunque benessere. Questa è la nostra missione fondamentale". L'alto dirigente cinese ha quindi svolto una comunicazione per illustrare l'Ospedale militare di Pechino di cui è presidente: una struttura che ha 6600 posti letto; 160 dipartimenti; oltre v15 mila dipendenti; 7 milioni di prestazioni nel 2017 e 40 mila interventi chirurgici, per citare le cifre più significative. L'assessore regionale alla sanità Barberini ha illustrato il funzionamento e l'organizzazione del sistema sanitario regionale in Umbria, ed ha sottolineato - e' detto in una nota - "la grande importanza di questa cooperazione che ha già visto presenti nell'Ospedale di Perugia tantissimi studenti cinesi frequentare corsi di formazione e specializzazione. Qui a Perugia avrete l'opportunità di conoscere - ha aggiunto Barberini -  la realtà dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia, una eccellenza regionale e nazionale dove operano apprezzati professionisti e ricercatori in diversi settori della medicina e dove, in collaborazione con l'Università degli Studi, è particolarmente qualificata la ricerca scientifica, l'utilizzo di nuove tecnologie come la robotica, ed è altrettanto alta la qualità dell'assistenza".segue

(CIS) – Ancona, ott. - Assegnate le sedi farmaceutiche ai farmacisti vincitori del concorso straordinario indetto dalla Regione Marche in applicazione della normativa nazionale. Lo stabilisce il decreto odierno del direttore dell'Agenzia sanitaria in attuazione della legge nazionale 27/2012 (Norme concernenti il servizio farmaceutico) che dispone interventi per potenziare la distribuzione dei farmaci e l'accesso alla titolarità delle farmacie. In particolare la legge stabilisce che il numero delle autorizzazioni preveda una farmacia ogni 3.300 abitanti (anziché ogni 5.000) nei Comuni con popolazione inferiore a 12.500 abitanti e una ogni 4.000 abitanti negli altri Comuni. Le amministrazioni comunali, sulla base dei dati Istat 2010, hanno individuato le nuove sedi disponibili sul proprio territorio e inviato i dati alla Regione che ha svolto il concorso di assegnazione "per soli titoli". L'Agenzia regionale sanitaria, nell'interesse pubblico primario di incrementare l'assistenza farmaceutica in tutto il territorio regionale, ha approvato - si legge in una nota - la graduatoria degli idonei e assegnato le sedi dopo i numerosi ricorsi.segue

(CIS) - Città di Castello,(PG) ott. - – Una donazione di strumentazioni sanitarie a favore del servizio di Oncologia, da parte della famiglia Marsili, in memoria di Patrizia, ex dipendente dell'ospedale e del fratello Fabio, entrambi deceduti prematuramente, e' stata annunciata in una conferenza stampa ieri. Insieme al Direttore Generale della USL Umbria 1 Andrea Casciari, sono intervenuti, Silvio Pasqui Direttore del Presidio Alto Tevere, Stefano Bravi Direttore del Dipartimento Medico Oncologico e Simona Nanni Responsabile P.O. Aspetti Giuridici Contabili Atti Amministrativi. La donazione ha un valore complessivo di circa 50 mila euro e comprende 1 elettrocardiografo con centralina di monitoraggio e monitor dedicato: permette di far fronte a possibili situazioni di emergenza mediante l'acquisizione e memorizzazione continua del segnale elettrocardiografico durante l'infusione di farmaci potenzialmente cardiotossici, come accade in chemioterapia;in pochi ospedali Italiani è presente tale strumentazione, che garantisce un aumento notevole della sicurezza del paziente. segue

(CIS) - Perugia ott. - Non esiste compleanno senza torta: non poteva mancare la golosissima Torta di Compleanno offerta da ICAM, storico partner di Eurochocolate fin dall'edizione di esordio del lontano ottobre 1994. Tre piani di goloso cioccolato assaporati in attesa della grande festa del prossimo 23 ottobre (ore 11) in Piazza IV Novembre con lo special event Fai 25 con noi. Per l'occasione, tutti coloro che festeggeranno i 25 anni o le nozze d'argento sono invitati a scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . A loro sarà dedicata la speciale maxi torta cioccolatosa e, insieme, spegneremo le 25 candeline. Nel tradizionale press tour inaugurale con la stampa - sottolinea una nota - non poteva mancare una sosta alla scoperta di uno degli eventi speciali della 25esima edizione, la mostra fotografica dal titolo Le immagini che hanno fatto la storia. I suggestivi scatti di Simone Casetta, storico fotografo ufficiale della kermesse, hanno accompagnato con occhio attento l'evoluzione di Eurochocolate, sia a Perugia che nelle sue numerose trasferte nazionali e internazionali. Un'esclusiva esposizione che ripercorrerà i momenti più spettacolari e curiosi, impressi indelebilmente nella memoria degli organizzatori e dei fedelissimi. La mostra sarà visitabile tutti i giorni dell'evento, dalle ore 10 alle 19, presso la Sala del Grifo e del Leone di Palazzo dei Priori, in Corso Vannucci 19.  segue

(CIS) – Perugia ott. - - Umanizzare sempre di più i periodi di cura delle persone ricoverate permettendo, esclusivamente nel rispetto delle regole, l'ingresso negli ospedali degli animali di affezione: la notizia arriva dall'assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini. Anticipando i contenuti dell'iniziativa della Regione Umbria che sarà presentata per la prima volta oggi, domencia 7 ottobre, alle ore 16, nel corso del "Perugia Pet", manifestazione dedicata agli animali da compagnia, in programma all'Umbria Fiere di Bastia Umbra, l'assessore rende note le finalità. "Stiamo lavorando a un progetto innovativo – ha detto - per aumentare la capacità della sanità umbra di rispondere ai bisogni dei cittadini e al tempo stesso per promuovere e valorizzare il ruolo sociale degli animali di affezione nella vita quotidiana della comunità e delle singole persone, consentendo il loro ingresso negli ospedali per contribuire a supportare il percorso di cura e di guarigione dei padroni ricoverati". "Gli animali di affezione – ha spiegato Barberini in una nota – possono aiutare i pazienti a superare lo stress da ricovero e l'ansia causata dalla malattia". segue

(CIS) – Perugia set. - – Ospiterà in modo permanente 16 persone con disabilità, mentre due posti saranno riservati alle emergenze, la nuova casa alloggio "CAsamia", realizzata dalla Comunità di Capodarco di Perugia. La struttura - ubicata sulla collina di Prepo accanto al Centro diurno e alla Casa del Nibbio, realizzata dopo tre anni di lavori con un costo di circa 500 mila euro - è stata inaugurata con una grande festa alla quale sono intervenuti tanti amici della comunità e rappresentanti delle istituzioni. Presenti il presidente nazionale di Capodarco, Don Vinicio Albanesi, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l'assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini, il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, l'assessore al Welfare, Edi Cicchi. Nel corso della cerimonia di inaugurazione - e' detto in una nota - la presidente di Capodarco di Perugia, Francesca Bondì, ha ricordato che "a Perugia sono accolti e presi in cura 40 persone adulte con disabilità nei tre centri socio-riabilitativi-educativi diurni e nelle due strutture residenziali a carattere famigliare risiedono 17 persone. "La nostra – ha detto - è una comunità di vita e di servizi dove la relazione e l'affetto sono al centro di ogni progetto educativo riabilitativo e terapeutico".Capodarco di Perugia trasferirà a Prepo la Comunità Alloggio di Ponte San Giovanni e amplierà il numero delle persone accolte: abiteranno nella nuova struttura in totale 16 persone con disabilità più due di emergenza. segue

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>
Pagina 5 di 9

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information