City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

Appunti di viaggio

(CIS) – Perugia ago. - In edicola e in libreria (a 10,90 euro più il prezzo del quotidiano, e a breve sarà online su Amazon, Ibs e al link ilmioabbonamento.gedi.it/iniziative/guide) arriva l'ottava edizione del volume dedicato alla regione. Dopo le testimonianze di Gianni Morandi e Carlo Conti, gli itinerari alla scoperta del bello e del buono in ogni angolo della regione, tra natura, storia, cultura e grandi sapori di territorio. Vivere quindi la propria vacanza in spazi aperti, con la possibilità di scoprire il bello e il buono di ogni frammento di territorio. In Umbria è possibile, ed è proprio ai luoghi della natura e del silenzio di cui è ricca la regione che è dedicata l'ottava edizione della Guida di Repubblica. Il volume – spiega una nota - conduce, attraverso 21 itinerari, tra la Valnerina e la Valle del Menotre, tra il Monte Peglia e il Monte Cucco, passando per i Sibillini e la Cascata delle Marmore. E se la spiritualità pervade il Subasio, incredibili scoperte archeologiche arricchiscono la visita alle Gole del Bottaccione, nelle vicinanze di Gubbio. Ancora un tuffo nel passato nel Parco di archeologia arborea di San Lorenzo di Lerchi, ma qui protagonista è la riscoperta di frutti ed erbe che il tempo rischiava di cancellare, e che invece qui si mostrano in tutta la loro genuinità. In regione non c'è il mare, ma non mancano certo destinazione "acquatiche" di grande richiamo, tra il parco fluviale del Tevere e quello del Nera, il lago di Corbara e il Trasimeno, fino al fascino delle fonti del Clitunno. Grande evidenza per i prodotti tipici di ognuna delle aree toccare e per le ricette della tradizione, alle quali sono dedicate intere pagine con foto e spiegazioni dei passaggi. Si incontrano allora i manfricoli di Narni e le preparazioni a base di cinghiale, gli gnocchi al Sagrantino e le carni alla "leccarda", fino al pesce del Trasimeno e al liquore alle visciole.  segue

(CIS) – Roma/Trento, giu. - Con l'orario estivo di Trenitalia aumentano i collegamenti con Valle d'Aosta, Trentino Alto-Adige e Lago di Garda, per trascorrere una vacanza immersi nella natura e in completo relax. In particolare, due nuovi collegamenti con Frecciarossa uniranno nel weekend Milano e Bolzano con orari pensati per le esigenze dei turisti (fermate a Brescia, Peschiera del Garda, Verona, Rovereto, Trento e Ora), aggiungendosi ai due già previsti da lunedì a venerdì. Inoltre, da domenica 14 giugno e per tutto il periodo estivo saranno attivi di sabato e domenica due nuovi collegamenti fra Venezia e Bolzano (fermate a Mestre, Padova, Vicenza, Verona, Rovereto e Trento). Dal 14 giugno, il collegamento Napoli – Torino sarà prolungato nel weekend (venerdì, sabato e domenica) fino a Bardonecchia, con fermata a Oulx. Attivi anche i collegamenti con FRECCIALink per visitare le Valli incontaminate e le località più gettonate del Nord Italia, come Madonna di Campiglio, Cortina d'Ampezzo, la Val Gardena, la Val di Fassa e la Val di Fiemme. Visitare Cortina sarà possibile anche grazie alla soluzione intermodale treno regionale+bus: da domenica 14 giugno saranno, infatti, attivi 18 collegamenti bus per la nota località delle Dolomiti. Vacanze fra natura, relax e cultura anche nel Sud della Toscana, in Val d'Orcia, sulle colline del Chianti senese e lungo la Via Francigena. Ogni giorno due nuovi collegamenti diretti con Frecciarossa da e per Chiusi-Chianciano Terme fermeranno a Milano, Reggio Emilia AV, Bologna, Firenze, Napoli e Salerno. Per la prima volta il Frecciarossa arriva a Frosinone e Cassino, con collegamenti diretti da e per Milano, Reggio Emilia AV, Bologna, Firenze, Roma e Napoli. Grazie al nuovo collegamento, turisti italiani e stranieri possono scoprire le bellezze della Ciociaria, come i Monti Simbruini, le Grotte di Pastena, l'Abbazia di Montecassino, l'Acropoli di Alatri e la cascata di Isola del Liri. Fonte com

What do you want to do ?
New mail
Vacanze fra natura, relax e cultura: collegamenti per montagna, colline, borghi e città d'arte
What do you want to do ?
New mail
Vacanze fra natura, relax e cultura: collegamenti per montagna, colline, borghi e città d'arte

(CIS) – Perugia/Milano apr. - "A Milano promuoviamo la stagione di Primavera e i grandi eventi dell'estate – ha detto Antonella Tiranti, dirigente del Servizio Turismo della Regione –. Sono molti gli appuntamenti di grande interesse. Tra questi, la mostra alla Galleria Nazionale dell'Umbria "Bolle di sapone - forme dell'utopia tra vanitosa, arte e scienza", per poi proseguire con le miniature del Pollino, in attesa del grande evento, l'esposizione della Madonna del Benacus di Leonardo. Iniziative culturali che si intrecciano con l'offerta del turismo più a stretto contatto con la natura - come quello dei Cammini - e con l'enogastronomia come l'appuntamento 'Pic nic a Trevi'. Ma l'Umbria a primavera offre anche una serie di manifestazioni di rievocazione storica che coprono tutto il territorio: tra queste Calendimaggio a Assisi (8/11 maggio), La Corsa dell'anello a Narni (24 aprile/12 maggio), Cantamaggio a Terni (28 aprile/14 maggio), la Festa dei Ceri a Gubbio (15 maggio), l'Infiorata a Spello (13/16 maggio), il Corpus Domini a Orvieto (23 giugno), la Quintana a Foligno (15 giugno, il 15 settembre la Quintana della Rivincita). Grande attesa per Umbria Jazz Spring che si terrà a Terni durante il periodo delle feste pasquali (18 - 22 aprile) il cui programma è stato illustrato dal direttore della Fondazione Umbria Jazz, Giampiero Rasimelli. Quattro i filoni: Gospel, Soul, Blues &......Jazz, in spazi scelti in coerenza con i generi musicali: nei club si esibiranno artisti del jazz, per recuperare la sua atmosfera storicamente più tipica; nel Santuario di San Francesco, luogo di preghiera e di ritrovo della comunità dei credenti, il gospel; nel CAOS, spazio di arte, produzione culturale e aggregazione, blues, soul e i filoni più trasversali. Non è Umbria Jazz senza la marching band, sinonimo di festa, il cui "spazio" per definizione è la strada. segue

(CIS) – Perugia apr. - - Promuovere a Milano le bellezze e la cultura dell'Umbria partendo dall'antica tradizione della festa più bella di Primavera: si aprirà con una colazione pasquale tipica umbra (torta al formaggio e capocollo; uova sode, ciaramicola e tanto altro – ndr-) il programma di iniziative organizzate dalla Regione Umbria per lunedì 8 aprile a Palazzo Barozzi - Istituto dei Ciechi di Milano. La giornata, in collaborazione con Città Metropolitana di Milano, propone uno storytelling della tradizione umbra - spiega una nota -  intrecciata con la presentazione delle principali iniziative culturali che aprono la stagione dei grandi eventi culturali in Umbria. E non solo. Il programma prevede due focus: il primo dedicato al progetto "L.U.C.E" realizzato dalla Regione nell'ambito delle azioni dell'Agenda urbana che sul territorio regionale coinvolge cinque città, e il secondo, dal titolo "Leonardo da Vinci tra scorci di paesaggi umbri e lombardi", al quale interverrà lo storico dell'arte, Luca Tomìo, che ha curato uno studio di analisi dei paesaggi raffigurati da Leonardo da Vinci nelle sue opere. Dopo la colazione pasquale programmata per le ore 9,30, il vicepresidente della Regione Umbria con delega al Turismo, illustrerà i principali eventi, e le azioni di promozione e comunicazione 2019. Interverranno il consigliere delegato allo Sviluppo Economico di Città Metropolitana di Milano, Antonella Tiranti, dirigente del servizio "turismo, commercio, sport, film Commission" della Regione Umbria. segue

(CIS) – Roma/Perugia mar. – "I partners con cui abbiamo sottoscritto i Memorandum per la realizzazione dei progetti, sono prestigiosi. Il Tour operator di Stato della Repubblica popolare cinese Cits serve più di 20 milioni di turisti in entrata e 30 milioni in uscita dal Paese, oltre al turismo interno alla Cina, ed è impegnato in molteplici settori di attività, collaborando stabilmente con più di 1400 fornitori di servizi in più di cento Paesi". Lo ha sottolineato il vice presidente dlela regione Umbria Paparelli al termine dell'incontro che ha portato alla firma degli atti. Con il Cits - ha ricordato Paparelli - l'Umbria ha siglato lo scorso anno un accordo di partenariato che ha portato tra l'altro alla presentazione ed alla messa in vendita del prodotto Umbria ai partner di Cits attraverso la rete del tour operator, anche grazie ad una campagna di comunicazione social tra le più importanti sedi delle agenzie di viaggio aderenti alla Cits in Cina. Riferendosi poi al Memorandum sottoscritto con il Ctrip Paparelli ha evidenziato che la cooperazione strategica riguarderà in particolare i settori del patrimonio e degli eventi culturali ed i siti Unesco, il turismo sostenibile, rurale, enogastronomico ed il Wellness. Si collaborerà inoltre - ha concluso Paparelli - negli ambiti dello sviluppo del prodotto e del marketing integrato e di destinazione. Tra le tappe che hanno portato alla stipula dei Memorandum Paparelli ha ricordato che nel 2018, in collaborazione con l'Ambasciata italiana in Cina, la Regione Umbria ha partecipato a Pechino al progetto su "Il turismo esperienziale nel Cuore dell'Italia: scopri esperienze uniche tra Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria", in cui è stata anche presentata la Guida pratica sull' ospitalità italiana per i turisti e studenti cinesi e che si è tenuto nelle scorse settimane un fam trip di 9 giorni per alcuni giornalisti cinesi; l'evento conclusivo in Ambasciata è previsto per il 28 marzo. segue

(CIS) – Perugia mar. - - Novità in arrivo per l'esercizio dell'attività di direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo grazie al provvedimento che è stato approvato dalla Giunta regionale dell'Umbria su proposta del vice presidente della Regione ed assessore al turismo Fabio Paparelli, relativo alle modalità per la verifica del possesso dei requisiti di conoscenze e attitudini professionali. "La nuova legislazione turistica regionale dispone che la gestione tecnica dell'agenzia di viaggio e turismo e della filiale competa alla figura di direttore tecnico che presta la propria opera a titolo esclusivo e continuativo – ha detto Paparelli -. Con questo atto l'abilitazione professionale all'esercizio dell'attività di direttore tecnico, oltre che attraverso un esame di abilitazione, potrà essere ottenuta anche con la verifica del possesso di specifici requisiti professionali stabiliti dalla Regione Umbria". Direttore tecnico quindi potranno essere: titolari di agenzia di viaggio che hanno svolto la relativa attività per almeno 5 anni consecutivi (l'attività non deve essere cessata da più di 10 anni dalla data di presentazione della domanda); oppure per 3 anni consecutivi con il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore ad indirizzo turistico o di titoli universitari ad indirizzo turistico, o di titoli di formazione professionale specifica di almeno tre anni; oppure 4 anni consecutivi di attività ed in possesso di diploma di scuola secondaria superiore ad indirizzo turistico o di titoli universitari ad indirizzo turistico, o di titoli di formazione professionale specifica di almeno due anni. Segue

(CIS) - Perugia, Mar. - - Due weekend con visite guidate gratuite alla scoperta delle collezioni d'arte di Palazzo Baldeschi al Corso, a Perugia. Le iniziative, organizzate dalla Fondazione CariPerugia Arte, si terranno domani sabato 2 marzo, domenica 3 marzo e venerdì 8 marzo. Al centro delle visite del 2 e 3 marzo c'è il nuovo allestimento del palazzo, dove al terzo e quarto piano sono state collocate le opere della prestigiosa raccolta della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. In entrambe le giornate – spiega una nota - le visite guidate gratuite si terranno alle 17 e permetteranno di approfondire un percorso espositivo che comprende opere realizzate da artisti umbri o che in Umbria hanno lavorato. Spaziando dal 1400 al 1900 l'allestimento è suddiviso in aree storico-tematiche: Rinascimento umbro, pittura paesaggistica e nature morte, Iconografia francescana, pittura seicentesca (una sala monografica è dedicata a Gian Domenico Cerrini), opere di grande formato e Pale d'altare. La sezione contemporanea include opere di artisti quali Gerardo Dottori, Antonio Ranocchia, Giorgio Maddoli, Maria Pistone e Gustavo Benucci. La giornata di venerdì 8 marzo, festa della donna, è invece dedicata alla figura femminile nelle opere d'arte, con visite guidate gratuite (sempre alle 17) attraverso le quali si illustreranno le emozioni, il carattere e la storia delle donne, affrontando i temi cui rimandano le opere che le vedono protagoniste.  segue

(CIS) – Perugia gen. - Case sugli alberi, botti di legno e grotte naturali per potenziare e diversificare l'offerta ricettiva della Regione Umbria. Il capogruppo Lega, Emanuele Fiorini e il consigliere regionale, Valerio Mancini, hanno presentato una proposta di legge regionale che mira ad ampliare il novero delle strutture ricettive turistiche previste dalla LR 10 luglio 2017 n.8 (Legislazione turistica regionale). In particolare, nell'ambito delle strutture extralberghiere, si intende introdurre "un'ulteriore tipologia costituita dalle strutture in ambienti naturali, intendendosi per tali le attività ricettive in edifici o manufatti aventi particolari aspetti costruttivi e collocati in ambienti naturali del paesaggio umbro, con capacità non superiore a otto posti letto e non riconducibili ad una delle tipologie ricettive già disciplinata dalla medesima legge".Nello specifico, possono costituire strutture ricettive in ambienti naturali: le case sugli alberi (alloggi collocati in posizione sopraelevata dal suolo nell'ambito di contesti arborei di alto fusto), le botti (alloggi realizzati all'interno di botti in legno) e le grotte (alloggi realizzati in cavità naturali). segue

(CIS) – Perugia gen. - - "L'Umbria è sempre più protagonista sulla ribalta internazionale come meta turistica capace di accogliere i visitatori e di suscitare emozioni forti, una terra ricca di storia, cultura, tradizioni e di un patrimonio ambientale e naturale unico. La scelta dell'Umbria tra i luoghi da visitare nel 2019 pubblicata dal The Telegraph lo conferma e testimonia che si è ben lavorato per promuovere la nostra regione". Lo ha detto il vice presidente della Giunta regionale dell'Umbria ed assessore al turismo Fabio Paparelli commentando un articolo del quotidiano britannico The Telegraph che vede la Via di Francesco tra le "25 avventure che cambiano la vita nel 2019", in un elenco che include mete di tutto il mondo, europee ed extrauropee. Nell'esprimere "soddisfazione" per la presenza dell'Umbria, Paparelli ha aggiunto che "l'articolo, pubblicato nei giorni scorsi, è un evidente riconoscimento del lavoro che la Regione Umbria, Sviluppumbria, le associazioni ed i diversi soggetti coinvolti hanno fatto per promuovere questo percorso di 'slow tourism', anche in considerazione che il giornale inglese ha oltre tre milioni di lettori sulle diverse piattaforme. Nell'ottobre scorso – ha poi ricordato l'assessore come si legge in una nota - la Via di Francesco è stata premiata come migliore destinazione europea del turismo culturale sostenibile dalla Rete europea del turismo culturale e da Europa Nostra, una delle più importanti organizzazioni europee che si occupano della tutela del patrimonio culturale. Come dice il testo dell'articolo – ha concluso l'assessore – la Via di Francesco 'aggiunge spiritualità alle tue passeggiate su lunghe distanze' ripercorrendo "un antico pellegrinaggio sulle orme del santo che si snoda tra uliveti e piccole cappelle fino ad Assisi". fonte com SB

(CSI) – Perugia ott. - – La Giunta regionale dell'Umbria, su proposta dell'assessore regionale alle Aree protette Fernanda Cecchini, ha proceduto alla preadozione dei Piani di gestione dei Parchi regionali del lago Trasimeno, Monte Cucco, di Colfiorito, del Monte Subasio, del fiume Tevere e dello Stina (Sistema territoriale di interesse naturalistico ambientale) Monte Peglia- Selva di Meana. "Un passaggio determinante – ha sottolineato l'assessore Cecchini, come in una nota – che apre il processo partecipativo legato alla Vas, la Valutazione ambientale strategica, che è parte integrante di tutti quegli strumenti che possono avere un importante impatto sull'ambiente, come è appunto il Piano di un Parco che declina gli indirizzi di sviluppo dei territori più sensibili dal punto di vista ambientale nell'ottica della sostenibilità. Ora, dopo la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria dei documenti dei sei Piani che abbiamo preadottato, tutti i portatori di interesse avranno sessanta giorni di tempo per inviare le loro osservazioni e partecipare in questo modo alla costruzione definitiva del Piano stesso". "L'importanza del Piano di gestione del Parco – ha sottolineato l'assessore - sta non solo nella capacità di tutelare l'area protetta, ma ancor più nell'individuare strategie ed azioni per uno sviluppo socioeconomico sostenibile che sappia valorizzare fino in fondo la ricchezza ambientale, storica, paesaggistica e culturale insita nei suoi territori". segue

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 5

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information