City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Salute e Benessere


(CIS) – Perugia/Visso mag. – Se a Perugia un convegno sulle API (giornata a loro riservata – ndr-) si puo' seguire in diretta streaming sulla pagina Facebook di Umbria Agricoltura, al link https://www.facebook.com/UmbriaAgricoltura, sui monti Sibillini,  il Parco vede oggi un convegno: PROGETTO BEE SAFE: TUTELARE GLI INSETTI IMPOLLINATORI NEL PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI, alle ore 17.30 con un webinar in diretta facebook dedicato alla conservazione della specie mellifera autoctona. L'evento anticiperà la Giornata Mondiale delle Api che si tiene domani  20 maggio. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini celebra questa ricorrenza con il progetto "BEE SAFE: Salviamo le api e gli altri impollinatori della Direttiva UE Habitat nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini", inserito nell'azione di sistema del "raggruppamento appenninico" dei Parchi Nazionali nell'ambito delle Direttive "Biodiversità" 2019 e 2020 del Ministero della Transizione Ecologica per i progetti di tutela della biodiversità. L'obiettivo è contribuire - spiega una nota - alla conservazione degli insetti impollinatori selvatici presenti nell'area protetta, nonché dell'ape mellifera ligustica, specie autoctona di grande importanza per l'ecologia e l'economia dei territori grazie ai suoi prodotti, in primis il miele. L'ape mellifera ligustica, pur essendo particolarmente resistente agli effetti del cambiamento climatico e ai parassiti, è minacciata nel nostro paese dal fenomeno dell'ibridazione a causa di altre sottospecie introdotte a scopo commerciale. segue


(CIS) - Perugia mag. - La curva epidemica, come pure la media mobile a 7 giorni in Umbria, mostra un trend in diminuzione rispetto alle settimane precedenti. L'incidenza settimanale mobile per 100.000 abitanti al 03 maggio è pari a 784.L'RDt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni è in diminuzione attestandosi ad un valore di 0,91. L'andamento regionale dell'incidenza settimanale mobile per classi di età – si legge in una nota - mostra un trend in diminuzione in tutte le classi d'età, l'incidenza più elevata è riscontrata nella classe d'età 06-10 anni, quella più bassa è registrata nella classe d'età 19-24 anni. Tutti i Distretti sanitari hanno l'incidenza inferiore a 1.000 casi per 100.000 abitanti, la più elevata è riscontrata nel Distretto Alto Tevere ed è pari a 960 casi per 100.000 abitanti. Rispetto alla settimana precedente si osserva una stabilità nell'impegno ospedaliero regionale (al 03 maggio 225 ricoveri di cui 7 in terapia intensiva), mentre nella settimana dal 25 aprile al primo maggio si registrano 3 decessi. A comunicare i dati elaborati dal Nucleo epidemiologico regionale, è l'assessore alla Salute della Regione Umbria. L'assessore evidenziando come al momento la situazione in Umbria sia decisamente sotto controllo, rinnova l'invito ai cittadini alla prudenza. Non dobbiamo dimenticare – ha affermato – che il virus continua a circolare e non è stato debellato. La bella stagione sicuramente permetterà un miglioramento della situazione anche perché la socialità avverrà prevalentemente all'aperto. Ad ogni modo, per una migliore protezione di noi stessi e degli altri, anche se ormai la mascherina non è obbligatoria, continua a rappresentare un valido dispositivo di protezione nei luoghi al chiuso o sovraffollati. Fonte com abstract

--


(CIS) – Perugia mar.. – Il programma delle iniziative in Umbria ha preso il via lunedì 21 marzo con l'apertura del corso regionale di formazione e abilitazione dei medici del 118, presso l'Ospedale di Spoleto; il 22 Marzo dalle 14.30 alle 17.30: Todi, Piazza del Popolo, esposizione di mezzi, attrezzature e simulazione manovre salvavita, da parte degli operatori del Servizio 118 della Media Valle del Tevere; Mercoledì 23 marzo dalle ore 12 alle 14: Open day presso l'Azienda Ospedaliera di Perugia con allestimento automezzi e dispositivi del 118, del Soccorso Alpino Speleologico Umbro (SASU), dei Vigili del Fuoco, Croce Rossa Umbria, con accesso delle scolaresche del comprensorio; Mercoledì 23 marzo alle ore 21: trasmissione televisiva "Link" dell'emittente TRG, con la partecipazione dei referenti della Azienda USL Umbria 1 e collegamenti in diretta dai Pronto soccorso degli ospedali della USL; Giovedì 24 marzo dalle ore 8.30 alle 13: convegno "30 anni del Servizio di Emergenza Territoriale in Umbria" presso il "Caffè letterario" della Biblioteca comunale di Terni, organizzato da SIIET, SIMEU, Comune di Terni e Azienda USL Umbria 2; 20 – 27 marzo: l'Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni, aderisce all'iniziativa con una comunicazione social, pubblicando per l'intera settimana un post dedicato alla qualità dell'assistenza e delle cure sanitarie in emergenza; 20-27 Marzo: illuminazione della Fontana Maggiore del Comune di Perugia, della Fontana di Piazza Europa del Comune di Terni e della Fontana dell'Ospedale di Perugia.  segue


(CIS) – Perugia feb. - L'Umbria nel 2021 è stata la regione con la più alta mortalità per overdose da sostanze stupefacenti. Una media impressionante di 35,6 decessi per milione di abitanti nella fascia 15-64 anni contro una media nazionale di 8,2. Un anno in cui ci sono stati sei morti per overdose, con un'età media di 40 anni, di cui cinque per utilizzo di eroina. Tutto questo mentre il referendum sulla legalizzazione della cannabis da pochi giorni è stato giudicato inammissibile dalla Corte Costituzionale e la Regione Umbria ha dato parere negativo alla nostra proposta di test antidroga su base volontaria per consiglieri e assessori regionali e comunali, rimandando la palla al Garante per la protezione dei dati personali. Di tutto questo si parlerà stasera nel consueto approfondimento 'Dalla parte dell'Umbria' in diretta streaming dalle ore 21 sulla pagina Facebook del consigliere regionale Thomas De Luca. Nel corso della puntata dal titolo 'Il Proibizionismo uccide - il contrasto alle dipendenze dopo la bocciatura del referendum cannabis' interverranno Antonella Soldo (promotore di E' Megliolegale), Antonio Metastasio (psichiatra del National health britannico all'Università di Cambridge), Luca Simonetti (consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Terni) e Marco Coppoli (operatore unità di strada). Il dibattito sulle dipendenze è spesso inquinato da un atteggiamento ipocrita e perbenista. Non esiste alcun motivo medico, scientifico, logico, economico o legale per non sostenere la battaglia sulla legalizzazione della cannabis. Viceversa i dati dicono che il 27,7% degli adolescenti umbri tra i 15 e i 19 assume droga o allucinogeni almeno una volta l'anno. Ed i ricoveri per abuso di sostanze stupefacenti per i giovani di questa fascia di età sono sopra la media nazionale. Il consumo di droghe a Perugia dal 2013 è cresciuto di dieci volte. Abstract fonte com


(CIS) – Ancona/Dubai feb. - l'Azienda Spinosi con il prodotto Fettuccine Zero+ si è aggiudicata il Gulfood Innovation Award 2022 nella categoria Prodotti innovativi-salute e benessere classificandosi al primo posto. Si tratta di una pasta realizzata con farina di lenticchie rosse, pensata per gli atleti e gli amanti dello sport. Ricca di proteine e fibre, questo alimento è l'ideale per chi ama controllare il proprio peso, fare esercizio o semplicemente mantenersi in forma. Presenti a Gulfood oltre a Spinosi, anche altre 4 importanti aziende marchigiane del settore agroalimentare: Olio Fratoni, Ultramar Caffè, Marini Tartufi e Azienda Agraria Fiordoliva."Gulfood – riporta una nota regionale - è una delle fiere dedicate al cibo più famose del mondo, - ha detto il vicepresidente e assessore alle Attività produttive Mirco Carloni – , una vetrina eccezionale per i nostri prodotti. I nostri imprenditori hanno potuto beneficiare del contributo della Regione Marche e della Camera di Commercio per partecipare all'evento sotto l'egida del nuovo brand Marche Land of Excellence. Con Dubai infatti comincia questa grande operazione di branding che accompagnerà la comunicazione di tutte le imprese private sugli scenari internazionali e il successo di Spinosi conferma sin da subito che siamo proprio una terra di eccellenze".Piena soddisfazione per l'esperienza è stata espressa dalle stesse aziende marchigiane che a Dubai hanno modo di confrontarsi con una presenza qualificata di operatori da tutto il mondo valorizzata dallo svolgimento in contemporanea dell'Expo. La rappresentativa marchigiana, ha ricevuto anche la visita dell'Ambasciatore Italiano negli Emirati Arabi, Nicola Lener, che ha voluto salutare le aziende italiane presenti nei padiglioni fieristici. Fonte com abstract

(CIS) – Perugia gen. - L'Università degli Studi di Perugia ha contribuito allo sviluppo dell'unica terapia esistente in grado di curare i bambini affetti dalla Leucodistrofia Metacromatica (MLD), una malattia genetica rara fino ad oggi incurabile e letale nei primi anni di vita. La terapia, frutto di un grande e lungo lavoro fra équipe diverse appartenenti a vari enti di ricerca, dal dicembre 2020 ha avuto l'approvazione dall'Agenzia Europea del Farmaco (EMA), diventando un farmaco per terapia genica, il Libmeldy. I confortanti risultati ottenuti con il farmaco su 29 bambini affetti da MLD sono stati pubblicati recentemente – sottolinea una nota - dalla prestigiosa rivista The Lancet. Questa terapia per curare i bambini affetti dalla Leucodistrofia Metacromatica (MLD), messa a punto presso il Telethon Institute for Gene Therapy – Ospedale S. Raffaele (TIGET-HSR) di Milano, di cui è responsabile il Prof. Alessandro Aiuti, in collaborazione con Orchard Therapeutics (UK), consiste nel trapianto di midollo di cellule staminali emopoietiche autologhe del paziente, corrette geneticamente con la tecnica della terapia genica, al fine di ripristinare la funzione del gene difettivo. Nell'ambito di questo progetto biomedico, l'Ateneo di Perugia, ed in particolare la Prof.ssa Sabata Martino e il Dott. Francesco Morena, della sezione di Scienze Biochimiche e Biotecnologiche del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie, sezione di cui è responsabile la Prof.ssa Carla Emiliani, hanno contribuito in forma sostanziale sin dalle prime fasi di sviluppo e sperimentazione della terapia, ovvero già dal 2010, con l'inizio della sperimentazione clinica.  segue

(CIS) - Roma, dic. - "Ogni bambino può essere vaccinato e le indicazioni sono quelle da seguire per qualunque altro vaccino e si limitano a non avere patologie acute in atto. Di fatto tutti possono essere vaccinati, bisogna solo scegliere tempo e luogo dove vaccinarli". Lo ha detto il Past-Presidente di SIP (societa' italiana di pediatria) Alberto Villani. Ma perché vaccinare i bambini? Gli esperti rispondono con i numeri. In Italia dall'inizio dell'epidemia al 9 novembre 2021 nella fascia di popolazione 0-19 anni sono stati confermati 791.453 casi di cui 8.451 ospedalizzazioni, 249 ricoveri in terapia Intensiva (39 nella fascia 5-11 anni). Nei primi 18 mesi nel nostro Paese ci sono stati 36 decessi in bambini e adolescenti, tasso che corrisponde a quello registrato negli Usa, con 146 decessi tra 5 e 11 anni, pari a circa 1 su 100.000. Secondo i dati pubblicati dall'Istituto superiore di sanità negli ultimi 2 mesi, c'è stato un incremento pari a 24.398 casi per la sola fascia di età 6-10 anni, mentre si rileva un'incidenza particolarmente elevata nella popolazione di età inferiore a 12 anni. L'infezione da Covid-19 è più temibile nei bambini fragili che presentano condizioni di rischio quali le immunodeficienze (primarie o secondarie, malattie oncologiche, alcune patologie croniche cardiache, renali, respiratorie), i quadri severi di obesità e di diabete non adeguatamente controllato, la trisomia 21 e le patologie del neurosviluppo. La vaccinazione riduce la possibilità di complicanze quali la MIS-C o Multi-Organ Inflammatory Syndrome in Children, una complicanza rara, finora osservata con una incidenza di 3/10.000 soggetti sotto i 21 anni. Tuttavia ci sono stati almeno 2.316 casi di MIS-C che è più comune nella fascia di età dai 5 agli 11 anni, oltre a essere fatale nell'1-2 % dei casi e richiedere cure intensive nel 60% al 70%. Nel Lazio"Il primo giorno di campagna 5-11 anni è andato molto bene - ha detto l'assessore D'Amato intervenendo all'evento con un video messaggio- sono stati vaccinati circa 1.000 bambini ed effettuate oltre 30.000 prenotazioni grazie al contributo determinante dei pediatri. Simbolicamente abbiamo iniziato dall'ospedale Spallanzani, essendo stato lo scorso anno l'ospedale protagonista dell'avvio della campagna vaccinale per gli adulti. Ci è sembrato quindi opportuno che fosse il luogo di inizio anche di questa campagna così importante, che vedrà determinante il ruolo dei pediatri e delle società scientifiche della pediatria". L'assessore ha poi evidenziato di voler agevolare il più possibile l'accesso alla vaccinazione, anche personalizzandola e dare grande attenzione al ruolo dell'accoglienza: "Abbiamo messo a disposizione oltre 50 centri vaccinale creando anche attività ludiche- ha ricordato- proprio per allentare la tensione e fare un'accoglienza adeguata con il gioco". All'incontro ha partecipato anche il direttore generale della Direzione regionale salute e integrazione sociosanitaria, Massimo Annichiarico, che ha condiviso l'iniziativa e ha risposto alle domande dei pediatri in collegamento. In conclusione, ricordando il ruolo fondamentale dei pediatri di famiglia, Guido Castelli Gattinara, presidente della Società italiana di infettivologia pediatrica (Sitip), ha evidenziato come sia "fondamentale promuovere educazione sanitaria, perché uno dei compiti più importanti dei pediatri è proprio educare i bambini e le famiglie alla prevenzione e alla salute". Fonte com abstract


(CIS) _ Perugia/Trasimeno set. - La Giunta regionale dell'Umbria, nella seduta di ieri, ha autorizzato gli interventi richiesti venerdì 3 settembre dal Comune di Castiglione del Lago per la manutenzione straordinaria di raccolta del materiale vegetale in decomposizione risultante dalle operazioni di taglio delle macrofite nell'area del Lido Arezzo e nell'area portuale. Lo comunica l'Assessorato regionale all'Ambiente, precisando che è stata applicata la possibilità da parte della Giunta regionale, a seguito di condizioni ambientali di carattere eccezionale, di modificare i divieti previsti dalla legge regionale 15/2008 (art.23) che istituisce il divieto di effettuare interventi nelle sponde lacuali, negli alvei e nelle sponde dei corsi d'acqua durante il periodo riproduttivo della fauna ittica, al fine della sua salvaguardia.La gestione del taglio delle macrofite del lago Trasimeno era stata autorizzata dalla Regione Umbria nel giugno scorso nell'ambito della Conferenza di Servizi convocata dall'Unione dei Comuni del Trasimeno, che nel proprio progetto non aveva previsto il taglio in tutte le aree lacustri antistanti le spiagge attrezzate. Conseguentemente, il Comune di Castiglione del Lago ha redatto un progetto integrativo, che è stato ricevuto dalla Regione venerdì 3 settembre.  segue

 

(CIS) – Ancona, mag. - Passeggiate a piedi e in mountain bike elettriche, nordic walking, immersioni forestali, laboratori didattici, raccolta di erbe spontanee, passeggiate con asini, cinema e teatro all'aperto e tanto altro per sensibilizzare giovani e adulti sul tema della sostenibilità ambientale. Sono oltre sessanta gli eventi in programma già dal prossimo weekend di domani 29 maggio e per tutto il mese di giugno organizzati dai Centri di Educazione Ambientale delle Marche. Grazie al sostegno economico del Ministero per la transizione ecologica e al coordinamento della Regione Marche, la partecipazione agli eventi è gratuita. "Sull'onda del successo dell'edizione di settembre 2020 – ha spiegato l'assessore all'Ambiente Stefano Aguzzi - è nostra intenzione raggiungere il maggior numero di persone possibile per coinvolgerle in un'iniziativa a contatto con la natura e sensibilizzarle sugli obiettivi dell'Agenda 2030 sottoscritta dalle Nazioni Unite e che oggi tutti dovrebbero avere a cuore per sé, per i propri figli, per la convivenza solidale e per il pianeta. Temi che per le Marche, grazie a un ampio processo di coinvolgimento delle categorie economiche, del terzo settore e dei cittadini, si stanno traducendo nella Strategia regionale per lo sviluppo sostenibile". Da decenni i CEA sono i soggetti riconosciuti dalla Regione Marche e deputati all'informazione e alla sensibilizzazione sulla sostenibilità. Sono in tutto 45 distribuiti su tutto il territorio regionale e vi lavorano oltre 200 operatori coinvolgendo nelle loro attività scuole, famiglie e turisti. Il calendario generale e le informazioni specifiche dei singoli eventi sono disponibili nella pagina Facebook Regione Marche Sostenibile: https://www.facebook.com/RegioneMarcheSostenibile/ che per ogni iniziativa fornirà le informazioni necessarie alle iscrizioni. Fonte com abstract


(CIS) - Massa Martana, mag. - – Api come bioindicatori per minimizzare le emissioni del particolato e l'impatto delle polveri inquinanti sull'ambiente. C'è anche il contributo di ACS, leader mondiale nella progettazione e produzione di una vasta gamma di camere per prove ambientali simulate, nell'importante progetto di ricerca e sostenibilità ambientale sull'impollinazione, controllo degli infestanti e biomonitoraggio attraverso le api, condotto dal Dipartimento di Scienze delle produzioni vegetali sostenibili dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza. A valere sul Progetto Erasmus PLUS – From Seed to Spoon, il team di ricerca coordinato dalla Dott.ssa Ilaria Negri è impegnato nello studio degli effetti letali e subletali che gli inquinanti, quali le polveri sottili e le microplastiche, possono avere sulla salute delle api e nella ricerca di azioni preventive e correttive, fra cui i servizi di impollinazione in aree urbane e suburbane. ACS, da sempre sensibile alle tematiche ambientali, partecipa favorendo la riproduzione delle migliori condizioni climatiche per gli insetti. Grazie alla camera climatica DY200, i ricercatori dell'Università di Piacenza sono infatti in grado di incubare un telaio di covata di Apis mellifera e determinare così le migliori condizioni climatiche per la loro crescita e favorire l'aumento della produzione di una specie animale così importante per l'habitat e per la ricerca, ma a serio rischio di estinzione. In linea con gli obiettivi di progetto, la camera ACS partecipa quindi al processo di regolazione, naturalmente presente in tutti gli ecosistemi, e al controllo degli infestanti. segue

Durante i loro voli, gli insetti, - spiega la Professoressa Negri -, sono fortemente esposti ai contaminanti quali pesticidi, metalli pesanti, radionuclidi, VOC, IPA, diossine e particolato atmosferico. Questi inquinanti possono recare seri danni alla salute delle api, portandole anche alla morte. Favorire e riprodurre l'adeguato ecosistema che le preservi dall'alta mortalità aiutandole a mantenere le proprie caratteristiche etologiche e morfologiche diventa perciò fondamentale quale primo processo di rilevazione ecologica. Le api, spiega Negri, "sono evolutivamente adattate per catturare il polline, ma facendolo attraggono anche altro, si sporcano di tanto particolato inorganico ed è quello che noi poi analizziamo. Studiandolo possiamo capire ogni cosa, dalla presenza di metalli pesanti a quella di minerali, sino a comprendere se sono composti prodotti da attività umana e quanto queste attività contribuiscono ad inquinare". fonte com abstract

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 9

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information